Home Tags Posts con tag "formaggio"

formaggio

una torta salata vista dall'alto con delle farfalline di frolla sopra e delle uova a lato

Cucinare questa torta salata senza glutine di porri e stracchino è davvero semplice: vi basterà impastare al frullatore la frolla salata con farine naturali e formare il ripieno di porri, uova e formaggio. E’ una ricetta perfetta per le scampagnate o le tavolate all’aperto, come brunch o aperitivo.

Un guscio salato, friabile e goloso senza burro che racchiude una farcitura delicata, morbida con un cuore filante! La torta salata con porri e stracchino è una ricetta facile e dal successo garantito. E se volete arricchirla di sapori vi consiglio di rosolare con i porri della pancetta affumicata: diventerà ancora più sfiziosa!

Questa torta salata è l’ideale per preparare qualcosa di buono per pranzo o cena in anticipo, quando sappiamo di rientrare all’ultimo momento e vogliamo un piatto già pronto. Potete sostituire il guscio di pasta frolla salata all’olio con la pasta brise o la pasta matta, basi facili glutenfree che trovate descritte con le ricette nell’articolo presente nel blog ” tre basi per torte salate”.

Fatemi sapere se la provate e vi aspetto nella pagina Instagram dove potete trovare anche il video.

una torta salata vista dall'alto con delle farfalline di frolla sopra e delle uova a lato

torta salata senza glutine di porri e stracchino

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per la frolla salata:
  • 2 uova
  • 5 g sale fino
  • 2 g bicarbonato
  • 100 g olio di semi
  • 200 g farina di riso
  • 100 g fecola di patate
  • A bisogno un po’ di acqua se l’impasto lo richiede
  • Potete profumare la vostra pasta frolla salata con una spolverata di noce moscata, o paprica o un trito di erbe aromatiche.
  • Per il ripieno:
  • 2 porri
  • 200 g stracchino
  • 80 g parmigiano grattugiato
  • 5 uova
  • Cubetti di caciotta o altro formaggio tipo brie, asiago
  • Sale, pepe, origano
  • Olio evo per rosolare i porri

Procedimento

Per prima cosa preparate la frolla salata. Potete realizzarla a mano oppure più velocemente e facilmente con il frullatore inserendo tutti gli ingredienti nel boccale. Azionate le lame fino ad ottenere un composto di grosse briciole pronte per essere amalgamate e lavorate a mano. A bisogno se l’impasto lo richiede potete aggiungere un po’ di acqua. Procedete poi a mano in una spianatoia infarinata fino a formare un panetto di frolla elastica. Una volta pronta la frolla, tenetela da parte e pulite i porri. Tagliateli a rondelle e fateli rosolare e ammorbidire in padella con un po’ di olio. Abbassate la fiamma e fate cuocere per 5 minuti circa così che si appassiscano, aggiungendo un po’ d’acqua se si asciugano troppo. Poi spegnete la fiamma e lasciateli intiepidire. Foderate una tortiera da 24, 26 cm e stendete un pezzetto di frolla alla volta con le mani schiacciandola sul fondo. Questo è un ottimo metodo per non usare il mattarello. Formate il guscio cercando di fare su tutta la base lo stesso spessore e con un bordo alto circa 2 cm. Bucherellate con una forchetta la base che è pronta ad accogliere la farcitura. Mettete sul fondo della base i porri spadellati e i cubetti di formaggio. A questo punto, in una ciotola a parte, sbattete le uova intere con il parmigiano, il sale, il pepe e l’origano. Versate questo composto sopra i porri e il formaggio. Se vi è rimasto un esubero di frolla intagliate delle formine con un taglia biscotti per decorare la superficie o in alternativa le classiche striscioline. Infornate nel forno già in temperatura a 180 gradi per circa 35, 40 minuti fino a doratura della frolla. Lasciate intiepidire e servite! Questa torta conquisterà tutti con il suo guscio croccante, il cuore morbido gustoso e filante! Note:

  • il sapore dolce del porro si può abbinare al gusto più deciso della pancetta affumicata inserita nella farcitura, ma potete optare anche per dei cubetti di prosciutto cotto per un sapore più delicato. Il ripieno per la vostra torta salata si può personalizzare e arricchire in modo che sia apprezzata da grandi e piccini.
  • La pasta frolla salata si può sostituire da un guscio di pasta brisè oppure di pasta matta. Trovate tutte tre le ricette nel blog nell’articolo “tre basi per torte salate”

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una torta salata con a lato radicchio uova e una frusta

La torta salata al vino con radicchio e asiago è una ricetta presente nel mio libro “Naturalmente senza glutine” nel capitolo idee salati veloci. Un fragrante guscio al vino, impastato a mano e farcito con uno sfizioso ripieno di uova, radicchio rosso, formaggio e noce moscata. Cosa c’è di meglio da mettere nel forno in autunno?

 

una torta salata con a lato radicchio uova e una frusta

torta salata al vino con radicchio e asiago

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Per la pasta matta:
  • 150 g farina di ceci
  • 50 g amido di mais
  • 100 g farina di riso
  • 150 g vino ( in alternativa acqua)
  • 30 g olio evo
  • q.b. sale
  • Per la farcia:
  • 5 uova
  • 2 ceppi di radicchio rosso
  • 100 g formaggio asiago o altro formaggio a pasta semicotta
  • 50 g parmigiano o altro formaggio da grattugia
  • Sale e pepe a gradimento, noce moscata se piace.

Procedimento

Realizzate la pasta . Prendete una ciotola e inserite tutte le polveri. Mescolate con la forchetta e un po’ alla volta versate il vino (o l'acqua) a temperatura ambiente continuando ad impastare con la forchetta o un cucchiaio. Aggiungete il sale e l’olio. Continuate ad impastare a mano fino a formare un panetto elastico. A bisogno spolverate con ulteriore farina di riso o amido di mais perché non deve appiccicare. La pasta matta non ha bisogno di riposo: si può stendere subito con il mattarello su carta forno spolverata da farina di riso. Tagliate a listarelle il radicchio e spadellatelo con un filo d’olio in padella, 5 minuti per farlo appassire. Salate e pepate a bisogno. In una ciotola sbattete bene le uova con il formaggio grattugiato. Accendete il forno a 180 gradi e stendete la pasta al vino con il mattarello ad uno spessore di cica 3 millimetri, direttamente su un foglio di carta forno. Trasferite la carta forno su uno stampo a cerniera o tortiera diametro 24 cm.  Livellate i bordi tagliando la pasta in eccesso. Mettete nel fondo il formaggio Asiago tagliato a cubetti o a listarelle. Versate il composto di uova con il radicchio appassito. (per donare una nota croccante aggiungete delle noci spezzettate). Cuocete nel forno caldo a 180 gradi per circa 30 minuti.  Questa torta salata al vino e radicchio può essere servita come antipasto o diventare un piatto unico da tagliare a fette e portare in trasferta: buona tiepida ma ottima anche da fredda.   Variante: Per renderla più golosa potete unire al composto di uova della panna da cucina. Potete scegliere di modificare i formaggi, sostituendoli magari con quelli delle vostre zone.        

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un'alzata con dei muffin e frosting

Facili e veloci, questi muffin salati con farina di avena diventano dei perfetti antipasti per le tavolate delle feste. Ottimi se accompagnati con salse, creme, affettati e verdure.

Questa è la proposta che ho suggerito oggi nella calendario dell’Avvento nelle mie pagine instagram e facebook.

Ogni anno mi piace lanciare questo calendario virtuale ricco di idee per il Natale, un modo per far ancora di più social family.

Questi muffin salati al formaggio si possono fare con diverse farine ma nella ricetta che vado a scrivervi oggi prevedono quella di avena.

La farina di avena,

La farina d’avena, come tutte le altre farine in purezza naturalmente prive di glutine, deve riportare la dicitura senza glutine o la spiga barrata sulla confezione.

In commercio esistono due tipologie di farina di avena: quella bianca e quella integrale. La farina di avena integrale si ottiene dalla macinazione del seme e del cereale integro compreso del tegumento, mentre la farina bianca viene prodotta partendo dalla forma decorticata del seme. Naturalmente quella integrale conserva tutto il potenziale nutrizionale, è infatti, fonte di fibre, vitamine e minerali.

E’ adatta per tante preparazioni, sia dolci che salate e vi consiglio di miscelarla con altre farine.

Vediamo insieme come realizzare questi muffin salati.

Potete servirli al naturale oppure farcirli con salse: io li ho ricoperti da un frosting di formaggio spalmabile e cipolle boretane.

 

Se amate gli antipasti veloci e sfiziosi vi consiglio anche:

muffin allo stracchino”

muffin salati con nocciole e rosmarino”

“muffin salati con farina di riso e formaggio”

torta salata con prosciutto e fichi”

… e tantissime altre proposte…

 

un'alzata con dei muffin e frosting

muffin salati con farina di avena

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per 10 muffin:
  • 100 g di farina di avena
  • 20 g tapioca o amido
  • 100 g parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 150 g di latte
  • 80 g di olio di semi
  • Mezza bustina di lievito istantaneo
  • sale q.b.
  • Mezzo cucchiaino di noce moscata se piace.
  • Per la crema formaggio spalmabile e confettura di cipolle borettane.

Procedimento

Inserite in una ciotola l'uovo con il formaggio grattugiato, l'olio e il latte. Mescolate con una frusta a mano. Unite le polveri, salate a vostro gradimento e aromatizzare, se vi piace, con mezzo cucchiaino di noce moscata. Amalgamate tutti gli ingredienti fino a formare un composto cremoso.  Potete realizzare la pastella anche al mixer. Riempite i pirottini a 3/4. Cuocete circa 20 minuti nel forno preriscaldato a 180 gradi, modalità statica.

Dopo la cottura lasciate raffreddare e ricoprite la superficie con salse o creme. Io ho mescolato 200 g di formaggio spalmabile e 50 g di confettura alle cipolle borettane ma potete farcire a vostro gradimento.

Consiglio: personalizzate la decorazione trasformando i vostri muffin salati in segnaposto per i vostri ospiti.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
uno strudel su un talgiere di marmo con attorno del radicchio, delle noci, pere e del vino

Lo strudel salato invernale con radicchio, pere, noci e formaggio asiago è piaciuto davvero a tutti.

Un antipasto davvero sfizioso, con tutti i sapori e profumi invernali : facilissimo da realizzare. Pochi ingredienti e circa 30 minuti di tempo per portare in tavola un’idea davvero stuzzicante, perfetta per le feste in arrivo.

L’ho realizzato con la pasta brisèe senza glutine confezionata ma potete impastarla a casa oppure preparare lo strudel con della pasta matta o della sfoglia.

 

Per realizzare la pasta matta a casa basterà impastare velocemente a mano o al frullatore :

300 g farina per pane @nutrifree,

200 g acqua fredda,

50 g olio evo o di semi,

mezzo cucchiaino di sale fino,

un pizzico di bicarbonato.

 

Ma ora vediamo come preparare il nostro strudel salato.

Un consiglio : servitelo tiepido con un ottimo vino rosso!

Io ho scelto il Valpolicella superiore @Benazzoli che si abbina perfettamente al mio antipasto.

Una ricetta ideale anche come salvacena.

 

E se vi piacciono le preparazioni salate veloci, non perdetevi anche le altre ricette del blog :

 

torta salata con bruschi

torta salata al vino con radicchio”

torta salata con prosciutto e fichi”

“torta salata con radicchio e zucca

uno strudel su un talgiere di marmo con attorno del radicchio, delle noci, pere e del vino

strudel salato invernale

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • - pasta brisèè, fatta in casa o confezionata
  • - un ceppo di radicchio tardivo
  • - un paio di pere
  • - qualche manciata di noci
  • - formaggio Asiago, circa 50 g
  • - pan grattato
  • - 1 uovo per spennellare lo strudel
  • - un paio di noci di burro
  • - Sale e pepe q.b.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi, in modalità ventilata. Lavate e tagliate a tocchetti il radicchio e mettetelo da parte. Lavate le pere e tagliatele a cubetti. In una padella fate sciogliere un paio di noci di burro. Fate appassire il radicchio, insieme alla pera. Salate e pepate, fate cuocere per circa 5 minuti, mescolando. Preparate la vostra pasta brisèe.   Io ho scelto una pasta brisèe confezionata e senza glutine. Stendetela e spolverate con qualche cucchiaiata di pan grattato ( questo servirà ad assorbire i succhi in cottura). Mettete al centro il composto di pere e radicchio intiepidito. Aggiungete le noci spezzettate e il formaggio Asiago tagliato a quadratini. Se gradite potete aggiungere un altro formaggio, ad esempio la scamorza. Chiudete la pasta a portafoglio, sigillando bene i bordi. Chiudete bene anche le estremità. Sbattete a parte in una ciotola l’uovo e spennellatelo sulla superficie del vostro strudel. Fate dei tagli in modo da far fuoriuscire il vapore che si formerà in cottura. Infornate lo strudel nel forno già caldo a 180 gradi per circa 30 minuti. Vedrete il vostro strudel dorare. Servitelo tiepido con un ottimo vino rosso! Io ho scelto il Valpolicella superiore @Benazzoli che si abbina perfettamente al mio antipasto. Idea perfetta anche come salvacena.

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
torta su teglia con carta forno vista dall'alto, con un coltello a lato e un radicchio rosso sullo sfondo

L’autunno è alle porte e i sapori in tavola cambiano come i colori intorno a noi. Ieri abbiamo organizzato il pranzo in terrazzo approfittando ancora del caldo e prima della grigliata ho servito come antipasto questa torta salata al vino e radicchio.

L’abbinamento vi sembrerà strano ma vi assicuro che se la rifarete sarà un vero successo.

La base è una brisée al vino rosso, realizzata con farine senza glutine naturali :

la farina di ceci, la farina di mais, la farina di riso e la fecola di patate.

Potete realizzare il tutto con una farina mix per pane.

Con le dosi che vi darò potrete benissimo ricoprire uno stampo da crostate da 24, 26 cm e con la restante pasta fare le decorazioni sul bordo con uno stampino per biscotti. Io ho scelto una formina a foglia di vite per richiamare il vino e poi per dare un tocco autunnale alla torta salata.

Potete realizzare la vostra brisée rustica al mixer mescolando prima vino e olio e poi aggiungendo la farina.

Quando l’impasto si compatta nel mixer potete toglierlo e finire di lavorarlo velocemente a mano, per poi stenderlo con il mattarello.

La farcia di questa torta salata è formata da radicchio rosso spadellato con un soffritto di cipolla, unito poi a uova sbattute con la panna, arricchito da formaggio grana e formaggio Asiago.

Il bello delle torte salate è la variabilità degli ingredienti in base ai propri gusti. Potete scegliere di modificare i formaggi, sostituendoli magari con quelli delle vostre zone.

Questa torta salata al vino e radicchio può sicuramente trasformarsi anche un piatto unico da tagliare a fette e portare in trasferta: buono tiepido ma ottimo anche da freddo.

Se portata in tavola consiglio servire questa torta salata rustica al vino e radicchio, sopra un ampio tagliere e già tagliata a spicchi.

La pasta brisèe al vino si può preparare anche con il vino bianco e se non usata subito, si può conservare in frigo qualche giorno.

Ora vi lascio la scheda da stampare con ingredienti e procedimento.

Lasciate un commento e sarò lieta di rispondervi!

Se vi piacciono le ricette salate vi consiglio anche di provare :

muffins al formaggio con farina di riso”,

tigelle allo yogurt”,

peperoni ripieni

E tante altre ricette…

torta su teglia con carta forno vista dall'alto, con un coltello a lato e un radicchio rosso sullo sfondo

Torta salata al vino e radicchio

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.0/5
( 3 voted )

Ingredienti

  • Per la pasta:
  • 100 g vino rosso ( o anche bianco se preferite),
  • 80 g olio extravergine d’oliva,
  • 300 g farina (consiglio un mix pane integrale, oppure miscelare le farine naurali in questa quantità 100 g farina di ceci, 100 g farina di riso, 50 g farina di mais e 50 g fecola di patate),
  • 1 pizzico di sale.
  • Per la farcia :
  • circa 500 g di radicchio rosso,
  • 5 uova piccole o 4 medie,
  • 3 cucchiai di grana padano,
  • 100 ml di panna da cucina o formaggio spalmabile,
  • cubetti di formaggio Asiago a piacere.
  • 1 cipolla piccola per soffritto.
  • Qualche cucchiaio d’olio per soffritto.

Procedimento

Inserite nel mixer vino e olio e miscelate. (In alternativa potete impastare la brisèe a mano).

Aggiungete la farina, il pizzico di sale e mescolate ad alta velocità fino ad ottenere un composto compatto.

Terminate di lavorare a mano il panetto e poi con un mattarello stendete la pasta spessa qualche millimetro, sulla carta forno leggermente infarinata.

Intagliate la forma a cerchio usando come stampo la vostra tortiera.

Tenete l’eccesso di pasta a parte per fare il bordo.

Stendete l’eccesso di pasta su un piano e con una formina di biscotti realizzate la forma che desiderate per formare il bordo. Io ho scelto una foglia di vite per richiamare l’utilizzo del vino e dare un’aria autunnale alla torta salata.

Tenete da parte la vostra tortiera con la base pronta e pensate ora al ripieno.

Accendete il forno per preriscaldarlo a 180 gradi in modalità ventilata.

Pulite e tagliate a listarelle non troppo sottili il radicchio. Io le ho tagliate circa un centimetro di spessore.

Tagliate a cubetti molto piccoli la cipolla e fatela soffriggere in una padella per qualche minuto fino a farla imbiondire.

Poi aggiungete il radicchio a listerelle e fatelo appassire per circa 3, 4 minuti.

Quando comincia a cambiare il colore spegnete il fuoco e lasciatelo intiepidire.

In una ciotola rompete e sbattete 4 uova con la panna (o il formaggio spalmabile) e il formaggio grana.

Salate e pepate a piacere.

Aggiungete il radicchio al composto di uova.

Prendete ora la tortiera con la base e versate il composto di uova, radicchio e formaggi all’interno.

Aggiungete qualche cubetto di formaggio Asiago.

Infornate e cuocete a 180 gradi in modalità ventilata per circa 30 minuti.

Controllate la doratura del bordo, se non vi sembra abbastanza dorata prolungate un po’ la cottura.

Trascorso il tempo di cottura spegnete e lasciate intiepidire prima di servire.

 

Consiglio: le torte rustiche son belle servite sui taglieri, accompagnate da saluti e formaggi stagionati se presentate come antipasti a buffet.

 

Fatemi sapere !

 

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
tanti muffin sopra un tavolo di legno con dei fichi

Apro luglio con una ricetta da aperitivo. Immaginatevi un tavolo preparato in giardino o in terrazza, l’immancabile spritz e dei piccoli deliziosi stuzzichini da gustare in compagnia: come dei muffin al formaggio con farina di riso.

Ho scelto la farina di riso perché ovviamente è senza glutine e ha un sapore delicato. È molto leggera e rende gli impasti soffici, ancora meglio se miscelata con fecola di patate.

Ho realizzato questi muffin al formaggio con farina di riso, facendo una semplice pastella con uovo, burro fuso e latte. Ho aggiunto poi il formaggio grattugiato, il sale e un po’ per volta la farina di riso con un cucchiaino di lievito istantaneo.

Ho utilizzato degli stampini in silicone ma si possono usare anche dei pirottini di alluminio, imburrati e infarinati.

I muffin si possono poi disporre in vassoi o piatti di portata oppure posizionare in alzate al centro tavola.

Si può essere avvolti dal calore di casa anche se si è all’aperto, soprattutto allestendo in stile country: basterà preparare la tavola come in una vecchia osteria ben curata.

Facciamo trovare sul tavolo dei taglieri ricchi di formaggi, affettati, verdure grigliate, frutta di stagione, grissini e pane tostato (ovviamente senza glutine). Se abbiamo degli ospiti diversificati, ricordiamo di distanziare il pane senza glutine da quello con glutine, facendo attenzione alle contaminazioni. Io adoro metterlo in cestini di vimini oppure dentro sacchetti di carta aperti. Non scordiamoci i fiori freschi oppure vasetti con piantine aromatiche, utili anche a tener lontane le zanzare.

Non devono poi mancare bicchieri in vetro, stile trattoria e tovaglioli in stoffa, anche colorati.

Ma ora prepariamo i muffin al formaggio, basteranno circa 30 minuti in tutto per sfornare questi stuzzichini salati che piaceranno a tutti.

Si potrebbe portare in tavola in successione un buon piatto di “ risi e bisi” oppure dei tradizionali “ gnocchi di ricotta con zucchero e cannella”.

tanti muffin sopra un tavolo di legno con dei fichi

muffin al formaggio con farina di riso

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 250 g farina di riso, ( se ne siete sprovvisti va bene anche un mix dolci)
  • 250 ml latte,
  • 100 g grana grattugiato oppure parmigiano o gruviera,
  • 50 g burro fuso,
  • 1 uovo,
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo,
  • un pizzico di sale.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi .

In una ciotola sbattete l’uovo con il burro fuso freddo e il formaggio grattugiato.

Aggiustate di sale e un po’ per volta incorporate la farina con il lievito e il latte, continuando a mescolare.

Otterrete una pastella densa da versare nei pirottini oppure in stampini imburrati e infarinati.

Cuocete a 180 gradi per circa 20 minuti, fino a quando i muffin saranno dorati in superficie.

Ottimi da servire ancora tiepidi, accompagnati da affettati o formaggi.

Io li ho serviti con dei fichi, che si abbinano perfettamente ai salumi.

 

 

 

 

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.