Home Autore
Autore

Monica Bellin

biscotti su un'alzata con sotto delle zucche

I biscotti morbidi alla zucca senza uova e senza burro sono la versione veg della ricetta presente già nel blog e che era piaciuta molto. Sono dei biscotti semplici da realizzare e perfetti per questo periodo.

Per prepararli serve la purea di zucca cotta: io ho usato la butternut.

Il procedimento è molto veloce, lo trovate anche in versione reel nella mia pagina Instagram.

biscotti su un'alzata con sotto delle zucche
Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.5/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 150 g purea di zucca cotta
  • 50 g zucchero ( semolato o di canna)
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 50 g olio di semi
  • 150 g farina di riso
  • 50 g fecola
  • zucchero a velo per la superficie

Procedimento

Pulite e tagliate la zucca a tocchetti. Fatela cuocere a vapore fino ad ammorbidirla. Trasferite la zucca cotta in una ciotola e con una forchetta schiacciate a purea. Lasciate intiepidire e unite lo zucchero, con l’olio e la cannella. Aggiungete le polveri e amalgamate il composto morbido, a bisogno regolatevi con un po’ di farina. Fate le palline con le mani e passatele nello zucchero a velo. Posatele sulla teglia del forno foderata e schiacciate leggermente.

I biscotti cuociono a 180 gradi, nel forno già caldo per circa 20 minuti, modalità ventilata.

Varianti:

potete sostituire la farina di riso con altre farine per donare dei sapori diversi, ad esempio farina di sorgo, o farina di miglio, o farina di castagne.

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torretta di pancakes con sullo sfondo delle zucche

I pancakes salati alla zucca senza glutine e senza uova, sono una sfiziosa e perfetta idea per la stagione autunnale. Con una piacevole nota aromatica alla noce moscata e grano saraceno, possono essere gustati a colazione, merenda, in un aperitivo o in occasione di un bel brunch domenicale. Facili e veloci da preparare: basterà cuocere la polpa di zucca a vapore, frullarla e poi mescolarla al resto degli ingredienti. Una volta ottenuta una pastella liscia e omogenea, si procede alla cottura nella padella antiaderente leggermente oleata, un mestolo alla volta. Il risultato finale sono delle frittelline soffici e fragranti, pronte per essere farcite a proprio gusto!

Come sempre trovate nelle mia pagine social, Instagram e facebook , la versione video reel.

Vi aspetto nei commenti e fatemi sapere quale sarà la vostra farcitura per servirli al meglio!

una torretta di pancakes con sullo sfondo delle zucche

pancake salati alla zucca senza glutine e senza uova

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per circa 15 pancake:
  • 200 g pure di zucca cotta
  • 50 g parmigiano grattugiato
  • 200 g circa di latte o bevanda vegetale
  • 150 g farina di grano saraceno finissima
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo

Procedimento

Pulite e togliete la buccia alla zucca. Tagliatela a tocchetti e cuocetela a vapore. Una volta ammorbidita schiacciatela in una ciotola a purea e lasciatela intiepidire. Unite il parmigiano, il latte, la farina e il lievito. A bisogno regolatevi con il latte o la bevanda vegetale scelta in modo che la pastella risulti cremosa e omogenea. Procedete con la cottura dei pancake oleando un pochetto una padella antiaderente. Versate un cucchiaio alla volta di pastella e quando fa le bolle cuocete nell’altro lato. Impilate i vostri pancake su un piatto e farciteli a vostro gradimento. I pancake salati alla zucca possono essere un ottimo sostitutivo del pane. Da accompagnare ai secondi o semplicemente da consumare a merenda o come antipasto farciti con salumi affettati o formaggi, sono bonissimi! Provateli e fatemi sapere!

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una donna bionda con una pentola rossa in mano a lato di una credenza ricca di vasi di vetro con farine

Questa settimana ho avuto il piacere di fare una diretta con la mia casa editrice. Abbiamo illustrato il nuovo libro e parlato di cosa c’è dietro al mio progetto. Vi riassumo in questo articolo l’intervista perché so che molti di voi non sono nei social e che mi seguite con affetto solo qui nel blog.

