Home Tags Posts con tag "farina di grano saraceno"

farina di grano saraceno

mini plumcake visti dall alto, con delle rose bianche e un coltello pieno di formaggio da spalmare, un sacchettino di mandorle a lato.

Tempo ancora capriccioso, cielo grigio e nuvole cariche di pioggia. Dopo un maggio freddo e piovoso, ci mancava anche restare delusi da un inizio giugno così…  Niente cena in terrazza stasera ma ho un’idea perfetta per un apericena saporita e gustosa: dei mini plumcake allo stracchino e mandorle con farina di riso e farina di grano saraceno.

Un’alternativa ai soliti stuzzichini, perfetti per essere accompagnati da affettati e formaggi.

Ottimi anche per sostituire il pane.

Questi mini plumcake sono davvero saporiti, vi consiglio di ripeterli.

Se non avete gli stampini da mini plumcake ( reperibili al supermercato ) , potete realizzarli anche in versione muffins, ne verranno il doppio.

In superficie ho messo le mandorle tostate @abbascianofruttasecca un’azienda con più di 70 anni di esperienza che assicura anche a noi celiaci prodotti senza pericoli di contaminazioni.

Se non amate il gusto dello stracchino, potete optare per la panna da cucina che renderà la vostra preparazione sicuramente neutra e perfetta per abbinarsi ad ogni piatto.

Potete realizzarli anche con la vostra farina preferita.

Se vi è piaciuta questa ricetta vi consiglio di provare anche i muffin salati e i muffin al formaggio.

Vi aspetto nella mia pagina Instagram e nei commenti! 

Fatemi sapere se li rifate! Son certa che vi piaceranno!

mini plumcake visti dall alto, con delle rose bianche e un coltello pieno di formaggio da spalmare, un sacchettino di mandorle a lato.

miniplumcake stracchino e mandorle

Tempo ancora capriccioso, cielo grigio e nuvole cariche di pioggia. Dopo un maggio freddo e piovoso, ci mancava anche restare delusi da un inizio giugno così…  Niente cena in terrazza… Muffins e Plumcake plumcake, aperitivo, ricette senza glutine, senza glutine, glutenfree, antipasto, plumcake salato, stracchino, farina di riso, mandorle, miniplumcake European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 100 g di farina di riso
  • 30 g farina di grano saraceno
  • 100 g di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 60 g di latte
  • 80 g di olio di semi
  • 100 g stracchino
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo,
  • 30 g mandorle tostate @abbasciano tritate grossolanamente
  • sale q.b.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

In una ciotola amalgamare lo stracchino, lo stracchino, l’uovo, il latte, l'olio con una forchetta.

Unite poi le farine.

Amalgamate bene fino ad avere un composto privo di grumi. Aggiungete il cucchiaino di lievito istantaneo, il pizzico di sale.

Riempite per 3/4 gli stampi da mini plumcake .

Aggiungete sulla superficie  delle mandorle tostate  tritate grossolanamente con il coltello .

Mettete in forno preriscaldato a 180°C, fate cuocere per 25 minuti circa. Prima di spegnere il forno fate la prova stecchino per capire se il composto è asciutto.

Dovranno essere ben dorati.

I mini muffin salati con stracchino e mandorle tostate sono da servire caldi o freddi, perfetti con salumi e formaggi, verdure.

E’ l’idea perfetta per sostituire il pane, preparare aperitivi fantasiosi, e anche da portare in ufficio.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torta con le ciliegie, posata sul un avolo di legno con tutte ciliegie intorno e una fetta tagliata in primo piano

La torta al mascarpone e ciliegie senza glutine, una colazione perfetta per queste calde mattine di giugno.

“Le ciliegie. Frutti fiabeschi e irresistibili, come testimoniano intere generazioni di bambine felici di appenderle alle orecchie, primissime emozioni di orecchini; ma anche bambini collezionisti di noccioli, versione povera delle biglie assolutamente indispensabile per giocare a chi sputa più lontano” .  (Lucia Granello).

Son certa che anche a voi questa immagine ha suscitato un sorriso e dolci emozioni…  le ciliegie…

Anche per voi una tira l’altra? Quando a casa ne ho visti due cesti non ho proprio resistito… con due manciate ho realizzato la torta al mascarpone ma il resto sono finite senza aver tanto il tempo di scattare foto.

Vi lascio la ricetta, come sempre facile e veloce. Le farine naturali senza glutine utilizzate sono la farina di riso e quella al grano saraceno che donano sofficità ma anche un sapore rustico.

Vi raccomando di togliere i noccioli alle ciliegie prima di inserirle nel dolce.

Servite con una spolverata di zucchero a velo.

Se vi piace questo dolce lo trovate anche in versione con le mele, come torta di mele con grano saraceno.

Trovate nel mio blog anche altre ricette con le ciliegie, come ad esempio le crostatine di ciliegie , le ciliegie sotto spirito.

una torta con le ciliegie, posata sul un avolo di legno con tutte ciliegie intorno e una fetta tagliata in primo piano

torta al mascarpone e ciliegie senza glutine

La torta al mascarpone e ciliegie senza glutine, una colazione perfetta per queste calde mattine di giugno. “Le ciliegie. Frutti fiabeschi e irresistibili, come testimoniano intere generazioni di bambine felici… Torte classiche ciliegie, senza glutine, senza burro, torta al mascarpone, merenda, colazione, ricetta facile, ricetta senza glutine, grano saraceno, farina di riso, farine naturali senza glutine, glutenfree, colazione sana, colazione facile, torta facile European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 250 g mascarpone,
  • 150 g zucchero,
  • 4 uova,
  • 200 g farina di riso,
  • 50 g farina di grano saraceno
  • 1 bustina di lievito dolci senza glutine,
  • buccia grattugiata limone,
  • ciliegie fresche senza nocciolo

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità ventilata.

Imburrate e infarinate già lo stampo a cerniera da 24 cm, oppure foderatelo con carta forno come ho fatto io.

In una ciotola lavorate bene uova e zucchero per alcuni minuti, fino ad ottenere un composto spumoso.

Aggiungete il mascarpone e mescolate bene con le fruste.

Unite le farine, insieme alla buccia di limone e al lievito.

Amalgamate bene il composto in modo che non ci siano grumi.

Versate l’impasto nello stampo.

Ora togliete i noccioli alle ciliegie (io utilizzo un apposito strumento che velocizza l’operazione).

Mettete le ciliegie sulla superficie del dolce premendo leggermente.

Cuocete in forno a 180 gradi per circa 40 minuti, modalità ventilata ma fate la prova stecchino per controllare la cottura ed eventualmente prolungarla per 5 minuti.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
dolcetti muffin visti dall'alto posati su vecchi fogli di giornale, a lato una tazzina vintage e dei fiori rosa

Un buongiorno morbido, profumato, semplice. Un trionfo di muffin alle banane, soffici e perfetti per essere inzuppati o farciti.

Ideali anche come base di cup cake, perfetti con una ganache al cioccolato.

Vi ho convinti?

In realtà questi muffin nascono dall’esigenza di usare delle banane troppo mature e che nessuno vuol mangiare. Sono senza burro e con farine naturali senza glutine.

Per questa preparazione ho scelto la farina di riso e farina di grano saraceno.

Servono davvero pochi ingredienti e un frullatore per realizzarli in pochi minuti.

Per una versione più golosa consiglio di aggiungere anche delle gocce di cioccolato nell’impasto.

Ma quanto son belli i muffin da portare in tavola?

Se vi piacciono c’è una sezione dedicata nel blog!

Un esempio?

I muffin al caffe’muffin veganimuffin con farina di ceci,  muffin con farina di quinoa,  muffin con farina di miglio, muffin alla zucca e tantissimi altri…..  insomma come avete ben capito i muffin qui a casa nostra vanno alla grande.

Monoporzioni ideali da servire in tavola ma anche da portare in trasferta per una merenda sana e golosa.

Vi aspetto nei commenti, fatemi sapere se vi son piaciuti e non mancate anche nella mia pagina Instagram.

dolcetti muffin visti dall'alto posati su vecchi fogli di giornale, a lato una tazzina vintage e dei fiori rosa

muffin alle banane

Un buongiorno morbido, profumato, semplice. Un trionfo di muffin alle banane, soffici e perfetti per essere inzuppati o farciti. Ideali anche come base di cup cake, perfetti con una ganache… Muffins e Plumcake muffin, senza glutine, banane, merenda, colazione, glutenfree, muffin alle banane, muffin senza glutine, monoporzioni, grano saraceno, ricetta facile, dolcezza senza glutine European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 2 banane mature,
  • 80 g olio di semi di girasole ,
  • 80 g latte vaccino o bevanda vegetale,
  • 2 uova,
  • 130 g di zucchero semolato oppure di canna,
  • 150 g farina di riso,
  • 100 g farina di grano saraceno,
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo per servirli
  • ( in caso di celiachia vi ricordo che le farine, il lievito per dolci e lo zucchero a velo devono riportare la dicitura senza glutine)

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità statica.

Inserite nel frullatore le banane a pezzetti e frullate.

Se preferite fare questi dolcetti a mano, schiacciate bene le banane mature con la forchetta in modo da formare una purea.

Unite uova e zucchero e amalgamate.

Aggiungete i liquidi olio e latte, mescolate bene e infine setacciate le farine con il lievito per dolci.

Continuate a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versate i pirottini fino a ¾ e infornate a 180 gradi per circa 25/30 minuti. Fate la prova stecchino per essere certi della cottura.

Serviteli con una spolverata abbondante di zucchero a velo oppure glassateli con una golosa colata di cioccolato fondente.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una apple pie vista dall'alto con fiori di acacia intorno, una mela gialla, un piattino con una forchettina

Oggi metto in tavola una apple pie con fiori di acacia e farine naturali senza glutine. Una dolcezza infinita di mele e questi fiori del periodo, avvolti da una croccante sfoglia di pasta realizzata con farina di ceci, farina di riso, grano saraceno e fecola di patate.

Li conoscete i fiori d’acacia?

I suoi petali sono color crema e i suoi fiori sono profumatissimi. Sbocciano più o meno a partire dalla seconda metà di aprile. Sono utilizzati soprattutto in ambito erboristico e fitoterapico, per i loro benefici su intestino e gola, ma anche in cucina possono diventare degli ottimi ingredienti. Infusi, marmellate e fritture sono tutte ricette ottime da provare.

Io faccio sempre uso del miele d’acacia: la sua particolarità è che rimane liquido a qualsiasi temperatura. Adoro scioglierlo nelle tisane calde, ma anche utilizzarlo per dolcificare le torte, sostituendo lo zucchero. Molto profumato e dal sapore particolare, è un buon primo approccio all’aroma dei petali di questi fiori.

Oggi però ho deciso di usare i fiori d’acacia in aggiunta alle mele, come farcia di questa torta.

La realizzazione è molto semplice, basterà impastare una pasta matta, composta da farine, acqua ed olio.

La farcia è costituita da mele, fiori, zucchero di canna e succo di limone.

Ottima da servire ancora tiepida.

 

Se amate le torte con le mele provate anche le mie ricette ” torta di mele senza burro” ” torta integrale di mele” ” strudel di mele ” ” strudel di mele e fiori di acacia” ” sfoglia di crema e mele

una apple pie vista dall'alto con fiori di acacia intorno, una mela gialla, un piattino con una forchettina

apple pie con fiori di acacia

Oggi metto in tavola una apple pie con fiori di acacia e farine naturali senza glutine. Una dolcezza infinita di mele e questi fiori del periodo, avvolti da una croccante… Torte classiche apple pie, torta di mele, mele, fiori di acacia, torte fatte in casa, senza glutine, intolleranza al glutine, glutenfree, merenda, colazione, crostata, dolci alle mele European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • pasta matta :
  • 150 g farina di ceci,
  • 50 g farina di riso,
  • 50 g farina di grano saraceno,
  • 50 g fecola di patate o amido,
  • ( in alternativa a queste polveri 300 g di farina mix per pasta)
  • 150 g acqua ,
  • 10 g olio evo.
  • Per il ripieno:
  • 3 mele piccole o 2 medie,
  • 3 cucchiai di zucchero di canna,
  • succo di un limone,
  • 2 cucchiai di pan grattato senza glutine ( o biscotti sbriciolati) da mettere nel fondo torta.

Procedimento

Per preparare la pasta matta senza glutine iniziate mescolando in una ciotola le polveri con l’olio . Aggiungete poco a poco anche l’acqua tiepida e iniziate ad impastate fino a quando non ottenete un composto omogeneo.

Formate una palla. Spolverate la vostra spianatoia con della farina sottilissima di riso oppure dell’amido.

Con il matterello tirate la sfoglia ad uno spessore di 2-3mm.

Accendete il forno in modalità statica a 180°, modalità ventilata.

Foderate una tortiera da 20 ,22 cm con della carta forno.

Dividete la vostra pasta matta in due parti e con una  parte formate il cerchio per il fondo della torta tagliando a parte la striscia per fare il bordo alto circa 3 cm.

A parte lavate, sbucciate e tagliate a pezzetti le mele.

Mettetele in una ciotola e mescolatele con dello zucchero di canna e succo di un limone.

Unite i fiori di un paio di grappoli di acacia. (i fiori di acacia sono molto delicati, quindi non vanno lavati; ecco perché vanno raccolti lontano dal traffico e dallo smog).

Versate un paio di cucchiai di pan grattato o biscotti sbriciolati sul fondo della torta, versate poi le mele a pezzetti con i fiori di acacia condite con limone e zucchero.

Con la pasta restante formate il secondo disco .

Stendete la pasta matta con il mattarello, formate il coperchio rotondo per coprire la torta e fissatele i bordi pinzandoli con le dita.

Intagliate una croce sopra la superficie per lasciar passare il vapore delle mele in cottura.

Se avete della pasta avanzata realizzate il bordino come vedete in foto, arrotolando due piccoli cilindri lunghi di impasto.

Spennellate la superficie della torta con un po' di latte e cospargete con dello zucchero di canna che in cottura farà la crosticina golosa.

Cuocete nel forno già caldo a 180 gradi per circa 35 , 40 minuti.

Sentirete il profumo invadere la cucina.

L’ apple pie con fiori di acacia e senza glutine servito caldo sarà ancora più buono!

 

Portatelo in tavola con un' abbondante spolverata di zucchero a velo e magari come decorazione dei fiori di acacia freschi.

Se amate le torte di mele  non mancate di rifare anche la mia “ torta di mele senza burro “, “ strudel di mele e fiori di acacia”

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una cimbella vista dall'alto con zucchero a velo, delle margherite a decorazione, a lato una tazza di the con margherite, una teiera e delle margherite

Oggi facciamo un ripasso dei cereali proibiti e permessi in celiachia, bevendo un thè accompagnato da una ciambella con farine senza glutine. Vi piace l’idea? Il mio compito è di condividere non solo ricette ma anche informazioni e consigli, semplici ma fondamentali.

Il glutine si trova principalmente nei cereali, quindi in una dieta senza glutine vanno totalmente esclusi :

grano tenero, grano duro, segale, orzo, farro, kamut, spelta, triticale ( un ibrido tra frumento e avena) e i meno noti bulgur (grano nella base della cucina turca), frik (tipico grano nella cucina algerina) , greunkern ( grano verde greco tipo spelta).

Attenzione perché il glutine è presente come additivo nei cibi più inaspettati come per esempio caffè e thè solubili, yogurt con la frutta, ketchup, insaccati, salse, formaggio spalmabile, mostarda, carne precotta, burro di arachidi, gelati, torrone, cioccolato. Si deve sempre controllare meticolosamente che ogni alimento riporti la spiga sbarrata o l’indicazione senza glutine.

La celiachia costringe ad eliminare il glutine ma ci sono molti cereali CONSENTITI:

RISO: l’alimento senza glutine più consumato al mondo. Altamente digeribile, riesce a regolare la flora intestinale. Ha molto potassio e poco sodio, indicato per chi soffre di ipertensione. Ricco di molti nutrienti, aiuta a eliminare il gonfiore.

MAIS: fonte di acido folico e vitamina B1; indicato per l’alimentazione in gravidanza e per i bambini, a partire dalla prima infanzia: la crema di mais è uno dei primi alimenti ad essere introdotti nella dieta durante lo svezzamento. Ha una buona quota di ferro e di altri minerali, utile in caso di anemia. Particolarmente digeribile e ricco di fibra alimentare, è un alleato prezioso per stomaco e intestino e facilita il rallentamento dell’assorbimento degli zuccheri, contribuendo, così, a mantenere bassi i livelli di glicemia nel sangue. Grazie alle sue proprietà contribuisce inoltre a tenere bassi i valori di colesterolo LDL, quello cosiddetto “cattivo”.

MIGLIO: utilizzato soprattutto per produrre farine e semoline e trova un grande impiego nella cucina macrobiotica. Contiene sali minerali, fibre e le stesse quantità di proteine del grano. Se combinato con la gomma arabica diventa un ottimo lievitante ed è utilizzato nelle diete per celiaci nei prodotti da forno.

GRANO SARACENO: è una pianta erbacea ricca di ferro, zinco e selenio ed è perciò molto utile per combattere il diabete e per essere utilizzato come antidoto eccezionale contro le emorragie. Contiene sostanze che rafforzano i vasi sanguigni.

SORGO: ricco di fibre ed è altamente digeribile e facilmente assimilabile. Oltre a contenere importanti sali minerali come ferro, calcio, potassio, è ricco di vitamina B3 e vitamina E che rendono questo alimento ricco di proprietà nutritive.

AMARANTO: pianta ricca di proteine, ha un altissimo valore biologico per la quantità di amminoacidi che contiene. Ha un elevato contenuto di calcio, fosforo, magnesio e ferro, contiene fibre e per questo è molto utile nella digestione e per le funzioni intestinali. È usato spesso nello svezzamento dei neonati e per le persone che hanno difficoltà ad affrontare una normale digestione

TEFF: cereale sfruttato fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche e curative: i suoi benefici sulla salute sono dovuti al suo elevato contenuto di Fibre e Sali Minerali quali il Magnesio, il Calcio, il Potassio ed il Ferro. Inoltre, l’assunzione del teff permette un maggiore apporto di Vitamina C ed avendo un basso indice glicemico, è consigliato ai diabetici che possono trarne giovamento riuscendo ad abbassare i livelli di Zuccheri nel sangue.

QUINOA: appartiene alla famiglia delle chenopodiacee che è la stessa degli spinaci e della barbabietola. Ha un elevato apporto calorico e notevoli proprietà nutritive: è ricco di fibre e minerali, tra cui ferro, zinco, magnesio e fosforo, oltre che di grassi insaturi.

MANIOCA: La parte edibile della manioca è costituita dalle sue radici: tuberi di colore bruno e dalla polpa chiara, ricchi di amido. I tuberi della manioca possono essere cucinati come le nostre patate, vanno sbucciati molto bene e, nel caso della manioca amara, non deve mai essere mangiata cruda. Una volta lessato il tubero può essere cotto con un po’ di burro, arrostito o lavorato come purè. La manioca ha molte proprietà benefiche per il nostro organismo: è ricca di vitamine del gruppo B e la sua radice è una fonte principale di alcuni importanti sali minerali come lo zinco, il magnesio, il rame, il ferro, il manganese, il potassio, quest’ultimo ottimo regolatore dei fluidi presenti nel corpo e quindi ottimo regolatore della frequenza cardiaca.

Quando si parla di semole o farine, se pur derivanti da cereali naturalmente senza glutine, va verificata la dicitura “senza glutine” in etichetta, trattandosi di alimenti che hanno subito un processo di lavorazione e quindi a rischio di contaminazioni.

Vedete la ciambella in foto ?

E’ ovviamente realizzata con diverse farine naturali, senza glutine.

Proviamo a realizzarla insieme!

vi ricordo anche i miei articoli informativi sulla celiachia :

cos’è la celiachia”

le contaminazioni”

“come realizzare un proprio mix”

una diagnosi per rifiorire

celiachia e cosmetici

celiachia e alcolici”

spesa senza glutine”

 

una cimbella vista dall'alto con zucchero a velo, delle margherite a decorazione, a lato una tazza di the con margherite, una teiera e delle margherite

ciambella con farine senza glutine

Oggi facciamo un ripasso dei cereali proibiti e permessi in celiachia, bevendo un thè accompagnato da una ciambella con farine senza glutine. Vi piace l’idea? Il mio compito è di… Vita da celiaca ciambella, celiachia, senza glutine, glutenfree, farine senza glutine, merenda , ricetta facile, ciambella senza glutine, senza burro European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 100 g zucchero,
  • 3 cucchiai di miele,
  • 3 uova,
  • 120 g olio di semi di girasole,
  • 130 g acqua,
  • 50 g amido o fecola,
  • 100 g farina di riso,
  • 100 g farina di sorgo,
  • 50 g farina di grano saraceno,
  • buccia grattugiata di limone o aroma a vostro piacere,
  • 1 bustina di lievito dolci senza glutine

Procedimento

il procedimento è molto semplice.

Preriscaldate il forno a 180 gradi modalità ventilato.

Montate in una ciotola con le fruste elettriche lo zucchero , il miele e le uova.

Unite gli ingredienti liquidi, l'acqua e l'olio.

Aggiungete le farine con il lievito, insieme al vostro aroma scelto. ( io opto sempre per un cucchiaio di liquore oppure la buccia grattugiata di limone).

Amalgamate bene il composto: deve essere cremoso e senza grumi.

Versate l'impasto in uno stampo da 24 cm,  ben imburrato e infarinato.

Io ho scelto lo stampo a ciambella ma va bene anche uno stampo a cerniera rotondo.

La torta cuoce a 180 gradi, forno preriscaldato, in modalità ventilata, per circa 35, 40 minuti.

Vi raccomando fate sempre la prova stecchino per verificare la cottura dopo i 30 minuti.

Togliete la ciambella dallo stampo solamente dopo averla lasciata raffreddare .

servitela con una spolverata abbondante di zucchero a velo oppure copritela con una golosa ganache al cioccolato.

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
vista dall'alto di una tazza di caffè nero, con un a fetta di torta al cioccolato con le fragole, una moka di caffè e un mazzetto di pratoline a lato

Una domenica di aprile, con un sole splendente e la temperatura piacevole. Una colazione rustica, primaverile e golosa come il brownie al grano saraceno con fragole fresche.

Questo è uno dei miei dolci preferiti perché è tenero, umido e il sapore della cioccolata fondente trionfa su tutto. Nella versione invernale vi avevo coccolato con il croccante della frutta secca e la delicatezza della farina di mandorle mentre ora ve lo presento in una veste più fresca con le fragole.

Ho voluto cambiare anche farina, proponendovi un cereale naturalmente senza glutine e macinato a pietra: la farina di grano saraceno.

Questa farina è ricca di proteine e vitamine, in particolare vitamine del gruppo B e aiuta ad eliminare dall’organismo i liquidi in eccesso ed ha un’azione rivitalizzante sui reni e cuore, grazie alla presenza di una sostanza chiamata rutina infatti, previene la fragilità capillare. Ovviamente fa bene nell’alimentazione dei celiaci in quanto senza glutine. Io amo particolarmente questa farina col il suo gusto un po’ nocciolato.( se non avete problematiche particolari o non siete intolleranti al glutine potete realizzare questa ricetta con la vostra farina preferita).

Il brownie è un dolcetto di origine americana facilissimo da fare, ottimo in questo periodo se si hanno ancora uova di cioccolato da smaltire.

Fu inventato a metà del 1800 perché una signora d’affari, Bertha Palmer nominata “President of the Board of Lady Managers”, ordinò ai cuochi di casa Palmer di preparare un buon dolcetto che fosse facilmente trasportabile, e che non sporcasse il vestito delle signore durante i ricevimenti. In altre parole, la descrizione perfetta dei brownies! Questo dolcetto dunque nasce da una esigenza ben precisa ma è diventato sicuramente famosissimo per la sua bontà irresistibile.

Realizzato in una tortiera rettangolare (circa 15 x 25 circa ) o in una piccola pirofila, va servito tagliato a quadretti. L’interno resta leggermente umido È una di quelle ricette alla portata di tutti, infatti è sufficiente mescolare con una frusta gli ingredienti e il gioco è fatto, il resto lo farà il forno.

E’ un dolce perfetto da servire nei brunch, nelle feste anche come dolce da pic-nic perché i quadretti di brownies sono facili da trasportare e restano morbidi. 

 

Trovate la versione con la frutta secca qui : ” brownie con frutta secca e farina di mandorle” 

Ora vi lascio la ricetta e vi aspetto come sempre nella mia pagina Instagram. 

vista dall'alto di una tazza di caffè nero, con un a fetta di torta al cioccolato con le fragole, una moka di caffè e un mazzetto di pratoline a lato

Brownie al grano saraceno con fragole

Una domenica di aprile, con un sole splendente e la temperatura piacevole. Una colazione rustica, primaverile e golosa come il brownie al grano saraceno con fragole fresche. Questo è uno… Torte classiche merenda, brownie, grano saraceno, fragole, senza glutine, glutenfree, colazione, cioccolato European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 100 g farina di grano saraceno,
  • 100 g zucchero semolato o zucchero di canna,
  • 100 g burro,
  • 200 g cioccolato fondente,
  • 2 uova,
  • un cucchiaino di lievito per dolci ( dicitura senza glutine per chi è celiaco),
  • un cucchiaino di rum per chi desidera aumentare un po’ carattere del dolce.

Procedimento

Per preparare i brownies secondo la ricetta originale, per prima cosa sciogliete in un pentolino per il bagnomaria il cioccolato e il burro, mescolando dolcemente con un cucchiaio finché gli ingredienti non sono completamente sciolti e il composto non è diventato cremoso. Potete fare questa operazione anche al microonde come faccio sempre io, facendo attenzione però alla temperatura del punto di fusione.

Togliete il cioccolato dal bagnomaria e unite tutto lo zucchero, amalgamando bene con l’aiuto di una frusta, così da cominciare ad abbassare la temperatura del composto. Per accelerare il raffreddamento, passate il composto in una ciotola più grande, dove potrete aggiungere tutti gli altri ingredienti.

Aggiungete dunque le uova una alla volta, mescolando bene con la frusta finché il composto non le ha assorbite completamente. Aggiungete anche la farina setacciata con il cucchiaino di lievito mescolando vigorosamente con la spatola per dolci, finché il composto non sarà diventato denso.

Dopo aver aggiunto tutti gli ingredienti, passate l’impasto in una apposita teglia rettangolare non troppo grande, già foderata con carta da forno.

Ora posizionate sulla superficie le fragole tagliate a metà.

Le dimensioni della teglia potete stabilirle voi, ma più grande sarà, più bassi sarà il vostro brownie di fragole ovviamente. Infornate nel forno già caldo a 170° per circa 30, 35 minuti.

Quando il vostro brownie sarà pronto, toglietelo dal forno e lasciatelo raffreddare bene prima di tagliarlo e servirlo.

Una spolverata di zucchero a velo per completare il tutto e buona colazione!

… se lo servite come dessert io lo accompagnerei con una fresca pallina di gelato.

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
vista dall'alto di un tavolo di legno con gnocchi, a lato posate, tagliere con cannella e zucchero

Gli gnocchi alla vicentina con farina di grano saraceno sono un piatto molto semplice, della cucina tradizionale contadina. Nella tradizione vicentina sono diffusi quelli di patate e di ricotta, conditi con burro, zucchero, grappa, cannella e l’uvetta passa.

Solitamente si fanno con la fioretta, una ricotta semiliquida, che si ottiene non scolando completamente siero. Ha un sapore neutro, fresco con una punta di acidulo ma noi, oggi li prepareremo con la ricotta vaccina che tutti possono trovare facilmente al caseificio o al supermercato.

In tutto il Veneto, gli gnocchi vengono ancora conditi alla vicentina come in epoca rinascimentale, con una “miscela di grana, 3 cucchiai grandi di zucchero e 2 di cannella in polvere, con l’aggiunta di uvetta passa ammorbidita”. Il gusto di un tempo da assaporare ai nostri giorni…

Nella versione senza glutine io ho sostituito la farina di frumento con la farina di grano saraceno bianca : una proposta decisamente più rustica visto il gusto caratteristico del grano saraceno.

Potete miscelare questa farina anche con farina di riso e fecola di patate per avere un gusto leggermente più dolce.

Consigli :

Se non amate gli gnocchi alla ricotta, potete optare per la preparazione di gnocchi alle patate.

Potete optare per un condimento di zucchero e cannella anche nella versione rossa con il pomodoro. Basterà sostituire il burro fuso con una passata di pomodoro, spolverata di abbondante zucchero e cannella (come da sempre fa la mia mamma) .

Se amate le ricette della tradizione non perdetevi le ricette nel blog di :

risotto con bruscandoli

verze in tecia”

polentina zala de cittadella

torta putana”

zaeti senza glutine

frittelle”

“rosole”

Ora vediamo la ricetta degli gnocchi con grano saraceno alla vicentina!

Vi aspetto anche nella mia pagina Instagram.

E se rifate una mia ricetta fatemi sapere nei commenti!

vista dall'alto di un tavolo di legno con gnocchi, a lato posate, tagliere con cannella e zucchero

gnocchi alla vicentina con farina di grano saraceno

Gli gnocchi alla vicentina con farina di grano saraceno sono un piatto molto semplice, della cucina tradizionale contadina. Nella tradizione vicentina sono diffusi quelli di patate e di ricotta, conditi… Cucina Veneta primo piatto, piatto italiano, senza glutine, glutenfree, gnocchi, gnocchi di ricotta, ricotta, ricette senza glutine, glutenfree recipe, gnocchi alla vicentina European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 200 g farina grano saraceno
  • 2 uova
  • 250 g ricotta vaccina
  • 50 g grana padano
  • (farina di riso o amido di mais per lo spolvero spianatoia)
  • Per il condimento:
  • Burro (circa 100 g)
  • Cannella in polvere
  • Zucchero semolato
  • 1 goccio di grappa
  • Uvetta passa (facoltativo)

Procedimento

Lavorate bene in una ciotola, con una forchetta la ricotta con le uova.

Unite la farina di grano saraceno e la grana padano grattugiato.

Lavorate l'impasto in modo da ottenere un panetto piuttosto compatto.

Fate riposare in frigorifero l’impasto per circa 30 minuti.

 

Riprendete l'impasto degli gnocchi e prelevatene un po' alla volta da lavorare sulla spianatoia spolverata da amido o farina di riso.

Formare dei cilindri lunghi.

Tagliate gli gnocchi col coltello cercando di mantenere la stessa misura, circa 3 cm li lunghezza.

Passateli sulla forchetta rovesciata o sull'apposito strumento di legno per fare le tipiche scanalature agli gnocchi.

Fate bollire l'acqua in una pentola capiente e salatela con un cucchiaio di sale grosso.

Unite anche un cucchiaio di olio evo per evitare che gli gnocchi si attacchino tra loro.

Buttate gli gnocchi di ricotta un po' alla volta nell'acqua bollente salata.

Saranno pronti quando verranno in superficie, ci vorranno circa 2 minuti.

In una padella a parte sciogliete il burro con un goccio di grappa.

Unite una abbondante spolverata di cannella in polvere e un paio di cucchiai di zucchero semolato.

( chi desidera può aggiungere l'uvetta ammollata e strizzata  precedentemente in acqua calda, per rispettare la ricetta della tradizione).

Scolate gli gnocchi e spadellateli delicatamente nella padella col il burro fuso, lo zucchero e la cannella.

 

Servite gli gnocchi di ricotta e grano saraceno alla vicentina nei piatti di portata e spolverate con grana padano a piacere.

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un piatto di biscotti a fiore visto dall'alto, posato su un tavolo di legno

I biscotti al rosmarino e miele sono stati una scoperta molto gradita perché malgrado il gusto particolare, sono piaciuti davvero a tutti.

Ho scelto di prepararli con due farine naturali senza glutine e non usare un mix industriale.

L’abbinamento ideale per me è farina di riso e farina di grano saraceno. La dolcezza che incontra il gusto rustico.

Potete usare nella stessa quantità la vostra farina preferita: come sempre le mie ricette possono essere personalizzate a vostro gusto.

La preparazione è molto semplice, si può fare a mano impastando la frolla oppure al mixer o nella planetaria.

La pasta frolla deve diventare morbida per essere realizzata e non ha bisogno di riposare in frigo.

Durante la cottura sentirete il profumo di rosmarino invadere la cucina.

Trovate nella sezione biscotti tante altre proposte, come ad esempio:

madeline

girelle con farina di ceci”

biscotti vegani al cocco

biscotti da inzuppo”

frolla al cacao

“biscotti integrali alle mele

biscotti con farina di lenticchie”

biscotti con farina di teff” …. E tanti altri

un piatto di biscotti a fiore visto dall'alto, posato su un tavolo di legno

biscotti al rosmarino e miele

I biscotti al rosmarino e miele sono stati una scoperta molto gradita perché malgrado il gusto particolare, sono piaciuti davvero a tutti. Ho scelto di prepararli con due farine naturali… Biscotti biscotti al rosmarino e miele, biscotti, merenda, biscuits, senza glutine, farina di riso, farina di grano saraceno, rosmarino, dieta, glutenfree, breack, merenda, colazione European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 50 g burro morbido,
  • 50 g zucchero,
  • 1 cucchiaio di miele,
  • 1 uovo,
  • buccia grattugiata di limone,
  • 2 cucchiai di rosmarino tritato,
  • 150 g farina di riso,
  • 50 g farina di grano saraceno,
  • mezzo cucchiaino di lievito.

Procedimento

Lavorare il burro, lo zucchero, il miele in una ciotola con una forchetta.

( potete preparare la frolla anche nella planetaria o al mixer ).

Unite le farine e alla fine la buccia grattugiata con il rosmarino.

Realizzate un panetto morbido e ben lavorabile. Non è necessario farlo riposare.

Stendete la frolla sulla spianatoia leggermente infarinata di farina di riso.

Tagliate le vostre forme preferite. Io li ho fatti a forma di fiore vista la primavera in arrivo.

Ponete i biscotti sulla teglia coperta da carta forno e cuocete nel forno già caldo a 180 gradi per circa 15 minuti....

Sentirete che profumo!!!

 

I biscotti si conservano nella biscottiera di vetro o ceramica per più giorni.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
mezza ciambella al cioccolato vista dall'alto con a lato dei tulipani rossi e due fette tagliate

La torta al latte caldo e cacao senza glutine è una nuvola soffice, umida, preparata con ingredienti semplici e facilmente reperibili.

La mia in versione a ciambella è coperta da golosa cioccolata fondente fusa ma è ottima da servire anche al naturale con una abbondante spolverata di zucchero a velo.

Si realizza in poco tempo e la sua sofficità conquista davvero tutti.

Se realizzata in uno stampo a cerniera rotondo diventa anche un’ottima base per torta da farcire.

Perfetto l’abbinamento con la confettura di lamponi oppure crema gianduia.

Prepariamola insieme e se vi piacciono i dolci al cioccolato non perdetevi anche le ricette di:

muffin cacao e pere

biscotti cioccolato pere e rum”

torta di zucchine e cacao

ciambella al vino rosso”

brownie con farina di mandorle”

torta autunnale al cioccolato”

crostatine con ganache al cioccolato”

mezza ciambella al cioccolato vista dall'alto con a lato dei tulipani rossi e due fette tagliate

torta al latte caldo e cacao senza glutine

La torta al latte caldo e cacao senza glutine è una nuvola soffice, umida, preparata con ingredienti semplici e facilmente reperibili. La mia in versione a ciambella è coperta da… Torte classiche merenda, senza glutine, cacao, gluten free, latte, colazione, ciambella European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 3 uova,
  • 150 g zucchero semolato oppure di canna,
  • 120 g latte tiepido,
  • 60 g burro,
  • 180 g di farina (divisi in 100 g farina di riso, 80 g farina di grano saraceno),
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere,
  • 1 cucchiaio di rum o un aroma che gradite,
  • 1 bustina di lievito per dolci con indicazione senza glutine.
  • Per la copertura 100 grammi di cioccolato fondente oppure zucchero a velo

Procedimento

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

In una ciotola montate bene con le fruste elettriche lo zucchero con le uova fino ad ottenere un composto bianco, soffice e spumoso.

Unite i due cucchiai di rum o aroma a vostro piacimento come ad esempio vaniglia.

Setacciate le farine (io ho scelto di mescolare 100 grammi di farina di riso con 80 grammi di farina al grano saraceno) e il lievito per dolci con indicazione senza glutine.

Amalgamate bene con le fruste elettriche aggiungendo anche i due cucchiai di cacao amaro in polvere.

A parte, in un pentolino, mettete a scaldare leggermente il latte con il burro tagliato a tocchetti.

Fatelo intiepidire fino a sciogliere il burro completamente.

Unite a filo il latte e il burro all’impasto di uova e farina.

Amalgamate bene mescolando delicatamente con le fruste a bassa velocità.

Versate il composto cremoso in uno stampo a ciambella da 24 cm, ben imburrato e infarinato.

Potete scegliere anche uno stampo classico a cerniera dello stesso diametro.

Infornate nel forno già caldo a 180 gradi per circa 30 minuti (io uso modalità ventilata) ma fate sempre la prova stecchino perché ogni forno presenta tempistiche diverse.

Al termine della cottura, sfornate e lasciate raffreddare prima di toglierla dallo stampo.

Io ho glassato la mia ciambella con una colata di cioccolato fondente fuso.

Ho sciolto circa 100 grammi di cioccolato fondente al 60 % al microonde, facendolo colare poi sulla ciambella.

Ma potete servire la vostra torta in semplicità, solamente con un’ abbondante spolverata di zucchero a velo.

Per renderla più golosa potete arricchire l’impasto di gocce di cioccolato.

 

La torta al latte caldo e cacao è una torta facile, soffice, ideale per le merende e per le colazioni di grandi e piccini.

Si conserva più giorni nella campana di vetro.

 

Fatemi sapere nei commenti e seguitemi nella mia pagina Instagram Monica creazioni senza glutine.

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
uno strudel visto dall'alto , una fetta tagliata che fa vedere l'interno, a lato una tazza di the e una mela gialla

Lo strudel senza glutine non è difficile da fare e invade la cucina di profumo meraviglioso.

Io preferisco mangiarlo tiepido, con un po’ di crema al limone che lo accompagna.

Diventa un dessert fine pasto perfetto da servire ai nostri ospiti e anche una merenda golosa.

Lo strudel è il dolce tipico della pasticceria dell’Alto Adige. Il termine tedesco “strudel”, tradotto alla lettera in “vortice”, sta a significare la struttura del dolce stesso che è realizzato una farcitura di frutta avvolta da pasta sottile e croccante.

Secondo la cultura popolare il giusto spessore della sfoglia dovrebbe permettere di leggervi in trasparenza una lettera d’amore ma con le farine senza glutine è difficile stendere e lavorare una pasta tanto sottile.

Vi consiglio di usare un mix per pasta senza glutine oppure in alternativa una miscela di farine naturali come farina di grano saraceno, farina di riso e amido di mais.

La pasta matta deve risultare morbida ed elastica da lavorare.

A me piace cospargere la pasta stesa di pan grattato prima di aggiungere la farcia da avvolgere, ma va benissimo anche una spolverata di biscotti secchi sbriciolati: servirà ad assorbire i liquidi delle mele.

Ma ora prepariamo lo strudel senza glutine.

Trovate nel blog anche l’alternativa con pasta briseè e fiori d’acacia, tipici nella primavera.

Vedete la ricetta “ strudel di mele e fiori d’acacia

uno strudel visto dall'alto , una fetta tagliata che fa vedere l'interno, a lato una tazza di the e una mela gialla

strudel senza glutine

Lo strudel senza glutine non è difficile da fare e invade la cucina di profumo meraviglioso. Io preferisco mangiarlo tiepido, con un po’ di crema al limone che lo accompagna.… Torte classiche strudel , merenda, dolci fatti in casa, farina di riso, grano saraceno, senza glutine, glutenfree, ricette facili, dessert, mele, torta di mele European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.7/5
( 3 voted )

Ingredienti

  • Per la pasta matta:
  • 130 g farina mix pasta (oppure come ho fatto io 80 g farina di grano saraceno, 30 g farina di riso e 20 g amido di mais),
  • 80 g acqua,
  • 10 g olio,
  • 1 cucchiaino di aceto di mele.
  • (io vi consiglio di raddoppiate la dose se desiderate fare uno strudel più grande)
  • Per la farcia:
  • 3 mele medie,
  • uvetta,
  • 3 cucchiai di zucchero,
  • succo di un limone,
  • pan grattato senza glutine. ( in alternativa dei biscotti sbriciolati)

Procedimento

Impastate gli ingredienti per la pasta matta, a mano in una ciotola o nel mixer.

A bisogno fare dose doppia.

Formate un panetto elastico da lavorare.

Stendetelo sulla carta forno, leggermente infarinata e formate un rettangolo piuttosto sottile.

Per la farcia: sbucciate e tagliate a pezzetti piccoli 3 mele medie. Mettete i pezzetti di mela in una ciotola, aggiungete il succo di un limone, tre cucchiai di zucchero e dell'uvetta strizzata, ammollata precedentemente in acqua calda e rum o grappa.

Cospargete il rettangolo di pasta strudel con pan grattato senza glutine e versate la farcia di mele e uvetta al centro del rettangolo.

Piegate i 2 lati più lunghi verso il centro, uno alla volta e sigillate i bordi. (aiutatevi con la carta forno). Chiudete anche le estremità.

Fate dei tagli in superficie per lasciar evaporare le mele in cottura.

Spennellate il vostro strudel con un tuorlo d 'uovo, allungato con un goccio di latte.

Lo strudel cuoce in forno preriscaldato a 180 gradi per circa 30 minuti.

... Servitelo tiepido, cosparso di zucchero a velo. Meglio ancora se accompagnato da un po' di crema.

 

Crema facile d’accompagnamento:

Ingredienti per crema facile:

2 uova,

500 g latte,

buccia di limone biologico grattugiata,

50 g di amido di mais,

100 g zucchero a velo.

 

Il procedimento:

Scaldate il latte in un pentolino.

Sbattete a parte in una ciotola con la frusta, le uova con lo zucchero a velo e unite la buccia di limone biologico grattugiata.

Aggiungete la farina al composto di uova mescolando.

Incorporate il latte molto caldo continuando ad amalgamare con la frusta per evitare la formazione di grumi.

Trasferite tutto il composto in un pentolino e procedete con temperatura moderata mescolando, senza far bollire, fino a quando si addensa.

La vostra crema è pronta per accompagnare lo strudel di mele.

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
Ultimi post

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy