Home Vita da celiaca ti spiego la celiachia in maniera semplice

ti spiego la celiachia in maniera semplice

da Monica Bellin
una crostata vista dall'alto con la scritta celiachia mia

Con questo articolo ti spiego la celiachia in maniera semplice!

Il 16 maggio si è celebrata la giornata mondiale della CELIACHIA e io ho realizzato un video come veneto creator in collaborazione con la Regione Veneto e l’ente di salute e prevenzione. Un modo per sensibilizzare e avere il supporto di più persone informate. Purtroppo la mia malattia è ancora poco conosciuta o si tratta con superficialità.

FACCIAMO CHIAREZZA IN MODO SEMPLICE

La celiachia è una malattia autoimmune, che è scatenata dall’ingestione di glutine nei soggetti geneticamente predisposti. La celiachia quando arriva è per sempre e l’unica cura è la dieta rigorosa senza glutine.

La malattia celiaca non ha gradi: o si è celiaci o no. Non esistono persone più celiache o meno celiache!

Può però presentare tanti sintomi differenti e a volte addirittura nessun sintomo! Se sei sintomatico non significa che la tua celiachia è più grave di chi non ha sintomi, semplicemente la manifesti in modo diverso. I danni intestinali dei celiaci sintomatici e asintomatici sono gli stessi.

sintomi classici 72% : diarrea, perdita di peso, malassorbimento,

sintomi non classici 52% : anemia, osteoporosi, perdita dei capelli (alopecia), ulcere e lesioni ricorrenti nella bocca (aftosi orale ricorrente), perdita dello smalto dentario (ipoplasia), problemi neurologici, pelle (dermatite erpetiforme considerata una variante della malattia celiaca, anche se molto raramente la Dermatite Erpetiforme si presenta con le caratteristiche lesioni della mucosa duodenale della celiachia.

asintomatici 21% : nessun sintomo

LA DIAGNOSI arriva dopo gli esami del sangue specifici (gli anticorpi anti-transglutaminasi) e negli adulti anche biopsia intestinale, che attesta l’atrofizzazione dei villi. Gli esami vanno svolti in ospedale e a dieta con glutine altrimenti i risultati non sono veritieri. Non valgono i test genetici che si fanno solo per verificare la predisposizione né i test di intolleranza perché non sono riconosciuti.

Grazie al Sistema Sanitario Nazionale ogni celiaco ha diritto  all’’esenzione e all’erogazione di buoni mensili suddivisi per fascia di età e sesso, calcolati in base al fabbisogno calorico della popolazione media. Sono di diritto ai celiaci per venire incontro e colmare il divario dei prezzi dei prodotti senza glutine da quelli con glutine.

La difficoltà più grande dei celiaci è gestire le CONTAMINAZIONI DA GLUTINE dentro e fuori casa. Anche una semplice posata sporca di glutine corrisponde ad un potenziale rischio!

La celiachia è una cosa seria: non è nè una moda nè un capriccio, è una malattia fisica e può avere anche aspetti psicologici e sociali ecco perché c’è bisogno del supporto di tutti in modo d’avere persone informate e locali sicuri grazie alle apposite formazioni proposte dalle nostre ULSS.

DAL MIO LIBRO “SENZA GLUTINE CON AMORE” : dopo la diagnosi mi sentivo persa, impaurita, incapace. Non conoscevo la celiachia, ero ignara delle problematiche che possono causare anche le piccole contaminazioni. Ricordo il blocco dei primi mesi, nei quali mangiavo solo confezionato per il terrore di contaminarmi e star male. Essere l’unica celiaca in una famiglia numerosa significava sentirsi un problema. Ero come bloccata. A disagio. Poi ha prevalso il buon senso. Vedendo il mio corpo star meglio ho capito che dovevo impegnarmi per volermi bene. Stavo rinascendo e io desideravo utilizzare al meglio la mia nuova energia! Ho riorganizzato la cucina, ho rivoluzionato la dispensa, ho creato degli spazi miei, ho studiato, ho sperimentato, ho insegnato a chi mi era intorno come gestire la cucina senza rischi per me, ho cominciato nuovamente ad impastare: prima con i mix industriali e poi con le farine naturali.

ATTENZIONE: se un membro della famiglia riceve una diagnosi di celiachia NON bisogna eliminare il glutine nell’alimentazione di tutti per evitare contaminazioni in casa. Perché?

•Il glutine non è dannoso se non si è celiaci o allergici.

•Se in futuro dovesse svilupparsi una di queste patologie non si avrebbe la possibilità di indagare.

Dopo qualche anno ho aperto un blog e condiviso le prime ricette, i consigli, il mio mondo. Ho iniziato a sentirmi utile per una buona causa. Avevo il desiderio forte e la volontà di sensibilizzare, di dimostrare che si può cucinare bene senza glutine ma in maniera naturale con le farine alternative in purezza.

  • Ho collaborato con la rivista Celiachia Magazine con una mia rubrica,
  • Ho pubblicato nel 2021 il ricettario “dolci per tutti con le farine naturali senza glutine”  
  • A dicembre 2022 è uscito il libro “naturalmente senza glutine” con oltre 100 preparazioni esclusivamente con farine naturali. 
  • A ottobre 2023 ho pubblicato “senza glutine con amore” con consigli, approfondimenti e 80 ricette divise per occasione.
  • Il nuovo anno mi vede partecipe in un progetto per la regione come Veneto Creator nella sezione salute e prevenzione.

La celiachia per me è diventata complice, amica, rinascita, risorsa, opportunità: una parte speciale di me.

L’occasione per rifiorire.

Ogni giorno condivido ricette e consigli con le farine naturali senza glutine, vi aspetto nella mia pagina Instagram @monica_bellin_ e in Facebook alla pagina pubblica Monica Creazioni Senza Glutine

 

Ti potrebbero piacere anche

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.