Home Tags Posts con tag "amido di mais"

amido di mais

una ciambella coperta da ganache al cioccolato e frutta, su un tavolo di legno, a lato una bricchetto bianco

La torta di ricotta e farina di riso è la classica ciambella versatile, ideale per colazione o merenda ma anche perfetta da glassare e ricoprire con freschissima frutta e portare in tavola nella stagione estiva.

Soffice, profumata, senza glutine e senza burro.

L’ impasto è realizzato con la ricotta che la rende morbida per più giorni.

Sembra una nuvola grazie alla farina di riso e l’amido di mais che potete sostituire anche con della fecola di patate.

Potete farla trovare a colazione semplicemente spolverata da zucchero a velo.

Oppure come in foto, coperta da una colata di cioccolato fondente e arricchita con frutta di stagione.

In questo caso vi consiglio di abbinarla ad un freschissimo Moscato.

Vi ho convinti?

Se vi piacciono i dolci alla frutta non perdetevi nel blog la crostata soffice alla frutta ,

crostata morbida con mousse,

crostata di ricotta ,

una ciambella coperta da ganache al cioccolato e frutta, su un tavolo di legno, a lato una bricchetto bianco

torta di ricotta e farina di riso

La torta di ricotta e farina di riso è la classica ciambella versatile, ideale per colazione o merenda ma anche perfetta da glassare e ricoprire con freschissima frutta e portare… Dolci delle feste ricotta, torta soffice, torta senza glutine, colazione, merenda, torta frutta, farina di riso, celiachia, glutenfree, dessert, cioccolato European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 4 uova,
  • 170 g zucchero semolato,
  • 250 g ricotta,
  • 100 g farina di riso,
  • 50 g amido di mais,
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

Dividete i tuorli dagli albumi.

Montate con le fruste elettriche o planetaria, gli albumi a neve con un pizzico di sale.

In un’altra ciotola montate i rossi con lo zucchero fino ad ottenere un composto biancastro.

Unite la ricotta e amalgamate bene.

Aggiungete a questo impasto la farina di riso e l’amido di mais insieme al lievito per dolci. In caso di celiachia vi ricordo di controllare sempre che nel lievito e nelle farine sia presente la dicitura senza glutine.

Ora versate gli albumi montati a neve e con una spatola amalgamate mescolando dall’alto verso il basso, con movimenti delicati ma veloci per incorporare aria al composto.

Versate il vostro impasto della torta alla ricotta in uno stampo a ciambella da 24 cm.

Se ne siete sprovvisti potete utilizzare anche una tortiera da 24 cm semplice.

Cuocete nel forno preriscaldato a 180 grandi, modalità ventilata per circa 40 minuti. Fate la prova stecchino dopo i 35 minuti per controllare la cottura.

Fate raffreddare il vostro dolce e poi toglietelo dallo stampo.

Per realizzare la ganache al cioccolato ho sciolto in un pentolino circa 100 g di cioccolato fondente con un po’ di panna (circa 3 cucchiai).

La panna servirà a far restare la colata di cioccolato morbida.

Decorate con frutta fresca a piacere e qualche fogliolina di menta.

 

Facile, veloce e sofficissima.

Provatela e fatemi sapere!

Vi aspetto nella mia pagina Instagram!

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un contesto vintage con una tazza di thè antica, con fiorellini , a lato due fette di torta al cacao, delle rose rosse e rosa posate e una teiera sullo sfondo con un vassoio di argento

Una semplice e soffice torta yogurt e cacao, delle rose dal profumo inebriante e dei pezzi vintage che amo, piccoli pezzetti di cuore.

Spesso mi viene chiesto come faccio a fare le foto, dove trovo l’ispirazione o la giusta luce.

Ma fatico a rispondere con dritte tecniche perché alla fine io mi baso tutto sul cuore.

Ogni scatto deve emozionarmi, ogni singolo angolino della foto deve parlare di me, ogni immagine deve rispecchiare il mio essere.

Prendiamo ad esempio questo scatto: c’è il vassoio vintage d’argento della mia nonna Iolanda, quello che le era stato regalato dalla mia mamma e che poi è arrivato a me.

Un pezzo di cuore, un oggetto che per me ha un valore affettivo malgrado sia opaco e mi ostini a tenerlo cosi, vissuto.

Ci sono le rose, quelle rose che mia nonna Maria amava e che portano il suo profumo. Maggio mese delle rose, mese del rosario, mese dove un tempo si riempivano i cestini con tanti petali profumati da far spargere alle bambine durante le cerimonie in chiesa.

Anche il centrino fatto a mano all’uncinetto è di mia nonna Maria e faceva parte della sua dote da sposa.

Ci sono le posate vecchie e quella tazza, l’unica rimasta di un servizio inglese di fine 1800… quello non è di famiglia ma porta ugualmente un’emozione importante.

Dopo tanto tempo senza poter fare un’uscita di piacere, ero andata con mia mamma al mercatino vintage che si tiene a Vicenza una volta al mese. Lo avevano interrotto per tanti mesi. In una bancarella mia mamma ha visto questa tazza, l’unica tra un’infinità di altri servizi completi ad attirare la sua attenzione.

“Monica guarda … quella è bella… quella sì, è proprio bella ed è un peccato lasciarla lì”  , indicandomi la tazza.

Completa di piattino per il dolce, un po’ rovinata nel suo profilo d’oro, ma talmente bella ed elegante che non ho potuto non cedere. Eccola lì allora, nello scatto a ricordarmi quel momento, quella scelta, quell’occhiata e quell’ uscita piacevole in una domenica di sole.

Serve altro per emozionare?

Ah sì, c’è la cosa fondamentale: la torta che devo condividere con voi!

Ma come sempre la ricetta e il soggetto passa in secondo piano… perché quello che conta per me è il contorno.

So che per fare la foodblogger dovrei limitarmi a scrivere la ricetta e basta, quello che alla fine interessa a chi si affaccia qui …ma io sono emozioni, sono tanti stati d’animo, sono profumi. Ogni piatto, ogni preparazione, ogni singola ricetta porta con sé tanto e non solo ingredienti e procedimento.

Io voglio farvi arrivare oltre, non solo il semplice piatto. 

Ma ora vi presento questo dolce soffice e goloso, ideale per la colazione o merenda ma anche per un fine pasto se coperta da glassa.

La sofficità è data dallo yogurt e dalla farina di riso miscelata con l’amido di mais.

E’ leggera, senza burro ma allo stesso tempo davvero una coccola per il palato.

Da fare e rifare.

Vi aspetto come sempre nella mia pagina Instagram e nei commenti.

Lasciatemi scritto se vi piacciono le mie ricette.

Se vi piacciono le torte al cacao non potete perdervi:

brownie alle fragole

brownie con farina di mandorle

muffin al cacao

muffin caffè e cacao

un contesto vintage con una tazza di thè antica, con fiorellini , a lato due fette di torta al cacao, delle rose rosse e rosa posate e una teiera sullo sfondo con un vassoio di argento

torta yogurt e cacao

Una semplice e soffice torta yogurt e cacao, delle rose dal profumo inebriante e dei pezzi vintage che amo, piccoli pezzetti di cuore. Spesso mi viene chiesto come faccio a… Torte classiche torta cacao, torta yogurt, torta senza glutine, senza glutine, glutenfree, merenda, vintage props, vintage, colazione, country, farina di riso, farine senza glutine, yogurt, ricetta senza glutine, merenda, dessert, cacao, cioccolato European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 150 g zucchero,
  • 3 uova,
  • 250 g vasetti di yogurt (per me frutti di bosco),
  • 50 g olio di semi di girasole,
  • 200 g farina di riso,
  • 50 g amido di mais,
  • 50 g cacao amaro,
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Procedimento

Realizzare questa torta allo yogurt e cacao è davvero molto semplice. Il composto si prepara amalgamando gli ingredienti tutti al frullatore.

Prima di tutto accendete il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

Mettete nel frullatore zucchero e uova, potete aromatizzare con un cucchiaio di liquore.

Unite lo yogurt del vostro gusto preferito: io ho scelto 2 vasetti di yogurt intero ai frutti di bosco.

Aggiungete l’olio di semi e miscelate bene.

Infinte mettete nel mixer la farina di riso, l’amido, il cacao e il lievito per dolci, mescolando per bene fino ad ottenere un composto omogeneo senza grumi.

Potete realizzare il composto anche a mano, in una ciotola, miscelando gli ingredienti con le fruste elettriche.

Prima montate uova e zucchero, unite l' olio e lo yogurt e infine le polveri, farina, amido, cacao e lievito.

Versate l’impasto della vostra torta yogurt e cacao in uno stampo foderato da carta forno oppure imburrato e infarinato. Io ho scelto una tortiera da 24 cm, potete optare anche per uno stampo a ciambella.

Infornate nel forno già caldo e cuocete per circa 40 minuti a 180 gradi. Fate la prova stecchino perché ogni forno presenta tempistiche leggermente diverse.

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
muffin ai mirtilli su un piano di legno, posati su due piattini, sullo sfondo una teiera e due tazze di the

I muffin vegani ai mirtilli sono quei classici dolcetti che mangi senza tanti sensi di colpa: leggeri, profumati, senza uova, senza lattosio, senza burro, senza glutine e con tanti mirtilli.

Non è da me preparare dolci vegan, ma con questi muffin morbidi e soffici mi devo proprio ricredere. Ogni tanto è bello sperimentare, creare, provare e stupirsi del risultato!

Inutile dirvi che anche questi son terminati in un lampo! Qui a casa i dolci non hanno vita lunga!

Sono molto versatili, potete riproporli ad ogni stagione sostituendo i mirtilli con altra frutta di stagione o gocce di cioccolata. Si possono farcire oppure decorare come base di cup cake.

La base non cambia ma potete variare invece la bevanda vegetale creando un gusto diverso con il latte di mandorla o di riso, d’avena o di cocco.

Per realizzarli basta una semplice frusta a mano e una ciotola, ma se non vi va di impastare a mano potete miscelare tutti gli ingredienti al frullatore.

Non vi resta che provare!

Se vi piacciono i muffin vi consiglio di andare a vedere tutte le ricette nella sezione dedicata, cercate nel menù “muffin e plumcake” dove potete trovare ad esempio i “mini muffin” oppure ““ muffin al caffè” “muffin ai lamponi” …

Grazie a chi lascerà un commento e a chi mi segue con affetto anche nella mia pagina Instagram.

 

muffin ai mirtilli su un piano di legno, posati su due piattini, sullo sfondo una teiera e due tazze di the

muffin vegani ai mirtilli

I muffin vegani ai mirtilli sono quei classici dolcetti che mangi senza tanti sensi di colpa: leggeri, profumati, senza uova, senza lattosio, senza burro, senza glutine e con tanti mirtilli.… Muffins e Plumcake muffin, merenda, mirtilli, senza glutine, glutenfree, merenda, colazione, vegan , ricette vegane, vegano, senza lattosio, senza burro , senza glutine e lattosio European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 150 g latte di soia o altra bevanda vegetale,
  • 150 g farina mix per dolci,
  • 30 g amido di mais,
  • 100 g zucchero di canna,
  • 30 g olio di semi,
  • mezza bustina di lievito per dolci,
  • buccia grattugiata di limone,
  • mirtilli.

Procedimento

Accendete il forno a 180 gradi modalità statica.

In una ciotola cominciate a mescolare i liquidi : la bevanda vegetale e l’olio.

Unite lo zucchero, la buccia grattugiata di limone ( o aroma a vostro gradimento).

Aggiungete le farine e la mezza bustina di lievito. Amalgamate bene in modo da formare un composto cremoso.

Versate nei pirottini fino a ¾ , circa un centimetro prima del bordo.

Io uso i pirottini di silicone ma vanno benissimo anche quelli di carta.

Una volta versato il composto nei pirottini, aggiungete in superficie i mirtilli.

Se non volete farli scendere, infarinateli oppure teneteli in freezer un’ora prima di usarli.

Cuocete i vostri dolcetti nel forno già caldo per circa 20 minuti.

Servite con una spolverata di zucchero a velo.

I muffin fanno sempre festa!

 

Fatemi sapere nei commenti come son venuti e se vi son piaciuti!

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
muffin ai lamponi visti da davanti su un piano di legno, con nello sfondo una teiera bianca

La colazione qui a casa è sempre un po’ stropicciata, profuma di dolce, di caffè sul fuoco,di baci sulle guance, di thè al limone….e stamattina anche di muffins ai lamponi e farina di riso.

Eh già perché la colazione a casa nostra è fatta di tazze fumanti e diverse, è colorata, è ricca e diversa per ognuno. C’è chi ama il latte col cacao, chi il caffè amaro, chi prende il thè con i biscotti inzuppati, chi preferisce il pane spalmato, chi la torta farcita… insomma ogni mattina la tavola è davvero imbandita.

Dite che li vizio troppo ?

Probabilmente sì ma son cresciuta anche io con le mattine al profumo di colazioni ricche e genuine…

Oggi vi propongo questa ricetta facile e come sempre alla portata di tutti.

I lamponi son di stagione e fanno benissimo, se non vi piacciono potete realizzare questi muffins con mirtilli oppure golose gocce di cioccolato. La base è la stessa, quindi potete optare anche per personalizzarli in base i gusti di ognuno !

Ho scelto la mia farina preferita per questa preparazioni facili, cioè la farina di riso!

Ideale per una realizzazione soffice, delicata e ovviamente senza glutine.

Prepariamoli insieme!

Se vi piacciono i muffins, non perdetevi le altre ricette già inserite nel blog!

Come ad esempio :

muffins con farina di quinoa

muffins con farina di ceci”

muffins con farina di miglio

muffins cacao e pere”

Vi aspetto nella mia pagina instagram e nei commenti !

muffin ai lamponi visti da davanti su un piano di legno, con nello sfondo una teiera bianca

muffins ai lamponi e farina di riso

La colazione qui a casa è sempre un po’ stropicciata, profuma di dolce, di caffè sul fuoco,di baci sulle guance, di thè al limone….e stamattina anche di muffins ai lamponi… Muffins e Plumcake muffin, lamponi, farina di riso, senza glutine, merenda, colazione sana, colazione senza glutine, merenda senza glutine, muffin ai lamponi, dolcetti, pasticceria , gluten free European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 200 g farina di riso,
  • 50 g fecola di patate o amido di mais o amido di riso,
  • 150 g latte,
  • 100 g zucchero semolato o di canna,
  • 100 g burro sciolto,
  • 2 uova medie,
  • 1 bustina di lievito per dolci,
  • lamponi freschi .

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi a modalità statica.

In una ciotola lavorate con le fruste elettriche o anche una frusta a mano, uova e zucchero.

Chi desidera può realizzare questa ricetta miscelando i vari ingredienti al mixer).

Unite il latte, il burro sciolto e le farine con il lievito.

Amalgamate bene il composto e versatelo nei pirottini fino a ¾ .

Io uso quelli di silicone ma vanno benissimo i pirottini di carta inseriti nell’apposita teglia per muffins.

Infilate in ogni pirottino 3 o 4 lamponi delicatamente cercando di farli restare in superficie.

Cuocete circa 20 minuti.

Serviteli tiepidi o freddi cosparsi di zucchero a velo !

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
plumcake tagliato visto dall'alto con fragole a lato uno straccio e un coltello lungo

Oggi facciamo colazione con un sofficissimo plumcake alle fragole e yogurt con farina di riso, per un risveglio profumato e delicato.

Un dolce ideale per questa stagione.

Una colazione o merenda genuina e naturalmente senza glutine. Insomma un dolcetto che qui a casa amiamo molto!

Utilizzo spesso la farina di riso nei dolci perché il suo sapore non altera il gusto degli altri ingredienti.

La farina di riso si trova facilmente non solo nei negozi specializzati in alimentazione senza glutine ma anche in tutti i supermercati, meglio ancora se trovate quella biologica e integrale.

Se amate i plumcake vi ricordo che c’è la sezione apposita chiamata “ muffin e plumcake”

Non perdetevi :

plumcake ai mirtilli

Plumcake alle  mele e cannella rovesciato

plumcake ai kiwi frullati

mini plumcake ai mirtilli

E se amate le fragole andate a vedere le ricette :

galette alle fragole

brownie alle fragole

torta ricotta fragole e cioccolto”

“torta paradiso alle fragole

torta panna e fragole”…

Ma ora pensiamo a preparare il nostro plumcake alle fragole e yogurt con farina di riso!

Vi aspetto nella mia pagina Instagram!

E se la rifate lasciatemi un commento!

plumcake tagliato visto dall'alto con fragole a lato uno straccio e un coltello lungo

plumcake alle fragole e yogurt con farina di riso

Oggi facciamo colazione con un sofficissimo plumcake alle fragole e yogurt con farina di riso, per un risveglio profumato e delicato. Un dolce ideale per questa stagione. Una colazione o… Muffins e Plumcake plumcake, dolce, senza glutine, yogurt, fragole, ricetta facile, merenda, glutenfree, cake, merenda senza glutine, ricette dolci European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Un cestino di fragole,
  • 150 g di farina di riso,
  • 50 g amido di mais (o fecola di patate)
  • 200 g di yogurt al cocco (a altro gusto a vostro piacimento),
  • 150 g di zucchero di canna,
  • 2 uova medie,
  • 50 g di olio di semi di girasole,
  • buccia grattugiata di 1 limone,
  • 1 bustina di lievito per dolci ( in caso di celiachia controllate che riporti la dicitura senza glutine)

Procedimento

Questo dolce potete realizzarlo al frullatore, nella planetaria ma anche con le fruste.È un dolce molto facile, a portata di tutti, da realizzare con pochi ingredienti e polveri naturalmente senza glutine.

Come farine infatti ho scelto di mescolare la versatile e leggerissima farina di riso con l’amido di mais.

Il plumcake é soffice e morbido perché ha nell'impasto lo yogurt.

Come gusto ho optato per il cocco perché ho accontentato i miei figli ma potete usare uno yogurt diverso, che si abbini alle fragole come ad esempio la dolcezza dei frutti di bosco o l’acidulo dell’albicocca o del limone.

Io ho realizzato l'impasto del mio plumcake con le fruste elettriche.

Accendete il forno in modalità ventilata a 180 gradi.

Prendete una ciotola e montate bene le uova con lo zucchero. Ho scelto lo zucchero di canna ma potete mettere anche lo zucchero semolato.

Montate fino ad ottenere un composto bianco e spumoso. Unite lo yogurt, continuando a mescolare.

Aggiungete l'olio e la buccia grattugiata del limone.

Alla fine unite e mescolate anche la farina di riso, l'amido e il lievito dolci.

Vi ricordo che ogni ingrediente in caso di soggetti celiaci, deve riportare la dicitura senza glutine.

Versate il composto nello stampo da plumcake foderato da carta forno.

Appoggiate sulla superficie del vostro dolce, le fragole lavate a asciugate.

In cottura andranno leggermente al centro del vostro plumcake.

Cuocete a 180 gradi nel forno già caldo, per circa 35, 40 minuti.

Fate la prova stecchino dopo i 30 minuti, verificando la cottura. Ogni forno può presentare tempistiche diverse.

Lasciate intiepidire prima di togliere il plumcake dallo stampo.

Cospargete con zucchero a velo e servite il vostro dolce senza glutine alle fragole.

Sarà un successo!

Consigli :

- Per renderlo più goloso potete aggiungere all'impasto le gocce di cioccolato fondente.

- consiglio di conservarlo in frigorifero perché con la stagione calda la frutta potrebbe fermentare.

- con lo stesso impasto potete realizzare una torta in uno stampo rotondo a cerniera con diametro 24 cm.

- questo dolce è ottimo anche nella versione pesche, inserendo nell'impasto pezzettini di frutta.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
visione dall'alto di plumcake piccoli con mirtilli, a lato cestini di mirtilli

Iniziamo la settimana alla grande sfornando deliziosi mini plumcake ai mirtilli con farina di riso che dovete assolutamente provare!

E son talmente belli da sembrare finti. Dolcissimi, soffici, senza glutine, senza burro e soprattutto ricchi di mirtilli, un frutto che vanta tantissime proprietà.

Il Mirtillo è un piccolo frutto fonte di fibre, naturalmente a basso contenuto calorico, privo di grassi e senza sodio. È ricco di vitamina C e contribuisce al normale funzionamento del sistema immunitario, alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo, alla riduzione della stanchezza e dell’affaticamento e alla normale formazione di collagene utile a sua volta per la formazione di vasi sanguigni, ossa, cartilagini, gengive, pelle, denti.

Per questa ricetta ho scelto in particolare il Mirtillo Residuo Zero azienda italiana Sant’Orsola : un prodotto certificato la cui coltivazione viene regolata dal Disciplinare Tecnico di Sant’Orsola. ( *CSQA DTP 021 – CERT.N.57433 Residui di fitofarmaci di sintesi chimica inferiori al limite di misurabilità (<0,01 mg/kg)

E’ un mirtillo completamente “clean”, capace di farsi notare anche per il suo aspetto: un piccolo gigante tondo dalla buccia color indaco, con un cuore di polpa verde chiaro e un leggero strato di pruina (la cera bianca naturale che lo protegge) ad avvolgerlo come un mantello. Il sapore dolce del frutto è ben bilanciato da gradevoli note acidule e devo dire che per la mia ricetta si sposa benissimo. Vi consiglio di andare a vedere ogni dettaglio del Mirtillo residuo zero.

Questa ricetta è realizzata con farine naturalmente senza glutine: la farina di riso miscelata con l’amido di mais (sostituibile con l’amido di riso oppure la fecola di patate).

I mini plumcake ai mirtilli con farina di riso restano soffici per più giorni se conservati in una campana di vetro. Come sempre però trattandosi di frutta e di bella stagione in arrivo, consiglio di tenere sempre i dolci con la frutta in frigorifero per evitare la fermentazione.

E ora vediamo come prepararli!

 

Potete trovare altre ricette nella sezione Muffin e Plumcake  come ad esempio la ricetta “plumcake ai mirtilli” 

plumcake con mele, uvetta e cannella“, “plumcake ai kiwi frullati

visione dall'alto di plumcake piccoli con mirtilli, a lato cestini di mirtilli

mini plumcake ai mirtilli con farina di riso

Iniziamo la settimana alla grande sfornando deliziosi mini plumcake ai mirtilli con farina di riso che dovete assolutamente provare! E son talmente belli da sembrare finti. Dolcissimi, soffici, senza glutine,… Muffins e Plumcake plumcake, mirtilli, merenda, colazione, dessert, senza glutine, farina di riso, glutenfree, amido di mais, dolcetti ,pasticceria European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.5/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 100 g zucchero semolato oppure di canna,
  • 2 uova medie,
  • 200 g latte vaccino o vegetale,
  • 80 g olio di semi,
  • 250 g farina di riso,
  • 50 g amido di mais,
  • 1 bustina di lievito,
  • buccia di limone grattugiata come aroma
  • 1 vaschetta di mirtilli Sant’Orsola

Procedimento

In una ciotola lavorate le uova, lo zucchero e la buccia grattugiata di limone.

Unite il latte e l’olio.

Infine aggiungete la farina di riso, l’amido di mais (in alternativa la fecola di patate) e la bustina di lievito per dolci.

Se siete celiaci ricordatevi di controllare che le farine e il lievito riportino l’indicazione senza glutine.

Dopo aver amalgamato bene gli ingredienti versate il composto negli stampini dei mini plumcake.

Io ho realizzato in composto al frullatore e ho usato degli stampini di carta.

Infarinate i mirtilli con l’amido di mais e disponeteli sulla superficie di ogni piccolo plumcake.

Con questa dose potete riempire 6 stampini di plumcake oppure in alternativa 8/ 10 muffins.

I mini plumcake cuociono a forno già caldo a 180 gradi, modalità statica per circa 25/30 minuti.

Fate sempre la prova stecchino per verificare la cottura perché ogni forno presenta tempistiche leggermente diverse.

 

Sformate i vostri dolcetti ai mirtilli e serviteli con una spolverata di zucchero a velo.

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una foto dall'alto con una tazza di the , un gomitolo a lato, un vaso di marmellata rovesciato, e dei biscotti rotondi

Scones senza glutine

by Monica Bellin

Una di voi mi ha chiesto tempo fa di realizzare gli scones senza glutine e così mi son messa all’opera cercando di sfornare questi dolcetti tipici scozzesi con farine naturali.

La storia degli scones scozzesi arriva da lontano, grazie ad Anna Stanhope, duchessa di Bedford (1788 – 1861). Nel 1840 Anna chiese alla servitù dei pani dolci per un tè pomeridiano e furono serviti gli scones che piacquero talmente tanto da essere serviti regolarmente.

Anna in un colpo solo introdusse gli scones e l’impareggiabile afternoon tea! Grazie a questa ricca e abbondante merenda, la nobildonna compensava quella fastidiosa sensazione di fiacchezza che provava ogni pomeriggio alla stessa ora. Una merenda che interrompeva la lunga pausa tra un pranzo, evidentemente troppo leggero, e la cena

Anna lanciò questa novità, ma la Regina Vittoria ne fece una tradizione, un rito da godersi ogni giorno alla stessa ora.

Difficile dire se gli scones siano dei panini o dei biscotti. La velocità con cui si preparano e si cuociono li rende quasi dei biscotti. Ma la quantità di lievito li fa assomigliare ai dei piccoli panini nella consistenza.

Ecco perché son ottimi da farcire… solitamente con marmellate o panna.

Gli ingredienti sono pochi e reperibili: farina, burro, latte, lievito.

In qualche ricetta compare l’uovo e lo zucchero. In altre si aggiungono varianti come l’uvetta o il cioccolato.

Mentre, in origine, gli scones richiedevano la farina di avena.

Io nella miscela di oggi ho mescolato farina di riso e amido di mais.

Tutti pronti per preparare questa sorta di focaccine dolci?

Un buon thè, tanti scones , diverse marmellate, creme e panna da servire a tavola per una pausa con le nostre amiche. Un modo per sentirsi un po’ regine…

Se vi piacciono i biscotti da thè vi consiglio anche le ricette :

biscotti con farina di teff”,

biscotti da inzuppo”,

biscotti dal cuore morbido”,

biscotti di ricotta senza burro”,

biscotti mandarino” e perché non una sofficissima “chiffoncake

una foto dall'alto con una tazza di the , un gomitolo a lato, un vaso di marmellata rovesciato, e dei biscotti rotondi

scones senza glutine

Una di voi mi ha chiesto tempo fa di realizzare gli scones senza glutine e così mi son messa all’opera cercando di sfornare questi dolcetti tipici scozzesi con farine naturali.… Biscotti scones, dessert, tea time, merenda, colazione, senza glutine, glutenfree European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 160 farina di riso,
  • 60 g amido di mais,
  • 50 g di burro morbido
  • un pizzico di sale,
  • 150 ml di latte
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaio di lievito secco oppure per dolci (sceglietene uno consentito, con la dicitura)
  • Per spennellare un po’ di latte.

Procedimento

Mescolate in una ciotola le farine con il pizzico di sale, lo zucchero e il lievito.

Versate il latte.

Aggiungete anche il burro sciolto (io le metto alcuni secondi al microonde) e iniziate a impastare con la forchetta e poi con le mani.

Amalgamate pian piano il latte e il burro alla farina e lavorate l’impasto per qualche minuto, finché non otterrete un panetto liscio e omogeneo.

Ricopritelo con un foglio di pellicola e fatelo riposare per 15minuti.

Trascorso il tempo di riposo, accendete il forno a 180 gradi e riprendete l’impasto degli scones.

Stendetelo con il matterello sul piano di lavoro leggermente infarinato, io nella spianatoia uso sempre la farina di riso.

Formate una sfoglia piuttosto spessa, alta circa 1 cm-1 cm e mezzo.

Con un coppapasta o una tazzina ritagliate dei dischetti di circa 5 cm di diametro.

Rimpastate i ritagli e procedete così fino all’esaurimento dell’impasto; verranno circa 12 scones.

Disponeteli su una teglia rivestita di carta da forno ben distanziati l’uno dall’altro.

Con un po’ di latte spennellate la superficie degli scones.

Cuocete nel forno già caldo a 180° (statico) per circa 15 minuti.

Quando gli scones saranno gonfi e dorati in superficie, estraeteli dal forno e fateli intiepidire.

 

Ottimi serviti a colazione e farciti con quello che più vi piace : io opto per della marmellata di susine di casa, ovviamente 100% biologica.

0 commento
2 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una tazza di cioccolata calda fumante vista dall'alto con dei biscotti a lato

Penso non ci sia coccola più avvolgente di una tazza bollente di cioccolata calda mentre fuori fa freddo.

E quando non si può condividere questo momento insieme a chi amiamo come possiamo fare?

Si regala il preparato fatto in casa da noi, la nostra cioccolata calda in vaso, speziata personalizzata per chi vogliamo bene.

Se poi confezioniamo il barattolo con cura e amore, trasformiamo una semplice ricetta in un dono prezioso.

Una coccola in barattolo.

Confezionate il coperchio del barattolo con un pompon di lana oppure regalatelo insieme ad una tazza.

Sarà sicuramente un regalo molto gradito.

Ingredienti:

100 g di cacao amaro

100 g di zucchero

50 g di  amido di mais  

50 g di gocce di cioccolato fondente

Spezie in polvere secondo gradimento (cannella, zenzero, peperoncino, cardamomo, chiodi di garofano, noce moscata, caffè solubile, etc…)

Procedimento:

In una ciotola setacciare il cacao e l’amido di mais. Aggiungere lo zucchero e le gocce di cioccolato e mescolare per ottenere una polvere uniforme.

Inserire nel vasetto di vetro scelto come regalo (da 500 ml) e personalizzare eventualmente con varie spezie (potete realizzare più vasetti con diversi aromi)

Allegare un biglietto scritto a mano con le istruzioni:

“Sciogliere 3 cucchiai di questo preparato in 150 ml di latte e scaldare a fiamma dolce, mescolando il composto fino a che non si sarà addensato.”

Ricordatevi di segnare sempre la data di preparazione. Le ricette in barattolo devono essere usate entro 6 mesi.

Variante: potete realizzare anche vasetti più piccoli da 250 e inserire gli ingredienti uno alla volta formando diversi strati. Si può terminare il vasetto inserendo dei piccoli mashmellow.

Se vi piacciono le mie idee leggete anche :

nocciole e mandorle pralinate“,

scorzette di arancia caramellate”,

preparato per cookies in barattolo“,

biscotti speziati“,

cantucci

… e tante altre nella sezione idee per Natale.

fatemi sapere nei commenti!

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
dei bicchieri di vetro con budino e frutti di bosco, sopra un tavolo di legno, a lato un cucchiaino con dei mirtilli e sullo sfondo un vassoio con altre coppette in vetro

Il dessert al cioccolato con salsa ai frutti rossi : un modo elegante per chiamare il classico budino al cioccolato che tutti adorano.

Da quando ho imparato a farlo a casa è diventato un’abitudine prepararlo spesso per merenda ai miei ragazzi.

Si accompagna molto bene con dei frollini al burro, a frutta fresca oppure a granella di frutta secca.

Ma se abbiamo ospiti inaspettati si può servire in versione più elegante, decorato con qualche salsa e versato in coppette particolari.

Sicuramente diventa una soluzione veloce da realizzare con pochi ingredienti che non mancano mai a casa, come il latte, lo zucchero, il burro, il cacao in polvere e l’amido di mais o farina se ne siamo sprovvisti.

Come utensili serviranno una frusta, una ciotola, un tegame e delle belle tazze da riempire.

Io ho scelto di servire la mia crema al cioccolato con una salsa ai frutti di bosco che con la loro dolcezza e la loro acidità la rendono perfetta per accompagnare dolci come budini, panne cotte e bavaresi.

Per fare questa salsa io ho scelto i frutti di bosco surgelati perché non mancano mai nel mio freezer e sono ideali per queste preparazioni veloci.

Bastano davvero pochi minuti in padella con dello zucchero, per diventare una golosa salsa.

Ideale da vedere come decorazione e ottima per dare un contrasto acidulo al cioccolato.

Potete preparare queste coppette qualche ora prima dell’arrivo dei vostri ospiti ma anche in anticipo il giorno prima.

Si conservano non più di 4 giorni nel frigo.

Se vi piacciono i dolci al cucchiaio vi consiglio le mie ricette:

crema vegana al limone”,

mousse alle fragole”,

panna cotta”,

 

Ma ora vediamo la ricetta e fatemi sapere nei commenti se la rifarete!

dei bicchieri di vetro con budino e frutti di bosco, sopra un tavolo di legno, a lato un cucchiaino con dei mirtilli e sullo sfondo un vassoio con altre coppette in vetro

dessert al cioccolato con salsa ai frutti rossi

Il dessert al cioccolato con salsa ai frutti rossi : un modo elegante per chiamare il classico budino al cioccolato che tutti adorano. Da quando ho imparato a farlo a… Dolci al cucchiaio dessert, budino, senza glutine, glutenfree, merenda, cioccolato European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per il budino:
  • 750 g di latte intero,
  • 60 g burro,
  • 100 g zucchero semolato,
  • 60 g di amido di mais,
  • 70 g cacao amaro in polvere.
  • Ingredienti per la salsa ai frutti rossi:
  • 300 g frutti rossi surgelati,
  • 100 g zucchero semolato,
  • succo mezzo limone

Procedimento

Mettete a scaldare il latte in un pentolino.

In una ciotola mettete lo zucchero e setacciate il cacao e l’amido di mais per evitare l’eventuale presenza di grumi (va bene anche della farina se non avete la maizena in casa).

Mescolate nella ciotola le polveri con una frusta e poi versate il latte caldo continuando a mescolare fino ad ottenere un composto liscio senza grumi.

Dopo aver amalgamato il composto trasferitelo di nuovo nel pentolino e rimettetelo sul fuoco.

Aggiungete la noce di burro e mescolate a fuoco basso fino ad ottenere un budino denso e vellutato.

 Versate in ciotoline basse oppure in tazze vintage e lasciate raffreddare....

Ora preparate la salsa ai frutti rossi.

Ponete in una padella i frutti di bosco freschi o surgelati (io ho utilizzato frutti surgelati), lo zucchero, il succo di mezzo limone e cuocete a fuoco dolce per 10, 15 minuti, rigirando continuamente.

Togliete dal fuoco, lasciate intiepidire, poi ponete i frutti rossi sopra ogni budino come guarnizione.

Questo dessert va servito freddo, quindi lasciate raffreddare qualche ora in frigorifero prima di servire agli ospiti.

Il budino fatto a casa è un dessert al cucchiaio semplice, con pochi ingredienti, che piace a tutti, dai grandi ai piccoli.

Sarà sicuramente una coccola per ogni vostro ospite.

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un tavolo di legno dove sono disposti biscotti a forma di rombo, una tazza bianca con del thè e una teiera bianca sullo sfondo con un mazzetto di fiori mughetto e altri biscotti su una alzata di vetro.

zaeti sono biscottini secchi tipici veneziani di umili origini e antica tradizione, fatti con farina di mais e uvetta. Oggi vi propongo i biscotti zaeti senza glutine, con la farina di mais come sa tradizione ma mescolata con la farina di sorgo e l’amido di mais.

Il nome si rifà proprio al colore giallo, zàlo in dialetto veneziano, dato dalla farina di mais fioretto usata nell’impasto che conferisce, oltre al colore particolare, anche una consistenza granulosa e molto friabile.

 I Zaeti accompagnavano i marinai nei lunghi viaggi, oppure venivano gustati nelle osterie.

Nei forni veneziani è possibile trovarli praticamente tutto l’anno; un tempo venivano accompagnati dal rosolio, oggi generalmente si usa un vino passito e altri vini dolci come il Moscato o il Recioto.

Ottimi anche spolverati con abbondante zucchero a velo per accompagnare una buona tazza di thè, oppure il caffè, diventando così un dessert rustico.

La preparazione è molto semplice: una volta amalgamati gli ingredienti, all’impasto ottenuto viene data forma di biscotti come tradizione a rombo.

Vengono infornati per 20 minuti circa a 180 gradi, modalità ventilata. Alla cottura segue il raffreddamento .

Ottimi da servire anche con una spolverata di zucchero a velo.

Un’altra ricetta Veneta che ho voluto riproporre in versione glutenfree.

 

Chi ama i biscotti può trovare altre idee nelle mie ricette ” biscotti da inzuppo” , “biscotti dal cuore morbido” e “biscotti con farina di teff bianca senza burro” e tanti altri.

Chi ama le ricette della tradizione veneta non si può perdere la sezione della cucina veneta dove ci sono dolci come ” la polentina zala” oppure salati come ad esempio ” le verze in tecia” o “risi e bisi” , ” “la torta putana” ” le fritoe

 

un tavolo di legno dove sono disposti biscotti a forma di rombo, una tazza bianca con del thè e una teiera bianca sullo sfondo con un mazzetto di fiori mughetto e altri biscotti su una alzata di vetro.

biscotti zaeti senza glutine

I zaeti sono biscottini secchi tipici veneziani di umili origini e antica tradizione, fatti con farina di mais e uvetta. Oggi vi propongo i biscotti zaeti senza glutine, con la farina di… Biscotti biscotti, merenda,colazione, senza glutine, ricette della tradizione, biscotti fatti in casa, glutenfree, farina di mais, farina di sorgo, merenda senza glutine, colazione sana, biscotti da colazione European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 200 g farina fioretto,
  • 250 g farina di sorgo,
  • 50 g amido di mais,
  • 150 g zucchero di canna,
  • 100 g burro morbido,
  • 100 ml latte,
  • 1 uovo e un tuorlo,
  • 100 g uvetta ammorbidita nella grappa,
  • mezza bustina di lievito dolci.

Procedimento

Preriscaldare il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

In una ciotola lavorate l'uovo e il tuorlo con lo zucchero.

Unire il burro morbido e cominciate a mescolare con un cucchiaio.

Unite le farine un po' per volta con il latte, continuando ad amalgamare.

Aggiungete il lievito. ( una raccomandazione ai celiaci : controllare sempre che ogni ingrediente riporti la dicitura senza glutine).

Unite alla fine l'uvetta ammollata nella grappa, ben strizzata.

Lavorate ora con le mani l’impasto e formare un panetto dall’aspetto liscio e omogeneo.

Stendete la frolla ad uno spessore circa di mezzo centimetro.

La forma tradizionale dei Zaeti è a rombo, quindi tagliate con l'aiuto di un coltello le forme.

Disponete i biscotti distanziati  tra loro in una teglia ricoperta con carta da forno e infornare a 180 °C per 15/20 minuti.

Una volta raffreddati i biscotti si conservano anche per due settimane in una scatola di latta!
Se desiderate, potete spolverare i zaeti con lo zucchero a velo prima di servirli.

Consiglio di accompagnarli al caffè, ad una tazza di thè  oppure come da tradizione con un buon vino dolce, come il Recioto o il Moscato.

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
Ultimi post

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy