Home Tags Posts con tag "latte"

latte

una tazza di the in primo piano, un libro aperto, un piattino con una fetta di torta con delle mele rosse

Sapete cos’è il Macafame? E’ un dolce tipico della mia amata città: Vicenza.

E’ la più antica torta di mele.

Un dolce che non prevede l’uso di farina.

Come lo stesso nome fa intuire significa “ammacca la fame” ovvero ‘placare la fame’, perché si tratta di una torta decisamente intensa nella sua composizione e anche nel sapore.

Un tempo, nelle case contadine, il Macafame veniva cotto nelle stufe a legna ed era un modo per utilizzare gli avanzi della dispensa, arricchendoli con quello che si aveva in casa. Veniva venduto anche nelle osterie come spuntino.

La base di questa ricetta erano ingredienti poveri come il pane duro e raffermo, le mele e le uova.

Il pane vecchio avanzato veniva messo in ammollo con il latte per alcune ore e quindi strizzato. Potevano essere aggiunte anche delle fette di polenta avanzate per creare un bell’impasto sodo.

Al pane, mele e uova, veniva unito quel che si aveva in casa, come uvetta ammollata nella grappa, noci e fichi secchi.

Il macafame è un dolce di umili origini ma ricco di sapori e di gusti.

Una torta di mele antichissima, morbida, umida, profumatissima e di una bontà unica.

Un dolce che non ha bisogno di farina e nemmeno di lievito.

Per la mia preparazione adatta agli intolleranti ho ovviamente usato il pane senza glutine e ho spolverato in superficie un paio di cucchiai di farina di mais per polenta.

Ho aggiunto all’impasto anche un pochino di lievito per averla meno soda e più soffice ma è una variante mia, nella ricetta originale non c’è.

Se desiderate renderla ancora più golosa per i vostri bambini, potete unire del cioccolato tritato.

È una torta della fantasia, alla base di pane, latte, mele e uova potete, come un tempo, aggiungere quel che più desiderate.

Un’altra torta del recupero che utilizza il pane raffermo, tipica delle nostre zone, è la “torta Putana” che trovate già presente nel blog. La differenza sta nell’uso della farina ma per il resto si somigliano moltissimo.

Sono entrambi dolci della nostra tradizione contadina, preparazioni nate in tempi antichi utilizzando ingredienti semplici che erano disponibili in casa. Torte del riciclo, umili ma goduriose, da cuocere nelle stufe a legna o sotto le braci, perfette da gustare in compagnia intorno al focolare accompagnate da un buon vino.

Credo che in ogni parte d’italia esista una torta della tradizione, di umili origini ma che significa festa.

Se cercate altre preparazioni utili per riutilizzare il pane avanzato potete sbizzarrirvi con:

 “ il budino di mele e pane”,

la torta di pane”.

Ma ora prepariamo insieme il Macafame e come sempre vi aspetto anche nella mia pagina Instagram.

una tazza di the in primo piano, un libro aperto, un piattino con una fetta di torta con delle mele rosse

il macafame

Sapete cos’è il Macafame? E’ un dolce tipico della mia amata città: Vicenza. E’ la più antica torta di mele. Un dolce che non prevede l’uso di farina. Come lo… Cucina Veneta torta di mele, ricetta della tradizione, torta di mele. macafame, senza glutine, glutenfree, dolci tipici, vicenza, European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 500 ml di latte caldo,
  • 3 mele tagliate a pezzetti,
  • 2 uova,
  • 300 g di pane raffermo,
  • 50 g uvetta,
  • fichi secchi ( facoltativi),
  • rum o grappa,
  • 2 cucchiai di zucchero di canna o semolato,
  • 1 cucchiaio di miele,
  • 2 cucchiai di farina mais
  • ( 1 cucchiaio di lievito per dolci facoltativo)

Procedimento

Mettete l'uvetta in ammollo nel rum o nella grappa. Spezzettate il pane raffermo in pezzi piccoli e disponetelo in una ciotola capiente. A parte scaldate il latte e poi versatelo sul pane. Con l’aiuto di una forchetta o di un cucchiaio amalgamate bene il pane con il latte, in modo da formare un composto morbido. Aggiungete le uova, lo zucchero, l’uvetta e mescolate bene. Successivamente unite il miele e le mele tagliate a cubetti. Come un tempo, potete aggiungere quel che più vi piace. I fichi a pezzetti e anche della frutta secca. (Facoltativo mezzo cucchiaino di lievito che io ho aggiunto per rendere la torta meno soda ma più soffice). Foderate una tortiera da 22, 24 cm con carta forno. Potete usare anche una pirofila imburrata e leggermente spolverata con farina di mais o pan grattato. Versate il composto e appiattendolo con il dorso di un cucchiaio. Spolverate con farina di mais la superficie. Cuocete a 170 gradi per circa 40/45 minuti fino ad ottenere una doratura omogenea.   Servite la vostra torta tiepida, una colazione o merenda perfetta per la stagione fredda.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una fetta di torta al cacao in primo piano con tanti ricci di castagna sul tavolo, sullo sfondo una alzata con la torta spolverata di zucchero a velo.

La torta al cacao con farina di castagne ha tutto il profumo e il sapore dell’autunno.

La farina di castagne è perfetta per chi è intollerante al glutine perché ne è priva naturalmente.

Ha un gusto molto particolare e si sposa benissimo con il cacao.

Ho scelto di realizzare questa torta in uno stampo di ciambella.

E’ decorata semplicemente con una spolverata di zucchero a velo, ma provatela anche arricchita di gocce di cioccolato e con copertura di ganache fondente.

Questo dolce si prepara in poco tempo e con facilità anche con la frusta a mano.

La semplicità in cucina per me è fondamentale.

Raccomando a chi è celiaco di verificare sempre la presenza della dicitura senza glutine nelle polveri, come farine, lieviti e anche lo zucchero a velo che a volte diamo per scontato sia sicuro.

Se amate i dolci al cacao vi consiglio di provare anche:

mini plumcake cacao e pere”,

muffin cacao e fichi”,

torta yogurt e cacao”,

torta al latte caldo e cacao”,

biscotti cacao e pere”

ciambella al cacao” …

Vi aspetto nella mia pagina Instagram.

Monica

una fetta di torta al cacao in primo piano con tanti ricci di castagna sul tavolo, sullo sfondo una alzata con la torta spolverata di zucchero a velo.

torta al cacao con farina di castagne

La torta al cacao con farina di castagne ha tutto il profumo e il sapore dell’autunno. La farina di castagne è perfetta per chi è intollerante al glutine perché ne… Dolci delle feste cacao, torta cacao, farina di castagne, glutenfree, senza glutine, torta al cacao e farine di castagne, colazione, bundt cake, merenda, senza burro, ricette facili , ricette senza glutine European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 3 uova a temperatura ambiente,
  • 150 g di zucchero di canna ( va bene anche lo zucchero semolato),
  • 80 ml di olio di semi,
  • 250 g di farina di castagne,
  • 30 gr di cacao amaro in polvere,
  • 1 cucchiaio di rum, (o fialetta vostro aroma preferito)
  • 1 bustina di lievito per dolci senza glutine,
  • 1 bicchiere di latte,
  • zucchero a velo senza glutine per spolverata finale

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità ventilata. In una ciotola rompete le uova e montatele bene con lo zucchero. Unite i liquidi, l'olio e il latte. Aggiungete l'aroma e le polveri, la farina di castagne, il cacao e il lievito. Amalgamate bene con le fruste fino a formare un composto cremoso e privo di grumi. Versate la vostra torta in uno stampo da 22/ 24 cm. Io ho scelto uno stampo a ciambella alto. Infornate nel forno già caldo e cuocete a 180 gradi per circa 35 minuti. Fate la prova stecchino per verificare la cottura. Lo stecchino deve uscire ben asciutto dalla torta Una volta cotta lasciate raffreddare, togliete dallo stampo e spolverate con abbondante zucchero a velo. La farina di castagne può essere consumata dai celiaci, poiché è naturalmente priva di glutine ma assicuratevi sempre che ci sia la dicitura senza glutine o la spiga barrata sulla confezione. (Può essere come sempre un prodotto contaminato in fase di lavorazione o confezionamento).

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
uno scatto dall'alto con quattro miniplumcake al cacao con le pere tagliate a metà, a lato fogli e pera gialla

I mini plumcake cacao e pere rappresentano il sapore tipico dell’autunno.

Questi dolcetti morbidi sono ottimi da servire a colazione o a merenda

Perfetti anche come dessert molto scenico grazie alla piccola pera coscia tagliata a metà e posata in superficie, che diventa morbida e golosa in cottura.

Le farine naturali senza glutine usate nell’impasto sono la farina di riso, la farina di grano saraceno e l’amido di mais (sostituibile con la fecola di patate).

Ho scelto come stampini dei mini plumcake ma potete realizzare con lo stesso impasto dei muffin oppure un piccolo plumcake con stampo 10×25 cm.