Ecco a voi un estratto della diretta che ho riassunto in breve.

  1. Raccontaci che cos’è Senza glutine con amore.

Senza glutine con amore è il mio nuovo libro! Dopo Naturalmente senza glutine, uscito il 20 dicembre 2022, un libro che ha avuto un successo incredibile, arriva questo nuovo volume intitolato SENZA GLUTINE CON AMORE. Più che ricettario, io amo definirlo un cammino da fare insieme a coloro che lo leggeranno. Un cammino che va dalla scoperta della mia celiachia, a fine 2011, fino alla consapevolezza e posso dire anche leggerezza, di vivere la mia patologia. Comincia infatti con un aneddoto privato sulla scoperta della diagnosi e si conclude con un capitolo intitolato “Oggi” , dove si percepisce la mia serenità di cucinare senza glutine per i miei cari. All’interno del nuovo libro ci sono ricette e approfondimenti divisi per occasioni che ho scelto in base anche a tutte le domande che giornalmente mi vengono fatte dalla mia community social.

  • Com’è nato questo libro e perché hai sentito la necessità di scriverlo?

Questo libro nasce semplicemente grazie a tutte le domande e ai messaggi che ogni giorno ricevo nei direct nelle mie pagine social e alle quali rispondo da tempo. Ho semplicemente voluto realizzare un libro che risolvesse in maniera semplice a tutti quei dubbi, domande e problematiche che avevo io stessa qualche anno fa. E’ un libro di facile lettura dedicato a neo diagnosticati di qualsiasi età, genitori di bambini o ragazzi neodiagnosticati, persone con altre patologie e che hanno l’esigenza di cucinare con farine prive di glutine ma va bene anche a tutti coloro che desiderano avvicinarsi ad una cucina più genuina. Infondo le farine naturalmente prive di glutine vanno veramente bene a tutti!

  • Prima di concentrarci sul libro, vorrei parlare di te. Com’è nato il tuo amore per la cucina?

Non so se è amore per la cucina, io lo chiamerei più che altro amore verso me stessa, per chi mangia con me sia alla mia tavola che virtualmente. Infondo la mia dieta senza glutine è prima di tutto unica terapia per la mia celiachia ma che si è trasformata in CURA e ATTENZIONE per star bene e ritrovare anche i sapori persi post diagnosi. Ho scritto anche in un capitolo del libro che io non ho mai amato applicarmi in cucina ma la celiachia mi ha dato il motivo giusto per farlo.

  • Cos’hai provato quando hai avuto la diagnosi di celiachia? E com’è cambiato il tuo rapporto con la cucina dopo?

Ah di questo parlo nel libro!!! Dopo la diagnosi ho avuto un blocco psicologico e in cucina per diversi mesi. La mia diagnosi all’inizio l’ho vista come una punizione in una vita tra l’altro già complicata con una famiglia numerosa e all’epoca con 3 bimbi piccoli da gestire. Nel primo periodo mi limitavo a prendere solo cose confezionate per il terrore di contaminare e star male. Dovevo imparare a capire come vivere con la celiachia e soprattutto dovevo capire come gestire una nuova cucina in sicurezza. Nel primo periodo odiavo proprio la cucina. Poi con i mix senza glutine dedicati ho incominciato nuovamente a prendere coraggio e a sfornare qualcosa di buono…

  • Torniamo al libro: perché dai così tanta importanza alle farine naturali?

Ho usato per diversi anni i mix dedicati, le miscele già pronte e facili da usare per noi celiaci. Sono miscele industriali che trovo davvero ancora utili per prender coraggio e per semplificare la cucina glutenfree. Nel mio blog si trovano ancora vecchie ricette con i mix perché è stato il mio punto di partenza. Poi, un po’ alla volta, ho iniziato a realizzare qualche preparazione con le farine naturali. Ho scoperto un mondo più saporito e sicuramente più genuino. Dovendo cucinare per un’intera famiglia di 6 persone mi sentivo un po’ in colpa a dover impastare sempre con mix ricchi di gomme e zuccheri, ecco quindi la passione per cereali alternativi, pseudocereali e farine di frutta secca e legumi: un mondo naturale, sano e adatto a tutti!

  • Come mai hai deciso di inserire all’interno del libro non solo le ricette, che sono centrali, ma anche estratti della tua vita?

Credo che dopo Naturalmente senza glutine, dove si trovano oltre 100 ricette, volevo far capire nella maniera più semplice, come sia stata la mia rinascita post diagnosi e il mio cammino. E poi spesso mi viene chiesto di raccontare di me… ho imparato che le esperienze degli altri ci fanno sentire meno soli e ci incoraggiano. Le storie personali possono essere di esempio.

  • Quarta di copertina: per molti la diagnosi è una specie di condanna. Come sei riuscita a rivalutarla?

Quando si comincia a star bene di salute, si riscopre nuova forza quindi mi piace chiamarla risorsa! E’ una vita più complicata sicuramente, soprattutto quando si è fuori casa, ma non bisogna scordare che la celiachia è una malattia per la vita e l’unica terapia è la dieta rigorosa priva di contaminazioni da glutine; non c’è scelta che trasformarla in occasione di cambiamento.

  • Oltre alla cucina, si può dire anche che tu abbia una passione per la fotografia? Le foto del libro le hai fatte tu e sono splendide, com’è nata?

Da sempre sono autodidatta in tutto. Quando ho aperto il canale instagram e il blog, ero capace solo di cucinare… ho imparato col tempo e da sola a fotografare senza tecniche ma solo cercando di trasmettere le emozioni! Ho imparato anche a fare la videomaker, a gestire i social e pure a scrivere in un blog. Le foto dei miei libri le ho scattate tutte da sola, nella mia cucina e con luce naturale!   Tutti gli scatti dei cibi sono rigorosamente puri, senza ritocchi, ci tengo siano così per far vedere la realtà della preparazione stessa: nessun inganno insomma, tutto autentico anche nelle foto. Ringrazio per la foto di copertina e per le 3 interne dove appaio io, Chiara Vivian, che in 10 minuti ha saputo cogliere la spontaneità e il calore che volevo.

  • A chi consigli questo libro?

Lo consiglio prima di tutto ai celiaci, di qualsiasi età perché è di facile lettura e come sempre le mie ricette sono alla portata di tutti. E’ un libro che serve soprattutto ai neo diagnosticati e ai conoscenti che vogliono informarsi di più e sapere come gestire le contaminazioni. Ma è un libro adatto davvero a tutti coloro che desiderano cucinare in maniera sana e genuina con le farine naturali senza glutine.

E ora non vi resta che prendere il libro e fare di ogni ricetta la vostra poesia. Aspetto le vostre recensioni in google e qui nei commenti.

Ricordate: cucinare vuol dire prendersi cura!

Monica

0 commento
2 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
torta arancione con decorazione a volpe contornata di foglie secche carote e mandorle

Un profumo di torta di carote e mandorle, ovviamente senza glutine!

Oggi è una tipica giornata di autunno, con il cielo grigio, che promette pioggia, l’aria fredda e il paesaggio intorno che ha cambiato decisamente colori.

Anche il mio armadio oggi sta cambiando colori: ho deciso infatti di dedicarmi alla sistemazione dei vestiti e e al decluttering delle cabine. Un vero lavoro quando si è in sei in famiglia.

A rallegrare l’atmosfera però è arrivato il profumo di buono di questa torta!

Una torta che con i suoi ingredienti vi avevo già fatto conoscere nel mio primo ricettario! Vi ricordate il mio primo libretto pubblicato in collaborazione con Glusearch? Si chiamava “dolci per tutti con le farine naturali senza glutine” e c’erano dei mini plumcake deliziosi.

Li ho voluti trasformare in una torta simpatica e autunnale, decorata a volpina!

Trovate il video di questa ricetta in versione reel sia in Instagram che nella pagina Facebook , che vi raccomando di seguire!

Vi leggo nei commenti e vi aspetto nei social!

torta arancione con decorazione a volpe contornata di foglie secche carote e mandorle

torta di carote e mandorle

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 150 g carote
  • 90 g zucchero
  • 50 g mandorle
  • 150 g farina di riso
  • 2 uova
  • 50 g olio di semi
  • 1 bustina di lievito per dolci

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità ventilata. Iniziate pulendo le carote e tagliandole a pezzetti. Inseritele in un frullatore con le mandorle e frullatele carote unendo anche l’olio. Aggiungete lo zucchero, le uova e mescolate bene. Infine unite la farina di riso con il lievito e amalgamate  il composto in modo che sia denso e senza grumi.

Versatelo nella tortiera foderata, diametro 22 cm. Cuocete nel forno già a temperatura circa 35 minuti ma fate la prova stecchino dopo i 30 minuti.

Una volta raffreddata, toglietela dallo stampo e decoratela con l'aiuto di un foglio per cospargere lo zucchero a velo a forma di musetto di volpe. Fate gli occhi e il naso con delle mandorle.

 

Variante: potete in alternativa glassare la vostra torta con una colata di cioccolato fondente. Potete arricchire l'impasto con amaretti sbriciolati senza glutine e gocce di cioccolato.

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torta vista dall'alto al cacao con a lato prugne e mandorle

La rovesciata di prugne con cacao e mandorle è piaciuta tantissimo nella mia pagina Instagram e  ha avuto un numero altissimo di repliche. Peccato che la foto non renda molto ma credetemi è una torta super deliziosa.

La rovesciata di prugne al cacao e mandorle è un insieme di sapori incredibili :  una coccola per il palato e il naso. Un dolce soffice, goloso, naturalmente senza glutine e anche senza burro. Come sempre una ricetta semplice da fare, veloce, genuina e d’effetto perfetta per questa stagione.
Se non amate il cacao potete sostituirlo nella stessa quantità con amido di mais: risulterà una rovesciata ancora più d’effetto perché il viola delle prugne risalterà sulla base chiara.

Come vi ho anticipato potete trovare la versione video reel nella pagina Instagram e anche nella pagina Facebook.



una torta vista dall'alto al cacao con a lato prugne e mandorle

rovesciata di prugne con cacao e mandorle

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 3 uova
  • 150 g zucchero
  • 80 g olio di semi di mais
  • 100 g farina di riso
  • 30 g cacao amaro in polvere
  • 70 g mandorle tritate finemente
  • 1 bustina di lievito per dolci ( se si è celiaci deve essere indicato senza glutine)
  • Prugne fresche da tagliare a metà da mettere sul fondo insieme a 2 cucchiai di zucchero di canna o semolato

Procedimento

Pulite e tagliate a metà le prugne fresche. Foderate una tortiera diametro 22 cm con carta forno. Cospargete 2 cucchiai di zucchero semolato o di canna sul fondo e disponete le mezze prugne con la parte esterna verso l’alto. Tenete da parte e occupatevi dell’impasto. In un mixer frullate finemente le mandorle: vi serviranno in un secondo momento. In una ciotola rompete 3 uova e unite lo zucchero. Montate bene con le fruste elettriche per qualche minuto. Unite l’olio e il latte. Mescolate nuovamente e aggiungete le mandorle precedentemente tritate al mixer. Setacciate la farina, il cacao e il lievito. Amalgamate il composto in modo che sia privo di grumi e a gradimento unite un cucchiaio di liquore prugna (ci sta benissimo anche una spolverata di cannella!).
Versate il composto sopra la base di prugne e mettete a cuocere nel forno già preriscaldato e in temperatura a 180 gradi per circa 45 minuti. Fate la prova stecchino per verificare dopo circa 35 minuti.
Lasciate intiepidire e togliete la torta dallo stampo, rovesciandola sul piatto da portata. Togliete delicatamente la carta forno et voilà! La vostra rovesciata è pronta per essere servita, magari accompagnata da una pallina di gelato alla crema.

Variante:
potete aggiungere delle gocce di cioccolato, aromatizzare con cannella o un cucchiaio di liquore.

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
in primo piano una crostata di frolla ricca di foglioline

La crostata autunnale è una torta davvero deliziosa e molto scenografica se decorata come in foto con tante foglioline di frolla sulla superficie. Questa torta potete vederla realizzata in versione video reel proprio oggi nella mia pagina instagram e facebook.

La farcia è un doppio strato delicato formato da ricotta, gocce di cioccolato fondente e crema di marroni.

La crema di marroni  mi ricorda tantissimo l’infanzia e la stagione fredda. Ho usato quella della zuegg che è senza glutine e vegana.

Provate questa crostata anche con la versione frolla di farina di castagna e se vi piace, aromatizzate la ricotta con la cannella come troverete indicato nella ricetta qui sotto.

Vi aspetto nella pagina instagram per il video reel

Felice domenica

in primo piano una crostata di frolla ricca di foglioline

crostata autunnale

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per la frolla:
  • 1 uovo e 1 tuorlo
  • 80 g zucchero
  • 100 g burro
  • 150 g farina di riso più quella per lo spolvero
  • 50 g amido di mais
  • 50 g fecola di patate
  • buccia di limone grattugiata
  • ingredienti per la farcia:
  • 330 g crema di marroni (1 vasetto zuegg)
  • 250 g ricotta vaccina da banco frigo
  • 3 cucchiai di gocce di cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio di cannella in polvere

Procedimento

Per prima cosa preparate la frolla. Mettete in una ciotola lo zucchero e il burro. Lavorate con una forchetta per creare una crema. Unite l’uovo, il tuorlo e infine aggiungete le polveri con la buccia di limone grattugiata. (potete preparare la vostra frolla anche nella planetaria). Lavorate velocemente a mano la frolla e quando avrete ottenuto un impasto sodo avvolgetelo nella pellicola per alimenti. Fate riposare la vostra frolla in frigorifero almeno 30 minuti prima di usarla. Trascorso il tempo prelevate un pezzetto di frolla e stendetela sulla spianatoia o su carta forno ben spolverata da farina di riso. Ricavate la base spessa circa 3 millimetri e di un diametro di 22 cm. Foderate la tortiera e realizzate i bordi con delle palline di frolla fino a coprire tutta il perimetro. Schiacciate leggermente il centro di ogni pallina per realizzare un bel bordo. A parte in una ciotola preparate a crema la ricotta mescolandola con le gocce di cioccolato. Spalmate sulla base di frolla la crema di marroni e sopra la crema di ricotta. Stendete nuovamente sulla spianatoia la pasta frolla restante e formate con un taglia biscotti tante foglioline per ricoprire la superficie della crostata. Cuocete nel forno già caldo a 180 gradi per circa 30, 35 minuti modalità ventilata. Lasciate raffreddare completamente prima di servire. Meglio ancora se dopo il raffreddamento a temperatura ambiente, fate riposare in frigo la crostata coperta per qualche ora in modo che la crema si rassodi bene e le fette restino intatte al taglio.   Variante: ottima anche nella versione frolla con farina di castagne    

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torta rotonda vista dall'alto con una fetta tagliata

Oggi trovate nella mia pagina instagram il video reel di questa torta crumble alle mele. Una torta golosissima, composta da una base morbida al burro, un ripieno irresistibile alle mele e una copertura croccante di briciole di frolla. Un doppio impasto da realizzare facilmente a mano con farina di riso, farina di grano saraceno e fecola. Nel mio libro Naturalmente senza glutine, capitolo torte, trovate anche la versione ai frutti rossi. E’ un dolce davvero irresistibile con queste 3 consistenze diverse che si sciolgono in bocca. Da provare anche con una farcia di pere e gocce di cioccolato. Sbizzarritevi con le idee !

Vi aspetto nella mia pagina instagram e se cercate altre ricette con le mele, inserite nella lente a lato del blog “mele” e vi appariranno tutte le preparazioni con questo ingrediente.

 

una torta rotonda vista dall'alto con una fetta tagliata

torta crumble alle mele

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per la base di torta diametro 22 cm:
  • 80 g di burro morbido
  • 50 g di zucchero semolato
  • 2 uova medie
  • 50 g di farina di riso
  • 50 g fecola di patate
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • buccia di limone grattugiata
  • Ingredienti per il crumble:
  • 150 g farina di grano saraceno finissima
  • 100 g di burro freddo a pezzetti
  • 100 g di zucchero di canna
  • un pizzico di sale
  • Per il ripieno:
  • 3 mele da tagliare a pezzettini
  • Per decorazione
  • zucchero a velo

Procedimento

Per prima cosa preparate il crumble mettendo gli ingredienti per la frolla nel frullatore.

Lavorate il tutto velocemente fino ad ottenere un impasto di briciole. Potete prepararlo anche a mano.

Preparate ora il secondo impasto, per la base di torta soffice. Lavorate a pomata il burro con lo zucchero e la buccia di limone: dovrete ottenere un composto cremoso.

Unite le uova una per volta, amalgamandole con una spatola, assicurandovi che ciascuna sia stata ben incorporata prima di aggiungere la successiva.  Aggiungete infine la farina di riso e la fecola, setacciandole con il lievito. Lavorate l’impasto fino a renderlo liscio e omogeneo. Versate il composto in uno stampo per torta dal diametro di 20 cm, rivestito con carta forno, bagnata e strizzata. Livellate bene con una spatola, o il dorso di un cucchiaio.

Ricoprite con i pezzettini di mele.

Distribuite sopra la frutta il crumble sbriciolandolo sopra, in modo da coprirla completamente.

Cuocete la torta in forno preriscaldato a 180°C per circa 30-40 minuti, fino a quando vedrete la superficie ben dorata. Lasciate raffreddare prima di portarla in tavola.

Cospargetela con abbondante zucchero a velo per servirla.

 

Consiglio:

Se non finisce subito, conservatela in frigorifero per un paio di giorni.

Variante:

potete realizzare il crumble con alta tipologia di farina e arricchire anche con della frutta secca.

In alternativa potete realizzare la farcia con pere o altra frutta.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un dolce a ciambella vista dall'alto con zucca tagliata a metà e cannella

La ciambella zucca mandorle e cannella è un dolce senza burro, con farina di riso e mandorle. Una vera coccola da assaporare nei mesi più freddi. Se amate la zucca, adorerete anche questo dolce: saporito, soffice, umido, perfetto per colazione o merenda o da servire agli ospiti nella variante che vi indicherò a fine ricetta.

Questa è una delle tante ricette che fanno parte del capitolo “torte” del mio libro NATURALMENTE SENZA GLUTINE”

un dolce a ciambella vista dall'alto con zucca tagliata a metà e cannella

ciambella zucca mandorle e cannella

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 300 g zucca cruda pulita e tagliata a pezzetti
  • 150 g olio di semi
  • 3 uova
  • 200 g zucchero bianco o di canna
  • 200 g farina di riso
  • 50 g amido di mais
  • 100 g farina di mandorle o mandorle con buccia frullate finemente con l’amido
  • 1 cucchiaino di cannella in polvere
  • 1 bustina di lievito per dolci senza glutine
  • (per i più golosi un paio di manciate di gocce di cioccolato)

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

Mettete nel frullatore i pezzetti di zucca cruda con l’olio e frullate fino ad ottenere una purea.

Riunite sul fondo con l’aiuto di una spatola e inserite uova e zucchero.

Amalgamate bene azionando ancora il frullatore. Infine unite le farine, l’amido, la cannella in polvere e il lievito. Mescolate ancora fino ad ottenere un composto omogeneo.

Trasferite l’impasto in uno stampo per ciambella da 24 cm (va bene anche uno stampo per torta), ben imburrato e infarinato. Cuocete a 180 gradi per circa 45 minuti.

Fate sempre la prova stecchino per verificare la cottura perché ogni forno può variare i tempi.

Quando si sarà raffreddata, toglietela dallo stampo e cospargetela di zucchero a velo.

 

Consiglio:

Scegliete una zucca con polpa asciutta e saporita. In mancanza di farina di mandorle potete frullare in un ottimo mixer con lame ad impulso, le mandorle non spellate con l’amido. Meglio far riposare le mandorle in freezer 30 minuti prima di essere macinate a polvere così da impedire all’olio di fuoriuscire.

 

Variante:

potete aggiungere al composto qualche manciata di gocce di cioccolato fondente e glassare la ciambella con goloso cioccolato fuso. Decorate con qualche tronchetto di cannella e ricciolino di cioccolato.

Potete sostituire 100 grammi di farina di riso con 100 grammi di farina di lenticchie.

Ottima servita agli ospiti con una crema di formaggio spalmabile, panna e cannella.

Semi montate 200 g di panna fresca da frigo e due cucchiai di zucchero a velo con le fruste o la planetaria. Unite 200 g di formaggio spalmabile e un cucchiaino di cannella in polvere; montate ancora fino ad ottenere una consistenza compatta.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un schiacciata arancione vista dall'alto con degli spicchi tagliati e delle piccole zucche

La schiacciata di zucca è una ricetta veloce e gustosa, perfetta come aperitivo, salva cena o pranzo veloce dal sapore autunnale! Sfiziosa, con la crosticina croccante ma morbida all’interno, facilissima e veloce da preparare. Vi basterà frullare a crudo la zucca, unire gli ingredienti mescolando bene in una ciotola e versare il composto in una teglia. Cuocerà in circa mezz’ora e il profumo sarà un conforto ve lo assicuro.

Provatela e personalizzatela anche con qualche spezia o erbetta aromatica. Sarà apprezzata da tutti. Qui in famiglia io l’ho servita ancora tiepida con affettati e formaggi semi stagionati ed è stato un vero successo. E’ piaciuta a tutti: anche a chi non ama molto la zucca! Tutto il colore e il sapore di questa stagione!

Questa ricetta potete trovarla in versione video reel nella mia pagina Instagram.

Seguitemi per avere consigli e aggiornamenti.

un schiacciata arancione vista dall'alto con degli spicchi tagliati e delle piccole zucche

la schiacciata di zucca

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.5/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 300 g zucca cruda
  • 1 uovo
  • 300 g acqua
  • 100 g farina di miglio (ottima la variante con farina di carote)
  • 100 g farina di mais fioretto per polenta
  • 70 g parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai di olio evo
  • Spezie o erbette a gradimento
  • Sale q.b.

Procedimento

Pulire la zucca e tagliarla a pezzi, inserirla nel mixer e frullarla qualche secondo. In alternativa si può grattugiarla. Inserire la zucca frullata in una ciotola, unire l’uovo, il formaggio grattugiato, l’acqua e mescolare. Aggiungere poi le farine, il sale e l’olio. A gradimento si può aromatizzare il composto con spezie o erbette aromatiche. Versare l’impasto in una teglia foderata da carta forno, livellando la superficie. Infornare nel forno già in temperatura a 180 gradi per circa 35, 40 minuti. La schiacciata dorerà in superficie diventando croccante all’esterno ma restando morbida al morso. Ottima se servita ancora tiepida con affettati, formaggi, verdure o salse. Le zucche indicate sono la Delica, la Mantovana o la Hokkaido. Fatemi sapere se la rifate!

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
uno strudel visto dall'alto con una tazza a lato e una fetta tagliata

Lo strudel alle mele senza glutine, una coccola in questa giornata grigia che preannuncia pioggia qui nella campagna veneta. Questo dolce non è difficile da fare con le farine naturali senza glutine ma come sempre serve un pochino di pazienza. E’ un dolce che io amo servire ancora tiepido, con un po’ di crema al limone che lo accompagna.

Diventa un dessert fine pasto perfetto da portare in tavola! Lo strudel è il dolce tipico della pasticceria dell’Alto Adige. Il termine tedesco “strudel”, tradotto alla lettera in “vortice”, sta a significare la struttura del dolce stesso che è realizzato una farcitura di frutta avvolta da pasta sottile e croccante.

Secondo la cultura popolare il giusto spessore della sfoglia dovrebbe permettere di leggervi in trasparenza una lettera d’amore ma con le farine senza glutine è difficile stendere e lavorare una pasta tanto sottile.

Vi consiglio di usare un mix per pasta senza glutine se siete alle prime armi con la cucina glutenfree oppure in alternativa una miscela di farine naturali come farina di ceci, farina di riso e amido di mais che troverete nella mia ricetta.  La pasta matta deve risultare morbida ed elastica da lavorare. Potete in questo caso aromatizzarla con una spolverata di cannella.

A me piace cospargere la pasta stesa di frutta secca frullata grossolanamente prima di aggiungere la farcia da avvolgere, ma va benissimo anche una spolverata di biscotti secchi sbriciolati o del pan grattato: servirà ad assorbire i liquidi delle mele. Se siete celiaci biscotti e pan grattato devono riportare ovviamente la la dicitura senza glutine, come tutte le farine naturali che andrete ad usare.

Ma ora prepariamo lo strudel senza glutine.

uno strudel visto dall'alto con una tazza a lato e una fetta tagliata

strudel di mele senza glutine

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • Per la pasta matta:
  • 150 g farina di ceci
  • 50 g amido di mais
  • 100 g farina di riso
  • 150 g acqua
  • 30 g olio evo
  • un pizzico di sale
  • un cucchiaino di cannella in polvere per aromatizzare
  • Per la farcia:
  • 3 mele medie
  • uvetta a gradimento
  • 3 cucchiai di zucchero
  • succo di un limone
  • 3 cucchiai di frutta secca frullata grossolanamente o pan grattato senza glutine

Procedimento

Impastate gli ingredienti per la pasta matta, a mano in una ciotola o nel mixer. Formate un panetto elastico da lavorare. Stendetelo sulla carta forno, leggermente infarinata e formate un rettangolo piuttosto sottile.

Per la farcia: sbucciate e tagliate a pezzetti piccoli 3 mele medie. Mettete i pezzetti di mela in una ciotola, aggiungete il succo di un limone, tre cucchiai di zucchero e dell'uvetta strizzata, ammollata precedentemente in acqua calda e rum o grappa. Cospargete il rettangolo di pasta strudel con il mix di frutta secca frullata o pan grattato senza glutine e versate la farcia di mele e uvetta al centro del rettangolo.

Piegate i 2 lati più lunghi verso il centro, uno alla volta sormontandoli leggermente e sigillate i bordi. (aiutatevi con la carta forno). Chiudete anche le estremità. Fate dei tagli in superficie per lasciar evaporare le mele in cottura.

Spennellate il vostro strudel con un tuorlo d 'uovo, allungato con un goccio di latte.

Lo strudel cuoce in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 30, 40 minuti.

... Servitelo tiepido, cosparso di zucchero a velo. Meglio ancora se accompagnato da un po' di crema.

 

Crema facile d’accompagnamento:

Ingredienti per crema facile:

2 uova,500 g latte,buccia di limone biologico grattugiata,50 g di amido di mais,100 g zucchero a velo.

 

Il procedimento:

Scaldate il latte in un pentolino. Sbattete a parte in una ciotola con la frusta, le uova con lo zucchero a velo e unite la buccia di limone biologico grattugiata.  Aggiungete la farina al composto di uova mescolando. Incorporate il latte molto caldo continuando ad amalgamare con la frusta per evitare la formazione di grumi. Trasferite tutto il composto in un pentolino e procedete con temperatura moderata mescolando, senza far bollire, fino a quando si addensa. La vostra crema è pronta per accompagnare lo strudel di mele.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.