Home Biscotti Biscotti zaeti senza glutine

Biscotti zaeti senza glutine

by Monica Bellin
un tavolo di legno dove sono disposti biscotti a forma di rombo, una tazza bianca con del thè e una teiera bianca sullo sfondo con un mazzetto di fiori mughetto e altri biscotti su una alzata di vetro.

zaeti sono biscottini secchi tipici veneziani di umili origini e antica tradizione, fatti con farina di mais e uvetta. Oggi vi propongo i biscotti zaeti senza glutine, con la farina di mais come sa tradizione ma mescolata con la farina di sorgo e l’amido di mais.

Il nome si rifà proprio al colore giallo, zàlo in dialetto veneziano, dato dalla farina di mais fioretto usata nell’impasto che conferisce, oltre al colore particolare, anche una consistenza granulosa e molto friabile.

 I Zaeti accompagnavano i marinai nei lunghi viaggi, oppure venivano gustati nelle osterie.

Nei forni veneziani è possibile trovarli praticamente tutto l’anno; un tempo venivano accompagnati dal rosolio, oggi generalmente si usa un vino passito e altri vini dolci come il Moscato o il Recioto.

Ottimi anche spolverati con abbondante zucchero a velo per accompagnare una buona tazza di thè, oppure il caffè, diventando così un dessert rustico.

La preparazione è molto semplice: una volta amalgamati gli ingredienti, all’impasto ottenuto viene data forma di biscotti come tradizione a rombo.

Vengono infornati per 20 minuti circa a 180 gradi, modalità ventilata. Alla cottura segue il raffreddamento .

Ottimi da servire anche con una spolverata di zucchero a velo.

Un’altra ricetta Veneta che ho voluto riproporre in versione glutenfree.

 

Chi ama i biscotti può trovare altre idee nelle mie ricette ” biscotti da inzuppo” , “biscotti dal cuore morbido” e “biscotti con farina di teff bianca senza burro” e tanti altri.

Chi ama le ricette della tradizione veneta non si può perdere la sezione della cucina veneta dove ci sono dolci come ” la polentina zala” oppure salati come ad esempio ” le verze in tecia” o “risi e bisi” , ” “la torta putana” ” le fritoe

 

un tavolo di legno dove sono disposti biscotti a forma di rombo, una tazza bianca con del thè e una teiera bianca sullo sfondo con un mazzetto di fiori mughetto e altri biscotti su una alzata di vetro.

biscotti zaeti senza glutine

I zaeti sono biscottini secchi tipici veneziani di umili origini e antica tradizione, fatti con farina di mais e uvetta. Oggi vi propongo i biscotti zaeti senza glutine, con la farina di… Biscotti biscotti, merenda,colazione, senza glutine, ricette della tradizione, biscotti fatti in casa, glutenfree, farina di mais, farina di sorgo, merenda senza glutine, colazione sana, biscotti da colazione European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 200 g farina fioretto,
  • 250 g farina di sorgo,
  • 50 g amido di mais,
  • 150 g zucchero di canna,
  • 100 g burro morbido,
  • 100 ml latte,
  • 1 uovo e un tuorlo,
  • 100 g uvetta ammorbidita nella grappa,
  • mezza bustina di lievito dolci.

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

In una ciotola lavorate l'uovo e il tuorlo con lo zucchero.

Unire il burro morbido e cominciate a mescolare con un cucchiaio.

Unite le farine un po' per volta con il latte, continuando ad amalgamare.

Aggiungete il lievito. ( una raccomandazione ai celiaci : controllare sempre che ogni ingrediente riporti la dicitura senza glutine).

Unite alla fine l'uvetta ammollata nella grappa, ben strizzata.

Lavorate ora con le mani l’impasto e formare un panetto dall’aspetto liscio e omogeneo.

Stendete la frolla ad uno spessore circa di mezzo centimetro.

La forma tradizionale dei Zaeti è a rombo, quindi tagliate con l'aiuto di un coltello le forme.

Disponete i biscotti distanziati  tra loro in una teglia ricoperta con carta da forno e infornare a 180 °C per 15/20 minuti.

Una volta raffreddati i biscotti si conservano anche per due settimane in una scatola di latta!
Se desiderate, potete spolverare i zaeti con lo zucchero a velo prima di servirli.

Consiglio di accompagnarli al caffè, ad una tazza di thè  oppure come da tradizione con un buon vino dolce, come il Recioto o il Moscato.

 

You may also like

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy