Home Autore
Autore

Monica Bellin

una coppetta do crema bianca su un piano di legno con dei cucchiaini a lato e dietro altre coppette

La crema allo yogurt greco e panna è una soluzione favolosa senza uova per realizzare il tiramisù in maniera leggera. Una crema delicata, dal sapore delizioso, perfetta per farcire dolci morbidi come il classico rotolo, le torte soffici da decorare o il classico tiramisù. Ideale anche come dessert al cucchiaio di fine pasto da servire in coppette decorate con frutta fresca e magari un biscottino.

La crema allo yogurt greco e panna senza glutine e senza uova vi conquisterà e sarà una soluzione veloce e pratica da usare in tante ricette dolci.

Nella mia pagina Instagram potete trovare anche il video reel delle coppette tiramisù monoporzione che ho realizzato con i biscotti savoiardi senza glutine @schaerglutenfree

(il video reel)

Vi aspetto nei miei canali social @monica-bellinyahoo-it e Monica creazioni senza glutine con le condivisioni giornaliere di ricette e consigli e se non lo avete ancora fatto, vi consiglio di lasciare la vostra mail registrandovi qui al sito per ricevere gratuitamente il ricettario base e non solo!

Presto tante belle novità.

Cercate altre idee al cucchiaio nel blog?

Provate il “budino al caffè” o “clafoutis ciliegie e albicocche

una coppetta do crema bianca su un piano di legno con dei cucchiaini a lato e dietro altre coppette

crema allo yogurt greco

Stampa
Tempo di preparazione:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 220 g panna fredda liquida
  • 300 g yogurt greco ( da 0% o 5%)
  • 3, 4 cucchiai di zucchero a velo o eritritolo (regolatevi se vi piace poco o tanto dolce)
  • utilizzate sia lo yogurt greco che la panna fresca, freddi da frigorifero.

Procedimento

Mettete in una ciotola la panna fredda da frigo con lo zucchero a velo. Semi montate con fruste elettriche o nella planetaria. Unite lo yogurt greco da 0 % o da 5% e montate qualche secondo tutto insieme nuovamente. In un attimo avrete un composto soffice e spumoso, al gusto di yogurt greco. Assaggiate e se per voi richiede altro zucchero aggiungete e mescolate. Io non la amo troppo dolce. Potete usare in alternativa eritritolo nella stessa quantità. Ottima per farcire tartellette, dolci freddi e come amo io, il tiramisù!

coppette di vetro con tiramisù e una moka sullo sfondo

Note

- con questa dose io ho realizzato 6 coppette monoporzione di tiramisù ma potete raddoppiare la dose per fare una teglia classica per più persone. - per fare il tiramisù ho usato i savoiardi senza glutine @schaersenzaglutine_it e li ho inzuppati nel caffè FREDDO allungato con un po' di acqua. Ho arricchito con gocce di cioccolato - le coppette vanno lasciate riposare in frigo alcune ore, meglio ancora se fatte un giorno in anticipo e spolverate di cacao amaro in polvere prima di essere servite. - utilizzate sia lo yogurt greco che la panna fresca, freddi da frigorifero.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
gnocchi arancione su un tagliere e sullo sfondo carote e un barattolo di farina

Gnocchi di carote senza glutine con soli due ingredienti! Li avete mai provati? Facciamoli insieme!

Cosa fare quando nel frigo si hanno solo carote? Ci si inventa un pranzo o una cena ugualmente, giocando con quel che si ha!
Ecco come sono nati questi gnocchi veloci, gustosi e genuini. Sono senza uova e si sposano con tantissimi condimenti. Le carote si cuociono a vapore e vanno raffreddate prima di essere frullate a purea. Si unisce poi la farina che più preferiamo. Io io ho usato quella di riso ma può essere sostituita con farina di miglio o di sorgo, di grano saraceno o di legumi!

Trovate la ricetta in versione video nel miei social. Clicca su Instagram o Facebook per trovarmi.

gnocchi arancione su un tagliere e sullo sfondo carote e un barattolo di farina

gnocchi di carote senza glutine

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 300 g carote pesate crude e mondate
  • 250 g farina di riso circa ( si può sostituire con altra farina)

Procedimento

Lavate e pelate con il pelapatate le carote, tagliatele a rondelle e pesatene 300 grammi ; fatele cuocere a vapore fino ad ammorbidirle. Fate la prova con la forchetta. Una volta morbide, fatele  raffreddare e poi frullate a purea. Unite la farina. Passate l'impasto sopra la spianatoia ben infarinata e amalgamate  bene tutto con le mani fino a formare un impasto omogeneo senza grumi.
Realizzate i cilindri prelevando un po di impasto alla volta, spolverando bene con la farina di riso. Tagliate gli gnocchi tutti della stessa grandezza e passateli sul riga gnocchi o su una forchetta in modo da formare le classiche righe per far aggrappare meglio il sugo.
Fate bollire l'acqua in una pentola capiente. Una volta raggiunto il bollore salate l'acqua e tuffate gli gnocchi. Cuoceranno alcuni minuti dalla ripresa del bollore ( circa 5 minuti) e dal momento che vengono a galla. Fate la prova assaggio, devono essere morbidi senza rompersi.
Scolate li con una schiumarola e trasferiteli in una ciotola per con dirli con il vostro sugo preferito.
Noi amiamo un sugo che sa della mia infanzia : passata di pomodoro, cannella, una spolverata di zucchero e tanto parmigiano.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
due coppette di crema al caffè e sullo sfondo una moka

Il dessert leggero al caffè è una ricetta perfetta quando non si ha voglia o tempo di preparare dolcetti al cucchiaio complicati. Un dolce delicato e cremoso realizzato con soli 3 ingredienti : la ricotta, il caffè e un po’ di eritritolo oppure in alternativa zucchero a velo.

Il dessert leggero al caffè è senza glutine e diventa un fine pasto perfetto per mettere d’accordo tutti . Ideale quando si hanno ospiti dell’ultimo minuto e magari un celiaco!

Si realizza tutto facilmente in pochi minuti inserendo gli ingredienti nella ciotola e amalgamandoli con una frusta a mano. Le coppette devono riposare in frigo qualche ora prima di essere servite. Portatele in tavola con una spolverata di cacao amaro in polvere e qualche chicco di caffè.

Per una variante ancora più veloce potete sciogliere del caffè solubile in acqua fredda. Ottimo anche in versione yogurt greco che può sostituire la ricotta se non piace.

Trovate come sempre il video nelle mie pagine Instagram e Facebook che vi invito a seguire per restare sempre aggiornati!

Nel sito trovate una sezione dedicata a tutti i dolci al cucchiaio!

Ottimo anche il budino al caffè.

 

due coppette di crema al caffè e sullo sfondo una moka

dessert leggero al caffè

Stampa
Tempo di preparazione:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 250 g ricotta ( in alternativa yogurt greco)
  • 40 g eritritolo o zucchero a velo
  • 50 g caffè amaro freddo
  • Una spolverata di cacao amaro per decorare le coppette e qualche chicco di caffè .

Procedimento

in una ciotola inserite la ricotta e lo zucchero. Unite il caffè freddo e con una frusta amalgamate a crema. Versate in piccole coppette o tazzine. Fate riposare in frigorifero qualche ora. Prima di servire decorate con una spolverata di cacao amaro in polvere e qualche chicco di caffè.

Note

Se non vi piace la ricotta sostituite con yogurt greco. Le coppette devono riposare in frigo minimo un'ora prima di servirle. Decorate con cacao amaro in polvere e dei chicchi di caffè. Con questa dose io faccio 3 coppette

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una teglia con una schiacciata di zucchine con in superficie una crosticina

Piena di sapori che si amalgamano meravigliosamente tra loro questa schiacciata di zucchine senza glutine diventa un perfetto aperitivo o apericena ideale per questa stagione. Aggiungete un buon bicchiere di bianco freddo e avrete un’idea facile e veloce da preparare, genuina ma anche sfiziosa ed invitante.

La farina usata è quella di riso ma potete sostituirla con farina di miglio, di quinoa, di grano saraceno, di mais finissima o anche di legumi per una nota in più di sapore.

Trovate il video della ricetta nella mia pagina Instagram @monica_bellin_ . Vi invito a seguirmi nei social per restare sempre aggiornati con consigli e recensioni!

instagram @monica_bellin_

facebook Monica creazioni senza glutine

una teglia con una schiacciata di zucchine con in superficie una crosticina

schiacciata di zucchine senza glutine

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 500 g zucchine
  • 200 g farina di riso o di mais finissima
  • 300 g acqua
  • 50 g olio più 2 cucchiai per la teglia
  • Spezie a piacere
  • Sale q.b
  • 50 g parmigiano
  • 5 cucchiai di farina di mais ( va bene anche quella per polenta istantanea)

Procedimento

Lavare le zucchine e tagliarle a fettine sottili con l'uso della mandolina apposita.
In una ciotola mescolare la farina con l'acqua e l'olio. Versare la pastella sulle fettine di zucchine e mescolare bene.
In una teglia 30x40 cm , foderata da carta forno, spennellate dell'olio e distribuire 3 cucchiai di farina di mais ( io ho usato quella per polenta istantanea).
Versare il composto di zucchine in maniera omogenea su tutta la superficie.
In una ciotolina a parte mescolare  parmigiano con altri 2, 3  cucchiai di farina di mais, aglio in polvere, origano, rosmarino e un pizzico di sale ( si possono usare le  spezie preferite).
Cospargere sulla superficie questo mix è infornare nel forno già a temperatura. Cuocere per circa 30, 35 minuti in modalità ventilata e altri 5 minuti a grill per ottenere una bella crosticina in superficie.

Lasciate intiepidire e portate in tavola!

Aperitivo sfizioso servito !!!

Note

un'idea è quella di sostituire una zucchina con del porro, per ottenere una schiacciata ancora più saporita.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un plumcake visto dall'alto con una fetta tagliata a lato in un piattino e tante albicocche intorno

Il pan di albicocche senza glutine nasce in un pomeriggio di maggio e di pioggia. Vi racconto com’è andata… Mi è stato regalato un cesto di albicocche naturali grosse e profumate: un dono che sicuramente ha rallegrato la giornata dal cielo grigio. Un kilo di frutta l’ho usata subito per fare una deliziosa confettura e mentre sobbolliva lentamente che fare con le restanti albicocche? Un soffice plumcake da mangiare a colazione!

Ecco quindi come nasce la ricetta del pan di albicocche glutenfree. Le albicocche sono frullate e non c’è bisogno né di burro né di olio. E’ una torta soffice e umida tutta da mordere. Si prepara mettendo tutti gli ingredienti nel frullatore e in 5 minuti è pronta da infornare. Una torta che vi farà innamorare come tutti i pan di frutta.

Avete provato le altre presenti nel sito?

Il pan di limone ad esempio oppure il pan di mele o il pan di pere e cacao. Ottimo anche il pan di zucca e cannella o il pan di kiwi nella stagione fredda e nella bella stagione il pan di pesche.

Vi aspetto nella pagina Instagram per tanti consigli e il video di questa ricetta.

 Ma ora seguitemi che vi racconto come preparare il Pan di albicocche senza glutine.

Una bontà soffice e davvero deliziosa!!!

Tutta da provare!!!

Vi aspetto nella pagina Instagram @monica_bellin_

un plumcake visto dall'alto con una fetta tagliata a lato in un piattino e tante albicocche intorno

pan di albiccocche senza glutine

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per uno stampo 10x30:
  • 300 g albicocche mature e morbide denocciolate
  • 3 uova
  • 150 g farina di riso
  • 70 g fecola di patate
  • 100 g zucchero
  • 50 g latte o bevanda vegetale
  • 1 bustina di lievito per dolci vanigliato

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Pulite e tagliate le albicocche a tocchetti. Frullatele con il latte nel mixer per ottenere una purea. Unite ora le uova con lo zucchero e infine le polveri. Amalgamate il composto e versatelo nello stampo da plumcake 10x30 cm foderato da carta forno. Infornate nel forno già in temperatura a 180 gradi, modalità ventilata per circa 40 minuti. Fate sempre la prova stecchino prima di togliere il dolce dal forno.

Una volta raffreddato, toglietelo dallo stampo e spolveratelo con lo zucchero a velo!

Nella mia pagina Instagram trovate anche il video reel della ricetta.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un piattino con dei biscotti visto dall'alto con a lato una tazza di the e una teiera

I biscotti latte e miele senza glutine sono una delle tante ricette presenti del mio ultimo libro SENZA GLUTINE CON AMORE, capitolo “l’ora del the”

In quel capitolo ci sono molte altre proposte e consigli per condividere il piacere della merenda. Ho elencato le accortezze per evitare le contaminazioni da glutine in caso di presenza alla tavola di un celiaco.

Il piacere della merenda deve essere per tutti e in maniera sicura. Ma torniamo ai nostri biscotti, che sono una vera e propria coccola da inzuppare.

Sono delicati nel sapore e profumano di latte e miele: io ho usato quello di acacia che amo particolarmente. Hanno una consistenza perfetta per essere inzuppati. Sono molto semplici da realizzare: gli ingredienti si impastano velocemente a mano e dopo aver ottenuto il composto un po’ più morbido di una frolla, si formano dei cilindri come per fare gli gnocchi. Dopo aver tagliato i biscotti, si formano le righe in superficie con il retro di una forchetta schiacciando leggermente.

Il gusto del latte e miele si sposa benissimo con il neutro della farina di riso e la dolcezza della fecola.

Nelle mie pagine social ho condiviso il video e vi invito a seguirmi giornalmente in Instagram e in Facebook per restare aggiornati con consigli e contenuti video.

un piattino con dei biscotti visto dall'alto con a lato una tazza di the e una teiera

biscotti latte e miele senza glutine

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per circa 26 biscotti:
  • 50 g burro
  • 80 g miele di acacia
  • 1 uovo
  • 50 g latte
  • 200 g farina di riso
  • 100 g fecola di patate
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento

Lavorate con la forchetta il burro morbido e lo zucchero. Aggiungete l’uovo e il latte. Incorporate la farina e il lievito. Create una frolla morbida ma non appiccicosa amalgamando tutti gli ingredienti. Prelevate un po’ di impasto alla volta. Formate dei cilindretti e tagliateli a pezzetti lunghi circa 4 cm. Schiacciate leggermente ogni biscotto con la forchetta rovescia in modo da ottenere le righe in superficie. Sistemate i biscotti sulla teglia del forno ricoperta da carta forno ben distanziati tra loro. Cucinateli nel forno preriscaldato a 180 gradi per circa 15 minuti. Quando saranno raffreddati, potete scegliere se lasciarli bianchi o glassare metà di ogni biscotto con del cioccolato fuso.

Note

variante : potete sostituire 100 g di farina di riso con farina di grano saraceno finissima o di miglio o di mais finissima

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
biscotti posati su un piano di legno con a lato delle banane

Oggi prepariamo in casa i biscotti senza uova con avena e banane. Sono senza glutine, senza lattosio, senza zuccheri aggiunti e senza farine. Metteremo d’accordo tutti con questi dolcetti genuini. Sono perfetti per la prima colazione o per la merenda. Sono golosi con uvetta e gocce di cioccolato e allo stesso tempo sono biscotti leggeri e ricchi di fibre! Questi biscotti nascono da 3 banane troppo mature lasciate in dispensa e la voglia di realizzare una colazione sana. Et voilà!

APPROFINDIMENTO:

L’avena è un cerale dalle alte proprietà nutritive. Si può trovare come farina bianca o integrale, in chicchi o in fiocchi. In ogni sua forma si caratterizza per un sapore abbastanza neutro, in alcuni casi tendente al dolce, fattore che la rende incredibilmente versatile in cucina. In passato era stata esclusa dalla dieta gluten-free dei celiaci ma in realtà l’avena è naturalmente priva di glutine. Il comitato scientifico dell’AIC, l’Associazione Italiana Celiachia, assicura infatti che i celiaci posso introdurre i prodotti a base di avena nella loro dieta a patto di sincerarsi di acquistare esclusivamente quella etichettata certificata MA in completa remissione clinica e sierologica della patologia e che stiano seguendo la dieta senza glutine da almeno due anni. In questo caso possono integrarla alla propria dieta ma sotto controllo medico per verificare che non ci sia qualche sensibilità. 

Nonostante l’etichettatura glutine, infatti, ci sono celiaci che proprio non la tollerano e avvertono sintomi da contaminazione da glutine quando la ingeriscono. I chicchi invece non possono essere consumati dai celiaci perché, essendo un alimento “non trasformato” per legge non può utilizzare il claim senza glutine e quindi non può essere certificato.

In cucina: viene spesso utilizzata in fiocchi in granole, barrette o prorridge, oppure in chicchi decorticati nelle zuppe (sconsigliati per i celiaci perché non possono essere certificati). Come farina è ottima per fare il pane, pancake, torta e biscotti.

biscotti posati su un piano di legno con a lato delle banane

biscotti senza uova con avena e banane

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • ingredienti per circa 20 biscotti:
  • 3 banane mature
  • 200 g fiocchi di avena ( senza glutine in caso di celiachia)
  • 2 manciate di uvetta ammollata in acqua e strizzata
  • 2 manciate di gocce di cioccolato
  • ( a piacere anche mandorle e nocciole tritate)

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi. Schiacciate le banane in una ciotola con una forchetta (devono essere belle mature). Unite  il resto degli ingredienti e fate un impasto omogeneo. Realizzate i biscotti prelevando un po' di impasto a cucchiaiate e disponendolo sulla teglia del forno foderata. Schiacciate leggermente i biscotti e cuocete nel forno già caldo a 180 gradi per circa 20 minuti. Lasciate raffreddare e... Ecco i vostri biscotti morbidi senza sensi di colpa. Ottimi in qualsiasi ora della giornata!

Note

i fiocchi di avena in caso di celiachia devono essere certificati o riportare la dicitura senza glutine.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una crostata vista dall'alto con la scritta celiachia mia

Con questo articolo ti spiego la celiachia in maniera semplice!

Il 16 maggio si è celebrata la giornata mondiale della CELIACHIA e io ho realizzato un video come veneto creator in collaborazione con la Regione Veneto e l’ente di salute e prevenzione. Un modo per sensibilizzare e avere il supporto di più persone informate. Purtroppo la mia malattia è ancora poco conosciuta o si tratta con superficialità.

FACCIAMO CHIAREZZA IN MODO SEMPLICE

La celiachia è una malattia autoimmune, che è scatenata dall’ingestione di glutine nei soggetti geneticamente predisposti. La celiachia quando arriva è per sempre e l’unica cura è la dieta rigorosa senza glutine.

La malattia celiaca non ha gradi: o si è celiaci o no. Non esistono persone più celiache o meno celiache!

Può però presentare tanti sintomi differenti e a volte addirittura nessun sintomo! Se sei sintomatico non significa che la tua celiachia è più grave di chi non ha sintomi, semplicemente la manifesti in modo diverso. I danni intestinali dei celiaci sintomatici e asintomatici sono gli stessi.

sintomi classici 72% : diarrea, perdita di peso, malassorbimento,

sintomi non classici 52% : anemia, osteoporosi, perdita dei capelli (alopecia), ulcere e lesioni ricorrenti nella bocca (aftosi orale ricorrente), perdita dello smalto dentario (ipoplasia), problemi neurologici, pelle (dermatite erpetiforme considerata una variante della malattia celiaca, anche se molto raramente la Dermatite Erpetiforme si presenta con le caratteristiche lesioni della mucosa duodenale della celiachia.

asintomatici 21% : nessun sintomo

LA DIAGNOSI arriva dopo gli esami del sangue specifici (gli anticorpi anti-transglutaminasi) e negli adulti anche biopsia intestinale, che attesta l’atrofizzazione dei villi. Gli esami vanno svolti in ospedale e a dieta con glutine altrimenti i risultati non sono veritieri. Non valgono i test genetici che si fanno solo per verificare la predisposizione né i test di intolleranza perché non sono riconosciuti.

Grazie al Sistema Sanitario Nazionale ogni celiaco ha diritto  all’’esenzione e all’erogazione di buoni mensili suddivisi per fascia di età e sesso, calcolati in base al fabbisogno calorico della popolazione media. Sono di diritto ai celiaci per venire incontro e colmare il divario dei prezzi dei prodotti senza glutine da quelli con glutine.

La difficoltà più grande dei celiaci è gestire le CONTAMINAZIONI DA GLUTINE dentro e fuori casa. Anche una semplice posata sporca di glutine corrisponde ad un potenziale rischio!

La celiachia è una cosa seria: non è nè una moda nè un capriccio, è una malattia fisica e può avere anche aspetti psicologici e sociali ecco perché c’è bisogno del supporto di tutti in modo d’avere persone informate e locali sicuri grazie alle apposite formazioni proposte dalle nostre ULSS.

DAL MIO LIBRO “SENZA GLUTINE CON AMORE” : dopo la diagnosi mi sentivo persa, impaurita, incapace. Non conoscevo la celiachia, ero ignara delle problematiche che possono causare anche le piccole contaminazioni. Ricordo il blocco dei primi mesi, nei quali mangiavo solo confezionato per il terrore di contaminarmi e star male. Essere l’unica celiaca in una famiglia numerosa significava sentirsi un problema. Ero come bloccata. A disagio. Poi ha prevalso il buon senso. Vedendo il mio corpo star meglio ho capito che dovevo impegnarmi per volermi bene. Stavo rinascendo e io desideravo utilizzare al meglio la mia nuova energia! Ho riorganizzato la cucina, ho rivoluzionato la dispensa, ho creato degli spazi miei, ho studiato, ho sperimentato, ho insegnato a chi mi era intorno come gestire la cucina senza rischi per me, ho cominciato nuovamente ad impastare: prima con i mix industriali e poi con le farine naturali.

ATTENZIONE: se un membro della famiglia riceve una diagnosi di celiachia NON bisogna eliminare il glutine nell’alimentazione di tutti per evitare contaminazioni in casa. Perché?

•Il glutine non è dannoso se non si è celiaci o allergici.

•Se in futuro dovesse svilupparsi una di queste patologie non si avrebbe la possibilità di indagare.

Dopo qualche anno ho aperto un blog e condiviso le prime ricette, i consigli, il mio mondo. Ho iniziato a sentirmi utile per una buona causa. Avevo il desiderio forte e la volontà di sensibilizzare, di dimostrare che si può cucinare bene senza glutine ma in maniera naturale con le farine alternative in purezza.

  • Ho collaborato con la rivista Celiachia Magazine con una mia rubrica,
  • Ho pubblicato nel 2021 il ricettario “dolci per tutti con le farine naturali senza glutine”  
  • A dicembre 2022 è uscito il libro “naturalmente senza glutine” con oltre 100 preparazioni esclusivamente con farine naturali. 
  • A ottobre 2023 ho pubblicato “senza glutine con amore” con consigli, approfondimenti e 80 ricette divise per occasione.
  • Il nuovo anno mi vede partecipe in un progetto per la regione come Veneto Creator nella sezione salute e prevenzione.

La celiachia per me è diventata complice, amica, rinascita, risorsa, opportunità: una parte speciale di me.

L’occasione per rifiorire.

Ogni giorno condivido ricette e consigli con le farine naturali senza glutine, vi aspetto nella mia pagina Instagram @monica_bellin_ e in Facebook alla pagina pubblica Monica Creazioni Senza Glutine

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torta ricoperta di panna con lamponi e mirtilli

Qualche giorno fa, il 18 maggio,  io ed Enrico abbiamo festeggiato 22 anni di matrimonio insieme. Ho condiviso con la mia famiglia una torta speciale senza glutine con yogurt greco. Una nuvola di pan di spagna glutenfree con una farcitura deliziosa di crema allo yogurt greco, panna e tanti piccoli frutti.

A guardarla sembra una torta complicata ma non è così: con qualche piccola accortezza si può realizzare un dolce semplice ma scenografico che piacerà a tutti. E’ la classica torta che mi piace mettere in tavola ai compleanni!

Potete vedere il video nella mia pagina Instagram e vi invito a seguirmi giornalmente nelle storie per non perdervi consigli e tante altre ricette veloci.

Se cercate una torta per le feste numerose la ricetta perfetta è “torta grande per cerimonia” 

Nella sezione “torte per le feste” potete trovare tante altre idee e per tutti i gusti!

 

una torta ricoperta di panna con lamponi e mirtilli

torta speciale senza glutine con yogurt greco

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per pan di spagna 24 cm:
  • 5 uova a temperatura ambiente
  • 150 g zucchero
  • 100 g farina di riso finissima
  • 50 g amido di mais o riso (in alternativa fecola di patate)
  • Buccia grattugiata di limone naturale
  • Per la crema :
  • 250 g panna liquida fredda da montare
  • 400 g di yogurt greco
  • 3 cucchiai di zucchero a velo o eritritolo
  • Per farcire e decorare: mirtilli, lamponi ( o altri piccoli frutti come more e fragoline)
  • Per la bagna: spremuta di limone o arancia allungata con acqua.

Procedimento

Per prima cosa accendete il forno e preriscaldatelo a 180 gradi. Montate le uova a temperatura ambiente con lo zucchero per almeno 10 minuti fino a farle diventare spumose e chiare. Aggiungete la buccia grattugiata di limone. Unite le polveri setacciate. Mescolate il tutto con delicatezza fino ad ottenere un composto liscio e cremoso. Versate in uno stampo 22, 24 cm apribile, imburrato ai lati e foderato di carta forno sul fondo. Mettete a cuocere nel forno già caldo a 180 gradi per circa 30,35 minuti. Fate la prova stecchino. Il pan di spagna è cotto quando lo vedi staccarsi qualche millimetro dal bordo della tortiera. Lasciate raffreddare 10 minuti prima di aprire lo stampo. Il pan di spagna deve essere completamente raffreddato prima di tagliarlo e farcirlo. Per la crema : montate bene la panna con lo zucchero nella planetaria o con le fruste elettriche. Unite lo yogurt greco  e montate un altro minuto fino a formare una crema soda. Tagliate il pan di spagna freddo a metà formando 2 dischi.  Bagnate la base e spalmate uno strato di crema. Distribuite una parte dei piccoli frutti. Bagnate leggermente anche l'interno del secondo disco e posatelo sopra alla base con la farcia. Premete leggermente e con la restante crema formate la copertura su tutta la torta spatolando. Livellate con una spatola i lati e decorate con i frutti rimasti la superficie. Personalizzate con delle foglioline di menta o come ho fatto io con rametti di erba Luigia ( profuma di liquirizia!)

Lasciate raffreddare in frigorifero 2, 3 ore prima di servirlo. Meglio ancora se realizzate la torta il giorno prima e decorate la superficie poco prima di portare in tavola.

Note

Potete realizzare il composto del pan di spagna con la planetaria oppure con il bimby. Se usate il bimby inserite all'interno del boccale la farfalla. Impostate a temperatura 37 gradi, inserite le uova con lo zucchero e la buccia grattugiata di limone. Impostate il tempo a 12 minuti e azionate a velocità 4. Il composto diventerà alto e spumoso. Terminato il tempo unite le polveri e azionate 20 secondi a velocità 3. Versate il composto nella tortiera ben imburrata e infarinata e procedete come da ricetta sopra.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
mele a lato e un piattino con dei biscotti rotondi dorati

Dolcetti morbidi mela e cocco, senza glutine, senza uova, senza burro, senza olio, senza farine e senza zucchero. Solo 1 mela e circa 50 g di cocco rapé per realizzare delle pepite delicate sia nella consistenza che nel sapore. Devo dire che non si possono classificare come biscotti ma sono perfetti per uno dolcetto sano senza pensieri. Ho pensato che a molti di voi potrebbe piacere come idea, visto il grande successo dei dolcetti banana e avena senza uova.

mele a lato e un piattino con dei biscotti rotondi dorati

dolcetti morbidi mela e cocco

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 1 mela piuttosto succosa di media grandezza
  • 50 g circa di cocco rapè

Procedimento

Sbucciate la mela, tagliatela a pezzetti, inseritela nel mixer e frullatela. Potete anche grattugiarla finemente a purea. Unite il cocco rapé e mescolate  per ottenere un composto morbido. Aiutandovi con un cucchiaio o le mani bagnate, realizzate delle palline e adagiatele sulla teglia foderata. Cuocete nel forno già caldo a 180 gradi per circa 25 minuti, fino a quando le pepite risulteranno abbastanza dorate. Lasciate raffreddare completamente prima di posizionarle sul piattino.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
Ultimi post

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.