Vi consiglio di provare anche le ricette:

 “muffin cacao e fichi

 “muffin cacao e caffè

torta yogurt e cacao“.

uno scatto dall'alto con quattro miniplumcake al cacao con le pere tagliate a metà, a lato fogli e pera gialla

miniplumcake cacao e pere

I mini plumcake cacao e pere rappresentano il sapore tipico dell’autunno. Questi dolcetti morbidi sono ottimi da servire a colazione o a merenda Perfetti anche come dessert molto scenico grazie… Muffins e Plumcake miniplumcake, senza glutine, pere, cacao e pere. ricette senza glutine, glutenfree, ricette facili, pere e cacao, pere, dessert, colazione, merenda, European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 150 g farina di riso,
  • 50 g farina di grano saraceno,
  • 20 g amido di mais,
  • 1 uovo,
  • 100 g latte,
  • 50 g olio di semi,
  • 70 g zucchero semolato o di canna,
  • 30 g cacao amaro in polvere,
  • 60 g acqua ,
  • Aroma a gradimento (io ho scelto un cucchiaio di rum),
  • mezza bustina di lievito.
  • Pere piccole, coscia.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi, modalità statica. Lavate le pere. Tagliatele a metà. In una ciotola, con la frusta a mano o fruste elettriche lavorare lo zucchero e l'uovo. Unite i liquidi e poi le polveri con l'aroma. L'impasto dovrà essere cremoso. Se non amate la farina di grano saraceno potete sostituire con altra farina di riso. Versate nei pirottini di carta, fino a metà. Posate sulla superficie mezza pera coscia con la parte interna verso l'alto. Infornate a 180 gradi, forno già caldo, per circa 20, 25 minuti.   Ottimi da colazione a merenda. Consigli: perfetti anche come dessert, serviti con una base di glassa al cioccolato fondente oppure un ciuffo di panna.  Abbinateci un vino rosso liquoroso e sarà subito festa!  

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un tavolo di legno con una torta di mele e more tagliata, una fetta in primo piano , sullo sfondo una teiera, fogli e mele gialle a lato

La torta di mele e more senza glutine è facile, buona e profuma di autunno. E’ un classico della cucina italiana che non si può non saper fare! Questa ricetta è perfetta in ogni momento del giorno, dalla colazione alla cena. Si realizza in un attimo, mescolando a pastella pochi ingredienti.

Le polveri senza glutine scelte sono la neutra e delicata farina di riso e la impalpabile fecola di patate che dona sofficità al dolce.

More e mele sono aromatizzate dalla cannella, ma in alternativa potete scegliere di sostituire dalla buccia grattugiata di un limone biologico.

Ho usato uno stampo piccolo da 20 cm.

Se amate le torte di mele trovate nel blog anche:

torta di mele, mascarpone e grano saraceno” , “torta di mele, farina di mandorle e cacao” , “strudel di mele“,

sfoglia di crema e mele”,

budino di pane e mele

 

Vi aspetto nella mia pagina Instagram e nei commenti!

 

Buona preparazione…

Monica

un tavolo di legno con una torta di mele e more tagliata, una fetta in primo piano , sullo sfondo una teiera, fogli e mele gialle a lato

torta di mele e more senza glutine

La torta di mele e more senza glutine è facile, buona e profuma di autunno. E’ un classico della cucina italiana che non si può non saper fare! Questa ricetta… Torte classiche torta di mele, mele, torta senza glutine, senza glutine, torta di mele e more, merenda, celiachia, glutenfree, intolleranza al glutine, torta facile European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 1 mela grande,
  • 1 vaschetta di more,
  • 150 g di zucchero,
  • 1 uovo,
  • 100 g di farina di riso,
  • 50 g di fecola di patate,
  • 100 g di latte,
  • mezzo cucchiaino di cannella in polvere,
  • 1 bustina di lievito per dolci .
  • (controllate che ogni farina e lievito presenti la dicitura senza glutine)

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi, in modalità ventilata.

Lavorate in una ciotola lo zucchero e l’uovo, semplicemente con una frusta a mano.

Aggiungete un po’ alla volta la farina alternandola con il latte in modo da ottenere una pastella morbida.

Unite il lievito e la cannella in polvere.  Se non amate la cannella, potete sostituire con buccia di limone grattugiata oppure una fialetta del vostro aroma preferito. Amalgamate il composto e versatelo in una tortiera da 20 cm foderata da carta forno.

Infilate nella torta le fettine di mela e le more. Cospargete un cucchiaio di zucchero semolato sulla superficie.

Infornate nel forno già caldo a 180 gradi per circa 30, 40 minuti. Fate la prova stecchino per verificare la cottura.

 

Consiglio: la torta di mele e more è ottima a colazione oppure a merenda, ma anche servita come dessert agli ospiti se accompagnata da una pallina di gelato o crema allo zabaione.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una crostata di frutta in primo piano, sopra un centro in pizzo bianco, sullo sfondo uva, uova e kiwi

La crostata senza glutine è realizzata completamente senza mix industriali ma con farine naturali.

Una golosità ricca di crema e tanta frutta fresca.

Per la frolla all’olio, senza burro, ho mescolato la farina di riso, la farina di mais e l’amido di mais.

Una miscela che rende la frolla dal sapore delicato.

Le crostate e i biscotti senza glutine rimangono molto friabili e con una consistenza leggera, dal sapore unico se impastate con farine naturali.

La mia crostata di frutta senza glutine è facile da realizzare, è farcita con una crema delicata e tanta frutta a piacere.

La frolla all’olio non ha bisogno di riposo, potete impastare gli ingredienti a mano oppure al frullatore. Vi consiglio di stendere la pasta sulla spianatoia bel spolverata da farina di riso o amido.

La crostata di frutta con crema, va fatta riposare in frigorifero un paio d’ore prima di essere servita. 

Se amate i dolci con la frutta non perdetevi le ricette di : 

crostata morbida di frutta” 

torta cioccolato e frutta”

“plumcake ai mirtilli

crostata morbida con mousse ai mirtilli

galette di fragole”

“torta di ricotta e pesche

una crostata di frutta in primo piano, sopra un centro in pizzo bianco, sullo sfondo uva, uova e kiwi

crostata senza glutine

La crostata senza glutine è realizzata completamente senza mix industriali ma con farine naturali. Una golosità ricca di crema e tanta frutta fresca. Per la frolla all’olio, senza burro, ho… Frolle e crostate crostata, senza glutine, frolla all'olio, frolla senza glutine, crostata di frutta, dolci, torta, glutenfree, dolci senza glutine European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per la frolla:
  • 100 g zucchero,
  • 150 g farina di riso,
  • 50 g amido di mais,
  • 50 g farina di mais,
  • 60 g olio di semi di girasole,
  • 1 uovo,
  • buccia di limone grattugiata.
  • Ingredienti per crema facile:
  • 2 uova,
  • 500 g latte,
  • una fialetta di aroma rum oppure buccia di limone gratuggiata,
  • 50 g di amido di mais,
  • 100 g zucchero a velo.
  • Frutta a piacere per decorare.

Procedimento

Procedimento per la frolla:

Mettete in una ciotola la farina di riso, la farina di mais e l'amido. Mescolate bene e unite lo zucchero, l'uovo e l'olio.

Lavorare prima con la forchetta e poi a mano. Formate un impasto elastico e morbido. Non serve farla riposare perché è una frolla all'olio.

Spolverate la spianatoia (meglio se in acciaio o marmo) con farina di riso o amido.

L’elasticità della frolla senza glutine è più friabile della tradizionale e va lavorata con attenzione, aggiungendo a bisogno, ulteriore farina di riso o amido.

Ci vuole un po' di pazienza per stenderla. Con questa dose ho realizzato un guscio per una tortiera di 26 cm.

Se realizzate una torta più piccola avrete anche la pasta frolla per le decorazioni.

 

Per la crostata:

Stendete la pasta frolla spessa circa 4 millimetri, sulla spianatoia spolverata di amido.

Potete stenderla direttamente sulla carta da forno che userete come base della vostra tortiera.

Realizzate i bordi con delle striscioline di pasta avanzata oppure come ho fatto io, con delle formine per biscotto.

Cuocete il guscio coperto da carta forno per circa 25 minuti a 180 gradi.

 

Mentre cuoce la base, preparate la crema facile.

Procedimento per la crema:

Scaldate il latte in un pentolino.

Sbattete a parte in una ciotola con la frusta, le uova con lo zucchero a velo e unite la fialetta di aroma al rum.

Aggiungete la farina al composto di uova mescolando.

Incorporate il latte molto caldo continuando ad amalgamare con la frusta per evitare la formazione di grumi.  (se desiderate la versione al cioccolato aggiungete 2 cucchiai di cacao amaro)

Trasferite tutto il composto in un pentolino e procedete con temperatura moderata mescolando, senza far bollire, fino a quando si addensa.

A crema pronta, versatela sul guscio della vostra crostata.

 

Una volta intiepidita, decorate con frutta fresca.

Lasciatela nel frigorifero 2, 3 ore prima di servirla.

Le crostate e i biscotti senza glutine rimangono molto friabili e con una consistenza leggera, dal sapore delicato.

Consiglio : la crostata di frutta, con crema, si conserva in frigorifero

2 commenti
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una fetta in primo piano di torta di fichi, a lato fichi e una torta tagliata, sullo sfondo una moka e una tazza

La torta di fichi senza glutine è una torta rustica che amerete sicuramente nelle vostre colazioni o merende.

Una torta di fine estate morbida, semplice e anche bella da mettere in tavola.

 

“Quello che ci ostacola ci fa crescere”

…. E la mia celiachia mi ha ostacolato davvero tanto in questi anni… È arrivata 10 anni fa per complicare una vita già impegnativa con una famiglia numerosa e bimbi piccoli a quel tempo da gestire….

Ma mi ha fatto crescere, mi ha fatto studiare, mi ha fatto diventare ancora più ostinata.

Ogni ricetta un esperimento, una sorta di sfida. E una gioia da condividere con voi….

Per questa torta ho scelto di mescolare la farina di mandorle, la farina di riso e l’amido di mais.

Se non avete in casa la farina di mandorle, potete frullare le mandorle con la buccia, con un ottimo frullatore.

L’amido e la farina di riso renderanno la torta soffice.

I fichi: se usate frutti biologici, o siete sicuri della provenienza del raccolto, potete tagliarli a rondella con la buccia. Io ho usato quelli di casa, naturali.

Consigli:

con lo stesso impasto potete realizzare una torta soffice con altra frutta di stagione.

Se non desiderate usare il latte vaccino, potete sostituirlo con il latte di mandorle.

 

Se amate le torte soffici non perdetevi le ricette di : 

“torta yogurt e grano saraceno” 

“torta all’acqua”

“ciambellone con farine naturali”

… e tante altre che potete trovare nella sezione TORTE CLASSICHE, TORTE DELLE FESTE E MUFFIN,PLUMCAKE.

 

una fetta in primo piano di torta di fichi, a lato fichi e una torta tagliata, sullo sfondo una moka e una tazza

torta di fichi senza glutine

La torta di fichi senza glutine è una torta rustica che amerete sicuramente nelle vostre colazioni o merende. Una torta di fine estate morbida, semplice e anche bella da mettere… Torte classiche fichi, merenda, senza glutine, glutenfree, ricetta facile, colazione, farina di riso, torta di fichi, torta facile, torta rustica, torta senza glutine, ricetta senza glutine, torta soffice, European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 50 g farina di mandorle, (oppure mandorle frullate a polvere)
  • 150 g farina di riso,
  • 50 g amido di mais,
  • 150 g latte,
  • 100 g zucchero semolato,
  • 2 uova
  • 100 g burro morbido
  • 2 cucchiaini di lievito per dolci
  • Una decina di fichi da tagliare a rondelle

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

In una ciotola lavorate uova, zucchero e burro morbido.

Usate una frusta a mano.

Unite il latte.

Poi terminate aggiungendo le farine con il lievito. Versate l'impasto in uno stampo foderato da carta forno e posizionate in superficie i fichi tagliati a rondelle.

Infornate e cuocete a 180 gradi per circa 35 minuti.

Fate la prova stecchino dopo i 30 minuti.

Una volta raffreddata servite con una spolverata di zucchero a velo....

Rustica, semplice, veloce, dolcissima.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torta ciambella vista dall'alto su un foglio di giornale , a lato una tazza di the e una frusta da cucina

Il ciambellone con farine naturali senza glutine e gocce di cioccolato non ha bisogno di molte presentazioni.

È il classico dolce che si prepara per colazione e che piace davvero a tutti.

Per renderlo senza glutine ho miscelato due farine naturali e un amido. La consistenza in questo modo è perfetta e resta soffice per più giorni.

La farina di riso ha un sapore delicato ed è molto leggera, perfetta per i dolci soffici. La farina di grano saraceno ha un sapore più rustico e integrale, dona carattere al dolce. Mentre la piccola parte di amido serve a rendere più soffice la torta.

Potete realizzare questo dolce a mano in una ciotola con le fruste elettriche oppure con la planetaria.

Fondamentale montare bene le uova con lo zucchero, per incorporare più aria possibile e far diventare il ciambellone soffice.

Un consiglio: per non far affondare le gocce di cioccolato in cottura, realizzare un impasto cremoso e tenete le vostre gocce di cioccolato in freezer. Prima di inserirle nella ciambella, infarinatele leggermente e vedrete che in cottura non si scioglieranno e non scenderanno sul fondo.

Se vi piacciono i dolci classici e da forno non perdetevi tante idee nella sezione “ torte classiche” come ad esempio “torta al grano saraceno e farina di mandorle”  “ torta allo yogurt con grano saraceno” “torta con farina di sorgo”  e tante altre …

 

Ora aspetto voi! fatemi sapere se la rifate…. 

una torta ciambella vista dall'alto su un foglio di giornale , a lato una tazza di the e una frusta da cucina

ciambellone con farine naturali senza glutine e gocce di cioccolato

Il ciambellone con farine naturali senza glutine e gocce di cioccolato non ha bisogno di molte presentazioni. È il classico dolce che si prepara per colazione e che piace davvero… Torte classiche ciambella, torta, senza glutine, ciambellone, cioccolato, colazione, merenda, ricetta facile, cucina facile, dolci, glutenfree, dolce, European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 200 g zucchero,
  • 4 uova a temperatura ambiente,
  • 100 g olio di semi,
  • 100 g di latte,
  • 200 g farina di riso,
  • 50 g farina di grano saraceno,
  • 50 g amido di mais,
  • 1 bustina di lievito per dolci,
  • 1 cucchiaio di rum,
  • 150 g di gocce di cioccolato tenute in freezer.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

Montate benissimo uova e zucchero fino ad ottenere un composto biancastro e voluminoso.

Questo è fondamentale per incorporare tanta aria e avere una ciambella alta.

Unite ora i liquidi, il latte, l’olio e il rum.

Aggiungete le farine e il lievito, incorporandole delicatamente all’impasto.

Unite ora le gocce di cioccolato. Un trucchetto per non farle sciogliere in cottura è quello di tenerle in freezer e di infarinarle prima di aggiungerle all’impasto in modo da non farle sprofondare.

Per rendere la vostra ciambella ancora più golosa, una volta versato il composto nello stampo imburrato e infarinato, aggiungete delle gocce sulla superficie.

Utilizzate uno stampo da 26 cm e con bordi belli alti.

Se utilizzate un mix dolci o altra farina vi raccomando che l’impasto risulti bello cremoso altrimenti per forza di cose le gocce di cioccolato cadranno sul fondo.

Cuocete a 180 gradi per circa 40 minuti ma dopo i 35 fate la prova stecchino. Ogni forno presenta tempi diversi di cottura.

Una volta raffreddato servitelo con una spolverata di zucchero a velo.

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
mini plumcake visti dall alto, con delle rose bianche e un coltello pieno di formaggio da spalmare, un sacchettino di mandorle a lato.

Tempo ancora capriccioso, cielo grigio e nuvole cariche di pioggia. Dopo un maggio freddo e piovoso, ci mancava anche restare delusi da un inizio giugno così…  Niente cena in terrazza stasera ma ho un’idea perfetta per un apericena saporita e gustosa: dei mini plumcake allo stracchino e mandorle con farina di riso e farina di grano saraceno.

Un’alternativa ai soliti stuzzichini, perfetti per essere accompagnati da affettati e formaggi.

Ottimi anche per sostituire il pane.

Questi mini plumcake sono davvero saporiti, vi consiglio di ripeterli.

Se non avete gli stampini da mini plumcake ( reperibili al supermercato ) , potete realizzarli anche in versione muffins, ne verranno il doppio.

In superficie ho messo le mandorle tostate @abbascianofruttasecca un’azienda con più di 70 anni di esperienza che assicura anche a noi celiaci prodotti senza pericoli di contaminazioni.

Se non amate il gusto dello stracchino, potete optare per la panna da cucina che renderà la vostra preparazione sicuramente neutra e perfetta per abbinarsi ad ogni piatto.

Potete realizzarli anche con la vostra farina preferita.

Se vi è piaciuta questa ricetta vi consiglio di provare anche i muffin salati e i muffin al formaggio.

Vi aspetto nella mia pagina Instagram e nei commenti! 

Fatemi sapere se li rifate! Son certa che vi piaceranno!

mini plumcake visti dall alto, con delle rose bianche e un coltello pieno di formaggio da spalmare, un sacchettino di mandorle a lato.

miniplumcake stracchino e mandorle

Tempo ancora capriccioso, cielo grigio e nuvole cariche di pioggia. Dopo un maggio freddo e piovoso, ci mancava anche restare delusi da un inizio giugno così…  Niente cena in terrazza… Muffins e Plumcake plumcake, aperitivo, ricette senza glutine, senza glutine, glutenfree, antipasto, plumcake salato, stracchino, farina di riso, mandorle, miniplumcake European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 100 g di farina di riso
  • 30 g farina di grano saraceno
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 60 g di latte
  • 80 g di olio di semi
  • 100 g stracchino
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo,
  • 30 g mandorle tostate @abbasciano tritate grossolanamente
  • sale q.b.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

In una ciotola amalgamare lo stracchino, lo stracchino, l’uovo, il latte, l'olio con una forchetta.

Unite poi le farine.

Amalgamate bene fino ad avere un composto privo di grumi. Aggiungete il cucchiaino di lievito istantaneo, il pizzico di sale.

Riempite per 3/4 gli stampi da mini plumcake .

Aggiungete sulla superficie  delle mandorle tostate  tritate grossolanamente con il coltello .

Mettete in forno preriscaldato a 180°C, fate cuocere per 25 minuti circa. Prima di spegnere il forno fate la prova stecchino per capire se il composto è asciutto.

Dovranno essere ben dorati.

I mini muffin salati con stracchino e mandorle tostate sono da servire caldi o freddi, perfetti con salumi e formaggi, verdure.

E’ l’idea perfetta per sostituire il pane, preparare aperitivi fantasiosi, e anche da portare in ufficio.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una teglia con un dolce di albicocche, sopra uno straccio e un tavolo di legno, sullo sfondo delle albicocche e delle rose, dei piattini e una forchetta

Avete mai preparato questo dolce? Oggi metto in tavola una clafoutis alle albicocche.

E’ un dolce dell’ultimo momento, quando non si ha tempo di impegnarsi in preparazioni lunghe e laboriose. Perfetto quando si hanno pochi ingredienti in casa, infatti bastano latte, uova, zucchero, un po’ di farina e della frutta. Poco più di mezz’ora in forno e potete servirla come merenda oppure come dessert alla fine di una cena tra amici, magari accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia.

Essendo il clafoutis un dolce da servire in tavola senza doverlo sformare, scegliete uno stampo che sia carino da portare in tavola. A me piace anche la classica pirofila di vetro, ma perfetto anche uno stampo di ceramica.

La crosticina in superficie si ottiene spargendo dello zucchero semolato in superficie negli ultimi 5 minuti di cottura, con il grill.

Una raccomandazione: la frutta deve essere soda e non rilasciare troppo succo perché potrebbe compromettere la consistenza del dolce già così soffice, che ricorda la morbidezza di un dolce al cucchiaio.

Ma sapete l’origine di questa dolcezza al cucchiaio?

Il clafoutis è un dolce di antiche origini contadine francesi, in particolare della zona di Limousin. Il clafoutis tradizionale è fatto con ciliegie, frutto tipico di quella zona. Questo gustoso dolce veniva preparato per essere portato nei campi e gustato durante una pausa dal duro lavoro. Proprio per questo motivo il clafoutis prese la nomina di dolce tipico dei contadini.

Ecco perché a prescindere dalla provenienza, è un dolce che mi piace tanto. Le umili origini, le preparazioni semplici, che sanno di casa, di amore, di esigenza e dell’arte di arrangiarsi con quel che si ha.

Una sorta di coccola anche se si ha poco.

Oggi io ve la offro in versione albicocche, il frutto sodo che avevo in casa e che in questo periodo si trova in abbondanza.

Fatelo: è pura goduria!

Vi aspetto nei commenti e come sempre nella mia pagina Instagram.

Se vi piace questo dolce vi consiglio anche il budino di pane e mele nel blog.

una teglia con un dolce di albicocche, sopra uno straccio e un tavolo di legno, sullo sfondo delle albicocche e delle rose, dei piattini e una forchetta

Clafoutis alle albicocche

Avete mai preparato questo dolce? Oggi metto in tavola una clafoutis alle albicocche. E’ un dolce dell’ultimo momento, quando non si ha tempo di impegnarsi in preparazioni lunghe e laboriose.… Dolci al cucchiaio Clafoutis alle albicocche, claufoutis, dolce, frutta, albicocche, farina di riso, dolce al cucchiaio, merenda, dessert, European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Albicocche
  • 100 g zucchero,
  • 50 g farina di riso o la vostra farina abituale,
  • 250 g latte,
  • 2 uova,
  • burro per imburrare la pirofila,
  • zucchero di canna o semolato per la copertura.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità ventilata.

Mentre il forno si scalda, mettete in una ciotola la farina e lo zucchero.

Aggiungete le uova ed amalgamate il tutto con una frusta.

Aggiungete il latte freddo ed amalgamate nuovamente il tutto sempre con la frusta.

Prendete lo stampo imburrato, io ho scelto una pirofila di vetro misura 15 x 20 ma potete optare per una teglia di ceramica rotonda di 22 cm.

Versate il composto e disponetevi le albicocche lavate e tagliate a metà con la parte tagliata rivolta verso l’alto.

Infornate per 35 minuti circa a 180 gradi o fino a quando vedete che si è abbastanza solidificato.

A 5 minuti dal termine della cottura, spolverate il clafoutis con abbondante zucchero semolato o di canna e rimettete in forno con il grill acceso per caramellare lo zucchero in superficie.

In foto potete vedere che piatto goloso sarà il risultato finale

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torta vista dall'alto con crema viola di mirtilli, mirtilli come decorazione e a lato dei piattini

La crostata morbida con mousse ai mirtilli è perfetta per la bella stagione. Soffice, fresca, dolce, golosa, colorata e soprattutto buonissima! Serve aggiungere altro per provarla?

La base morbida della crostata è realizzata con la farina di riso. Perfetta se fatta nello stampo furbo, quello con lo scalino.

La mousse di mirtilli è talmente buona da essere un’alternativa anche come dessert al cucchiaio… sì lo so magari è un po’ troppo golosa ma per il fine settimana uno strappo si può anche fare…

Ho realizzato la mousse aggiungendo alla panna e al mascarpone una composta di mirtilli freschi, cotti con qualche cucchiaio di zucchero.

Bastano davvero pochi ingredienti sani e nutrienti per portare in tavola un dolce semplice, senza glutine e di grande effetto!

Domani sarà il primo maggio, vi auguro di trascorrere un fine settimana sereno…e vi ricordo di farmi sapere nei commenti se rifate una delle mie ricette!

Vi aspetto anche nella mia pagina Instagram, per seguire le storie e i video.

Ora vediamo insieme come prepararla e se vi piacciono i dolci con i mirtilli non perdetevi:

mini plumcake ai mirtilli

“rotolo con yogurt greco e mirtilli”

plumcake con mirtilli”

 

Per le mie ricette ho usato mirtilli residuo zero di Sant’Orsola. Un’organizzazione di produttori specializzati nella coltivazione di piccoli frutti, fragole e ciliegie. Da sempre ideatori e promotori di nuove tecniche di coltivazione all’avanguardia. Dai primi anni ’70 un riferimento italiano per i piccoli frutti.

In particolare il mirtillo residuo zero ,un mirtillo completamente “clean”, capace di farsi notare anche per il suo aspetto: un piccolo gigante tondo dalla buccia color indaco, con un cuore di polpa

verde chiaro.   *CSQA DTP 021 – CERT.N.57433 Residui di fitofarmaci di sintesi chimica inferiori al limite di misurabilità (<0,01 mg/kg)

una torta vista dall'alto con crema viola di mirtilli, mirtilli come decorazione e a lato dei piattini

crostata morbida con mousse ai mirtilli

La crostata morbida con mousse ai mirtilli è perfetta per la bella stagione. Soffice, fresca, dolce, golosa, colorata e soprattutto buonissima! Serve aggiungere altro per provarla? La base morbida della… Dolci delle feste crostata, senza glutine, mirtilli, crema, dessert, dolci, crema ai mirtilli, glutenfree, torta fresca, torta ai mirtilli, crostata morbida ai mirtilli European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • per la base morbida:
  • 2 uova,
  • 100 g zucchero,
  • 100 g latte,
  • 150 g farina di riso,
  • 80 g burro
  • un cucchiaino di lievito per dolci.
  • per la mousse :
  • 200 g panna fresca liquida,
  • 250 g mascarpone,
  • 4 cucchiai di zucchero a velo,
  • salsa di mirtilli ottenuta cuocendo 200 g di mirtilli con 5 cucchiai di zucchero e 2 cucchiai di amido di mais.
  • Per la decorazione 2 cestini di mirtilli e qualche fogliolina di menta.

Procedimento

Prepariamo la base morbida.

Preriscaldate il forno a 180 gradi modalità ventilata.

Montate bene in una ciotola le uova e lo zucchero con le fruste elettriche.

Unite il burro fuso, l’aroma e il latte, continuando a mescolare.

Incorporate alla fine farina e lievito, setacciandoli.

Amalgamate bene e versate il composto in uno stampo apposito per crostate (quelli furbetti con lo scalino). Lo stampo deve essere ben imburrato e infarinato, oppure spennellato da uno staccante ovviamente senza glutine.

Cuocete in forno preriscaldato per 20/25 minuti a 180 gradi, io uso modalità ventilata.

Prepariamo nel frattempo la salsa di mirtilli che servirà per la mousse.

In un pentolino versate 200 grammi di mirtilli e cuoceteli con 5 cucchiai di zucchero.

Dopo 5 minuti di bollore rapprendeteli con un cucchiaio di maizena (amido di mais) continuando a mescolare.

Spegnete il fuoco dopo qualche minuto e fate raffreddare completamente.

In una ciotola con le fruste elettriche (oppure nella planetaria) montate la panna liquida fredda da frigo con lo zucchero.

Unite il mascarpone quando la panna diventerà solida.

A questo punto aggiungete la salsa di mirtilli fredda e mescolate delicatamente.

Spalmate la mousse sopra la base morbida con l’aiuto di una spatola in silicone.

Quando avrete lisciato bene decorate con i mirtilli e qualche fogliolina di menta.

 Una spolverata di zucchero a velo sarà il tocco finale che renderà il vostro dolce irresistibile.

Prima di servirlo fatelo riposare qualche ora in frigorifero in modo da far rassodare la crema.

 

Vi aspetto nei commenti !

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
Ultimi post

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy