Home Tags Posts con tag "olio di semi"

olio di semi

biscotti rotondi su un piano di legno

I biscotti salati con farina di riso e farina di ceci sono perfetti per un aperitivo o anche per uno spuntino salato durante la giornata.

Sono senza burro e molto facili da realizzare.

Le farine naturali senza glutine scelte per questi biscotti salati sono la farina di riso e la farina di ceci.

Mi piace mescolare queste due farine naturali perché insieme regalano alla frolla una consistenza perfetta da lavorare a mano.

Potete speziare a vostro gradimento i biscotti oppure semplicemente lasciarli neutri e accompagnarli a qualche salsa.

Io ho aggiunto all’impasto e in superficie, un mix di semi.

 

Provate anche altre ricette salate nel blog , ad esempio :

miniplumcake con stracchino e mandorle

torta salata con radicchio

torta salata invernale

 “muffin salati con semi di girasole”

torta soffice con radicchio e zucca” 

e tante altre che potete trovare nella sezione ricette salate.

 

biscotti rotondi su un piano di legno

biscotti salati con farina di riso e farina di ceci

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.5/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 100 g farina di riso,
  • 100 g farina di ceci,
  • 1 uovo,
  • 50 g acqua,
  • 50 g olio,
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo,
  • sale q.b.
  • (rosmarino tritato, spezie o mix di semi da aggiungere all’impasto).
  • se non amate queste farine potete sostituire la farina di riso e la farina di ceci con un mix per pane

Procedimento

In una ciotola inserite la farina di ceci e la farina di riso.

Unite l’acqua, l’olio e cominciate a mescolare con una forchetta.

Aggiungete l’uovo e il lievito istantaneo.

Salate a vostro piacimento. Lavorate il vostro composto a mano.

Formate un panetto compatto e morbido, a bisogno aggiungete un po’ di farina di riso.

Infarinate la spianatoia con della farina di riso e stendete il vostro impasto circa 3, 4 millimetri.

Spolverate mattarello e spianatoia. Prima di fare l’ultima passata leggera con il mattarello, cospargete la superficie della vostra frolla salata con granella di pistacchio o rosmarino tritato.

Con l’aiuto di una taglia biscotti realizzate le vostre forme preferite.

Potete semplicemente tagliare con il coltello dei quadrati, come fossero kreakers.

L’importante è punzecchiare ogni biscotto con i lembi della forchetta, in modo da realizzare dei piccoli forellini che impediranno ai salatini di gonfiarsi troppo in cottura.

Poneteli sulla teglia del forno foderata da carta forno.

Infornate nel forno già caldo a 180 gradi per circa 20 minuti fino a doratura.

Lasciateli raffreddare completamente prima di servirli.

Sono degli ottimi salatini da servire come antipasto, ideali per il vostro aperitivo oppure come spuntino salato in ogni ora della giornata.

 

Consiglio: se non amate queste farine, potete sostituire il totale delle polveri (200 grammi) con il vostro mix per pane preferito.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un piano di legno con un piatto in primo piano colmo di crostoli fritti cosparsi di zucchero a velo

I crostoli veneti sono i tipici dolci fritti rettangolari del Carnevale di Venezia.

Sono conosciuti in tutta Italia ma con diversi nomi.

I crostoli veneti si differenziano, però, dagli altri per la presenza della grappa all’interno dell’impasto che li rende unici.

Ho preparato i crostoli senza glutine con una ricetta della tradizione, trovata nel quadernetto di famiglia.

L’ impasto è a base di uova, zucchero, burro o olio di semi, grappa e ovviamente io ho sostituito la farina di frumento con una farina mix per dolci senza glutine.

Da questo impasto elastico e morbido, si ricava una sfoglia sottile che si tira a mano con il mattarello oppure con la macchinetta.

La sfoglia viene tagliata a rettangoli e fritta in olio di bollente. 

Si servono con una spolverata abbondante di zucchero a velo.

Consigli :

  • ricordatevi di fare l’incisione centrale ai vostri crostoli di Carnevale, eviterete così la formazione di quelle grosse bolle d’aria che in cottura si riempiono d’olio. La frittura risulterà più leggera e croccante.
  • Il consiglio è quello di gustarli in giornata, per approfittare al meglio della loro fragranza ma se ne avanzano io conservo i miei crostoli in un contenitore con chiusura ermetica per 2-3 giorni oppure sotto la campana di vetro.
  • I crostoli possono essere arricchiti con cioccolato fuso, zuccherini e tanti altri ingredienti per servirli ancora più golosi nelle feste dei bambini.

Curiosità :

I crostoli sono diffusi in molte regioni con nomi diversi.

Bugie (piemontese, ligure), chiacchiere (lombardo), crostolo e/o grostolo (veneto), galano (veneto), frappa (emiliano, Italia centrale), sfrappole  (bolognese), intrigoni (emiliano), fiocchetti (romagnolo), crespelle e sprelle (Italia centrale), meraviglie (Sardegna)  e chissà se ci son altri nomi per questi dolci tipici fritti.

Se volete provare altre ricette della tradizione veneta, trovate nel blog anche:

le frittelle”

le favette dei morti

la polentina zala

le verze in tecia”

“gnocchi alla vicentina”

la torta putana”

“i zaeti”

 

Vi aspetto nella mia pagina Instagram per ulteriori dettagli. 

Lasciatemi un commento!

I piatti da portata sono della linea cottage Weisstestal

un piano di legno con un piatto in primo piano colmo di crostoli fritti cosparsi di zucchero a velo

crostoli veneti

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 300 g circa di farina mix dolci ( io ho usato Nutrifree)
  • 2 uova intere
  • mezzo bicchierino grappa
  • scorza di limone grattugiato
  • 40 g burro (oppure olio di semi)
  • 60 ml latte circa
  • 40 g zucchero semolato
  • un pizzico sale

Procedimento

Prendete una ciotola capiente, metteteci lo zucchero, le uova e lavorate velocemente con una forchetta. Unite il burro ammorbidito oppure l’olio di semi se desiderate ottenere i vostri crostoli senza lattosio. Aggiungete circa 3 cucchiai di  grappa ( scegliete una grappa buona!)  e la farina un po’ per volta.  Attenzione ogni mix dolci senza glutine presenza diversa percentuale di amido quindi può variare la quantità. Io ho scelto mix dolci nutrifree. Impastate con le mani fino a che non otterrete un impasto omogeneo, morbido ed elastico.

Spostate il vostro panetto elastico sulla spianatoia infarinata di farina di riso.

Dividete il panetto in tre parti e stendete ognuna con l'aiuto di un matterello realizzando delle sfoglie di circa 3mm di spessore. Ricavate poi dei rettangoli dalla sfoglia, aiutandovi con una rotellina dentellata e fate un taglio centrale su ogni rettangolo. Riscaldate l'olio di semi ( meglio se di arachidi) in una padella larga e bassa. Quando sarà bollente, adagiateci dentro i crostoli pochi alla volta. Fateli cuocere, rigirandoli di tanto in tanto con l’aiuto di una forchetta, fino a quando non saranno dorati. Una volta pronti, scolateli con una schiumarola e adagiateli sulla carta da cucina per eliminare l'olio in eccesso. Fateli raffreddare e spolverateli con abbondante zucchero a velo.

Ecco pronti da servire i vostri crostoli veneti!

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un banana bread visto da davanti con a lato delle banane e una forchetta. sullo sfondo piattini con una fetta tagliata

Nel mio blog mancava la versione senza glutine del classico banana bread, italianizzato pane alla banana, un dolce statunitense composto da puré di banane. Ecco allora il mio banana bread senza glutine.

Un plumcake facile da realizzare, ricco nel sapore, confortante, adatto a tutte le ore della giornata.

E’ un dolce davvero buono che si prepara velocemente con delle banane mature.

Ha una consistenza tenera e umida.

Nella versione senza glutine ho usato la farina di riso mescolata con la fecola di patate.

Il banana bread è senza burro e se si desidera prepararlo in versione senza lattosio, basterà sostituire il latte con una bevanda vegetale.

Si può scegliere di arricchirlo con golose gocce di cioccolato oppure sostituire 2 cucchiai di farina di riso con la stessa quantità di cacao amaro.

Fatemi sapere se lo rifate, vi aspetto nei commenti e nella mia pagina Instagram.

 

Se vi piacciono i plumcake soffici provate le ricette :

rovesciata alle mele

plumcake alla ricotta”

plumcake i kiwi frullati

e tanti altri nella sezione dedicata.

un banana bread visto da davanti con a lato delle banane e una forchetta. sullo sfondo piattini con una fetta tagliata

banana bread senza glutine

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.5/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 3 banane mature
  • (2 da schiacciare nell'impasto e una da mettere sul fondo)
  • 120 g zucchero
  • 100 g latte
  • 2 uova
  • 60 g olio di semi
  • 120 g farina di riso
  • 80 g fecola di patate
  • 1 bustina lievito per dolci
  • zucchero a velo q.b.
  • ( ogni polvere deve riportare la dicitura senza glutine o il simbolo della spiga barrata in caso di celiachia)

Procedimento

Schiacciate con la forchetta 2 banane mature.

Unite lo zucchero semolato o di canna, le uova e mescolate bene. Aggiungete i liquidi, le farine e il lievito.

Vi raccomando per i celiaci ogni polvere deve riportare dicitura senza glutine.

Prendete uno stampo da plumcake. Foderatelo con carta forno bagnata e strizzata.

Tagliate la terza banana a metà per lungo, mettetela sul fondo. Versate ora l'impasto sopra la banana tagliata.

Infornate nel forno già caldo a 180 gradi per circa 40/ 45  minuti.

Fate la prova stecchino per verificare la cottura.

Servite tiepido o freddo con una abbondante spolverata di zucchero a velo.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una fetta di torta al cacao in primo piano con tanti ricci di castagna sul tavolo, sullo sfondo una alzata con la torta spolverata di zucchero a velo.

La torta al cacao con farina di castagne ha tutto il profumo e il sapore dell’autunno.

La farina di castagne è perfetta per chi è intollerante al glutine perché ne è priva naturalmente.

Ha un gusto molto particolare e si sposa benissimo con il cacao.

Ho scelto di realizzare questa torta in uno stampo di ciambella.

E’ decorata semplicemente con una spolverata di zucchero a velo, ma provatela anche arricchita di gocce di cioccolato e con copertura di ganache fondente.

Questo dolce si prepara in poco tempo e con facilità anche con la frusta a mano.

La semplicità in cucina per me è fondamentale.

Raccomando a chi è celiaco di verificare sempre la presenza della dicitura senza glutine nelle polveri, come farine, lieviti e anche lo zucchero a velo che a volte diamo per scontato sia sicuro.

Se amate i dolci al cacao vi consiglio di provare anche:

mini plumcake cacao e pere”,

muffin cacao e fichi”,

torta yogurt e cacao”,

torta al latte caldo e cacao”,

biscotti cacao e pere”

ciambella al cacao” …

Vi aspetto nella mia pagina Instagram.

Monica

una fetta di torta al cacao in primo piano con tanti ricci di castagna sul tavolo, sullo sfondo una alzata con la torta spolverata di zucchero a velo.

torta al cacao con farina di castagne

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 3.5/5
( 2 voted )

Ingredienti

  • 3 uova a temperatura ambiente,
  • 150 g di zucchero di canna ( va bene anche lo zucchero semolato),
  • 80 ml di olio di semi,
  • 250 g di farina di castagne,
  • 30 gr di cacao amaro in polvere,
  • 1 cucchiaio di rum, (o fialetta vostro aroma preferito)
  • 1 bustina di lievito per dolci senza glutine,
  • 1 bicchiere di latte,
  • zucchero a velo senza glutine per spolverata finale

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità ventilata. In una ciotola rompete le uova e montatele bene con lo zucchero. Unite i liquidi, l'olio e il latte. Aggiungete l'aroma e le polveri, la farina di castagne, il cacao e il lievito. Amalgamate bene con le fruste fino a formare un composto cremoso e privo di grumi. Versate la vostra torta in uno stampo da 22/ 24 cm. Io ho scelto uno stampo a ciambella alto. Infornate nel forno già caldo e cuocete a 180 gradi per circa 35 minuti. Fate la prova stecchino per verificare la cottura. Lo stecchino deve uscire ben asciutto dalla torta Una volta cotta lasciate raffreddare, togliete dallo stampo e spolverate con abbondante zucchero a velo. La farina di castagne può essere consumata dai celiaci, poiché è naturalmente priva di glutine ma assicuratevi sempre che ci sia la dicitura senza glutine o la spiga barrata sulla confezione. (Può essere come sempre un prodotto contaminato in fase di lavorazione o confezionamento).

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
una crostata di frutta in primo piano, sopra un centro in pizzo bianco, sullo sfondo uva, uova e kiwi

La crostata senza glutine è realizzata completamente senza mix industriali ma con farine naturali.

Una golosità ricca di crema e tanta frutta fresca.

Per la frolla all’olio, senza burro, ho mescolato la farina di riso, la farina di mais e l’amido di mais.

Una miscela che rende la frolla dal sapore delicato.

Le crostate e i biscotti senza glutine rimangono molto friabili e con una consistenza leggera, dal sapore unico se impastate con farine naturali.

La mia crostata di frutta senza glutine è facile da realizzare, è farcita con una crema delicata e tanta frutta a piacere.

La frolla all’olio non ha bisogno di riposo, potete impastare gli ingredienti a mano oppure al frullatore. Vi consiglio di stendere la pasta sulla spianatoia bel spolverata da farina di riso o amido.

La crostata di frutta con crema, va fatta riposare in frigorifero un paio d’ore prima di essere servita. 

Se amate i dolci con la frutta non perdetevi le ricette di : 

crostata morbida di frutta” 

torta cioccolato e frutta”

“plumcake ai mirtilli

crostata morbida con mousse ai mirtilli

galette di fragole”

“torta di ricotta e pesche

una crostata di frutta in primo piano, sopra un centro in pizzo bianco, sullo sfondo uva, uova e kiwi

crostata senza glutine

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Ingredienti per la frolla:
  • 100 g zucchero,
  • 150 g farina di riso,
  • 50 g amido di mais,
  • 50 g farina di mais,
  • 60 g olio di semi di girasole,
  • 1 uovo,
  • buccia di limone grattugiata.
  • Ingredienti per crema facile:
  • 2 uova,
  • 500 g latte,
  • una fialetta di aroma rum oppure buccia di limone gratuggiata,
  • 50 g di amido di mais,
  • 100 g zucchero a velo.
  • Frutta a piacere per decorare.

Procedimento

Procedimento per la frolla:

Mettete in una ciotola la farina di riso, la farina di mais e l'amido. Mescolate bene e unite lo zucchero, l'uovo e l'olio.

Lavorare prima con la forchetta e poi a mano. Formate un impasto elastico e morbido. Non serve farla riposare perché è una frolla all'olio.

Spolverate la spianatoia (meglio se in acciaio o marmo) con farina di riso o amido.

L’elasticità della frolla senza glutine è più friabile della tradizionale e va lavorata con attenzione, aggiungendo a bisogno, ulteriore farina di riso o amido.

Ci vuole un po' di pazienza per stenderla. Con questa dose ho realizzato un guscio per una tortiera di 26 cm.

Se realizzate una torta più piccola avrete anche la pasta frolla per le decorazioni.

 

Per la crostata:

Stendete la pasta frolla spessa circa 4 millimetri, sulla spianatoia spolverata di amido.

Potete stenderla direttamente sulla carta da forno che userete come base della vostra tortiera.

Realizzate i bordi con delle striscioline di pasta avanzata oppure come ho fatto io, con delle formine per biscotto.

Cuocete il guscio coperto da carta forno per circa 25 minuti a 180 gradi.

 

Mentre cuoce la base, preparate la crema facile.

Procedimento per la crema:

Scaldate il latte in un pentolino.

Sbattete a parte in una ciotola con la frusta, le uova con lo zucchero a velo e unite la fialetta di aroma al rum.

Aggiungete la farina al composto di uova mescolando.

Incorporate il latte molto caldo continuando ad amalgamare con la frusta per evitare la formazione di grumi.  (se desiderate la versione al cioccolato aggiungete 2 cucchiai di cacao amaro)

Trasferite tutto il composto in un pentolino e procedete con temperatura moderata mescolando, senza far bollire, fino a quando si addensa.

A crema pronta, versatela sul guscio della vostra crostata.

 

Una volta intiepidita, decorate con frutta fresca.

Lasciatela nel frigorifero 2, 3 ore prima di servirla.

Le crostate e i biscotti senza glutine rimangono molto friabili e con una consistenza leggera, dal sapore delicato.

Consiglio : la crostata di frutta, con crema, si conserva in frigorifero

4 commenti
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
muffin posati su un tagliere in primo piano, con un rametto di rosmarino a lato

I muffin salati con rosmarino e nocciole sono perfetti da servire come antipasto in queste serate estive.

Oggi l’antipasto ha un posto importante, è diventato un motivo di ritrovo, un piccolo piacere di condivisione. Fantasioso e vario è immancabile negli apericena, riesce a integrarsi perfettamente nei buffet, diventa creativo delle tavolate estive all’aperto. Amo gli antipasti perchè sono veramente versatili e fantasiosi, sono un piacere per il palato e anche per gli occhi se preparati con gusto e cura. Piccole e  meravigliose opere d’arte della cucina.

Oggi porto nella mia tavola in terrazza questi muffin salati al profumo di rosmarino di casa e nocciole. Un abbinamento perfetto di sapori.

La caratteristica dei muffin è la loro morbidezza perché l’impasto è realizzato con la panna o se si desidera una versione più leggera con dello yogurt.

La farina scelta è quella di riso, versatile e perfetta sia per i dolci che per i salati.

I muffin sono una preparazione molto veloce da realizzare, infatti si fanno direttamente nella ciotola amalgamando gli ingredienti con la forchetta.

Alla portata di tutti, si possono servire con affettati, formaggi o salse.

Se vi piacciono gli antipasti sfiziosi vi consiglio di vedere le ricette di “muffin salati” , “muffin ai formaggi”, “ plumcake di stracchino”, “torta salata al vino con stracchino”, “ torta salata con bruschi” , “biscotti salati“.

muffin posati su un tagliere in primo piano, con un rametto di rosmarino a lato

muffin salati con rosmarino e nocciole

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.0/5
( 3 voted )

Ingredienti

  • 130 gr di farina di riso
  • 100 gr di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 60 g di latte
  • 80 g di olio di semi
  • 100 g panna o yogurt bianco
  • 1 cucchiaio di bicarbonato (o lievito istantaneo)
  • 30 g nocciole tritate grossolanamente
  • Rosmarino tritato
  • sale q.b.

Procedimento

Così come per i muffin dolci anche i muffin salati hanno una preparazione veloce

Preriscaldate il forno a 180 gradi.

In una ciotola amalgamare la panna, l’uovo, il latte, l'olio con una forchetta.

Unite poi la farina e il parmigiano.

Amalgamate bene fino ad avere un composto privo di grumi. Aggiungete il cucchiaino di bicarbonato, il pizzico di sale.

Con un pennello da cucina ungere di olio gli stampi per muffin se sono in alluminio altrimenti usate quelli in silicone come preferisco io.

Riempiteli per 3/4.

Aggiungete sopra ogni muffin delle nocciole tritate grossolanamente e del rosmarino tritato. Mettete in forno preriscaldato a 180°C, fate cuocere per 20 minuti circa. Prima di spegnere il forno fate la prova stecchino per capire se il composto è asciutto.

Consiglio : I muffin dovranno essere ben dorati. Ottimi da servire caldi o freddi, perfetti con salumi e formaggi, verdure e salse. Ideali da portare in trasferta o da mettere in tavola per il vostro brunch o aperitivo.

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
vista dall'alto di piccoli plumcake alle carote, posati su fogli di giornale, dei fiori rosa a lato .

E’ scoppiata l’estate! C’è voglia di ricette fresche ma io vi propongo ugualmente una colazione da forno con dei dolcetti di carote e mandorle con farina di riso. Sono ideali per partire con energia, sono leggeri, senza burro e ovviamente senza glutine.

Il sapore e il profumo riporta alle camille, quei dolcetti che erano di moda quando ero piccola e che mi accompagnavano ogni tanto nei pomeriggi di studio, insieme ad un buon thè.

L’abbinamento carote e mandorle è uno dei miei preferiti, soprattutto con l’aggiunta del cioccolato.

Vi presento questa ricetta in versione mini plumcake ma con lo stesso impasto potete realizzare dei muffin, arricchiti con gocce di cioccolato oppure glassati per i più golosi con una colata di cioccolato fondente fuso.

Vediamo come prepararli.

Se amate anche in estate una colazione da forno veloce da realizzare, vi consiglio “muffin alla banana”, “ muffin alla frutta” , “ muffin yogurt”, “muffin vegani ai mirtilli“.

vista dall'alto di piccoli plumcake alle carote, posati su fogli di giornale, dei fiori rosa a lato .

dolcetti di carote e mandorle con farina di riso

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • 150 g carote,
  • 90 g zucchero,
  • 50 g mandorle,
  • 150 g farina di riso,
  • 2 uova,
  • 50 g olio di semi,
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità statica.

Iniziate pulendo le carote e tagliandole a pezzetti.

Inseritele in un frullatore con le mandorle (io preferisco quelle con la buccia ma se desiderate dei muffin più dolci prendete le mandorle spellate).  Frullate le carote con le mandorle e unite l’olio.

Aggiungete lo zucchero, le uova e mescolate.

Infine unite la farina di riso con il lievito e amalgamate bene il composto.

Versate il vostro impasto nei pirottini, riempiendoli a ¾.

Infornateli nel forno già caldo e cuoceteli per circa 25 minuti. Fate la prova stecchino prima di sfornarli.

Lasciateli raffreddare prima di servirli.

Ultimate con una spolverata di zucchero a velo.

Ottimi come colazione ma anche coma sana merenda.

 

Consiglio: perfetti anche da glassare con della cioccolata fondente fusa e magari arricchiti nell’impasto con delle gocce di cioccolato

 

0 commento
1 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
dei muffin visti dall'alto con gocce di cioccolato, una tazza fi the e una teiera

Yogurt al cocco, farina di riso, fecola di patate, olio di semi, zucchero, gocce di cioccolato e lievito , questi i pochi ingredienti che servono per realizzare i muffin allo yogurt e farina di riso.

Dei dolcetti perfetti per colazione o merenda, super soffici e golosi!

Ormai avete imparato a conoscermi e sapete benissimo quanto mi piacciano questi dolcetti monoporzioni facili da realizzare e comodi da servire.

Ad idearlo furono i fornai di famiglia dell’alta società che, inizialmente, lo preparavano per la servitù utilizzando pane raffermo, avanzi di biscotti e con le patate bollite e schiacciate.

Questi dolcetti che alle origini venivano fritti, furono apprezzati così tanto che vennero aperti molti forni specializzati nella loro produzione.  Inoltre si vendevano anche per strada dai “Muffin Men” (uomini dei muffin) che giravano con dei vassoi di legno appesi al collo, oppure in equilibrio sulla testa, pieni di muffin.

In onore ai Muffin men fu scritta persino una canzoncina :

The muffin man, the muffin man,

Do you know the muffin man…

Ma torniamo ai nostri dolcetti e alla ricetta che vi voglio suggerire.

Il segreto per ottenere dei buoni muffin sta nel mescolare bene sia le polveri che i liquidi, e amalgamarli insieme molto velocemente senza mescolare troppo.

La ricetta è molto facile, veloce e il sapore dello yogurt al cocco sposa benissimo con le gocce di cioccolato inserite nell’impasto.

Vediamo insieme come farli e se vi piacciono i muffin vi suggerisco la sezione “muffin e plumcake” nel blog.

Ad esempio i classici muffin al cacao e pere, muffin alla panna e farina di miglio, muffin alla banana… oppure i più particolari muffin vegani ai mirtilli, muffin con farina di quinoa, muffin con farina di ceci.

Vi aspetto nei commenti e nella mia pagina Instagram.

dei muffin visti dall'alto con gocce di cioccolato, una tazza fi the e una teiera

muffin allo yogurt e farina di riso

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.0/5
( 4 voted )

Ingredienti

  • 3 uova,
  • 150 g zucchero semolato o di canna,
  • 125 g yogurt al cocco,
  • 100 g olio di semi di girasole,
  • 200 g farina di riso,
  • 50 g fecola di patate,
  • 1 bustina di lievito in polvere per dolci,
  • gocce di cioccolato a piacimento… io ne metto tante.

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità statica.

Potete realizzare l’impasto a mano con la frusta oppure con una semplice forchetta.

In una ciotola lavorate uova e zucchero. Unite lo yogurt al cocco ma se preferite potete scegliere un altro gusto a vostro piacimento.

Aggiungete l’olio. Amalgamate infine la farina di riso, la fecola di patate e il lievito per dolci.

Aggiungete al composto omogeneo le gocce di cioccolato fondente.

Riempite i pirottini fino a ¾ .

Infornate a 180 gradi nel forno già caldo, per circa 20 minuti in modalità statica.

Controllate sempre con lo stecchino prima di sfornarli.

 

Portateli in tavola freddi e presentateli con una spolverata di zucchero a velo.

Si conservano per qualche giorno sotto una campana di vetro o contenitore ermetico.

Ottimi anche da ricoprire con golosa glassa.

 

2 commenti
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
dolcetti muffin visti dall'alto posati su vecchi fogli di giornale, a lato una tazzina vintage e dei fiori rosa

Un buongiorno morbido, profumato, semplice. Un trionfo di muffin alle banane, soffici e perfetti per essere inzuppati o farciti.

Ideali anche come base di cup cake, perfetti con una ganache al cioccolato.

Vi ho convinti?

In realtà questi muffin nascono dall’esigenza di usare delle banane troppo mature e che nessuno vuol mangiare. Sono senza burro e con farine naturali senza glutine.

Per questa preparazione ho scelto la farina di riso e farina di grano saraceno.

Servono davvero pochi ingredienti e un frullatore per realizzarli in pochi minuti.

Per una versione più golosa consiglio di aggiungere anche delle gocce di cioccolato nell’impasto.

Ma quanto son belli i muffin da portare in tavola?

Se vi piacciono c’è una sezione dedicata nel blog!

Un esempio?

I muffin al caffe’muffin veganimuffin con farina di ceci,  muffin con farina di quinoa,  muffin con farina di miglio, muffin alla zucca e tantissimi altri…..  insomma come avete ben capito i muffin qui a casa nostra vanno alla grande.

Monoporzioni ideali da servire in tavola ma anche da portare in trasferta per una merenda sana e golosa.

Vi aspetto nei commenti, fatemi sapere se vi son piaciuti e non mancate anche nella mia pagina Instagram.

dolcetti muffin visti dall'alto posati su vecchi fogli di giornale, a lato una tazzina vintage e dei fiori rosa

muffin alle banane

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.0/5
( 3 voted )

Ingredienti

  • 2 banane mature,
  • 80 g olio di semi di girasole ,
  • 80 g latte vaccino o bevanda vegetale,
  • 2 uova,
  • 130 g di zucchero semolato oppure di canna,
  • 150 g farina di riso,
  • 100 g farina di grano saraceno,
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • zucchero a velo per servirli
  • ( in caso di celiachia vi ricordo che le farine, il lievito per dolci e lo zucchero a velo devono riportare la dicitura senza glutine)

Procedimento

Preriscaldate il forno a 180 gradi in modalità statica.

Inserite nel frullatore le banane a pezzetti e frullate.

Se preferite fare questi dolcetti a mano, schiacciate bene le banane mature con la forchetta in modo da formare una purea.

Unite uova e zucchero e amalgamate.

Aggiungete i liquidi olio e latte, mescolate bene e infine setacciate le farine con il lievito per dolci.

Continuate a mescolare fino ad ottenere un composto omogeneo.

Versate i pirottini fino a ¾ e infornate a 180 gradi per circa 25/30 minuti. Fate la prova stecchino per essere certi della cottura.

Serviteli con una spolverata abbondante di zucchero a velo oppure glassateli con una golosa colata di cioccolato fondente.

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
un contesto vintage con una tazza di thè antica, con fiorellini , a lato due fette di torta al cacao, delle rose rosse e rosa posate e una teiera sullo sfondo con un vassoio di argento

Una semplice e soffice torta yogurt e cacao, delle rose dal profumo inebriante e dei pezzi vintage che amo, piccoli pezzetti di cuore.

Spesso mi viene chiesto come faccio a fare le foto, dove trovo l’ispirazione o la giusta luce.

Ma fatico a rispondere con dritte tecniche perché alla fine io mi baso tutto sul cuore.

Ogni scatto deve emozionarmi, ogni singolo angolino della foto deve parlare di me, ogni immagine deve rispecchiare il mio essere.

Prendiamo ad esempio questo scatto: c’è il vassoio vintage d’argento della mia nonna Iolanda, quello che le era stato regalato dalla mia mamma e che poi è arrivato a me.

Un pezzo di cuore, un oggetto che per me ha un valore affettivo malgrado sia opaco e mi ostini a tenerlo cosi, vissuto.

Ci sono le rose, quelle rose che mia nonna Maria amava e che portano il suo profumo. Maggio mese delle rose, mese del rosario, mese dove un tempo si riempivano i cestini con tanti petali profumati da far spargere alle bambine durante le cerimonie in chiesa.

Anche il centrino fatto a mano all’uncinetto è di mia nonna Maria e faceva parte della sua dote da sposa.

Ci sono le posate vecchie e quella tazza, l’unica rimasta di un servizio inglese di fine 1800… quello non è di famiglia ma porta ugualmente un’emozione importante.

Dopo tanto tempo senza poter fare un’uscita di piacere, ero andata con mia mamma al mercatino vintage che si tiene a Vicenza una volta al mese. Lo avevano interrotto per tanti mesi. In una bancarella mia mamma ha visto questa tazza, l’unica tra un’infinità di altri servizi completi ad attirare la sua attenzione.

“Monica guarda … quella è bella… quella sì, è proprio bella ed è un peccato lasciarla lì”  , indicandomi la tazza.

Completa di piattino per il dolce, un po’ rovinata nel suo profilo d’oro, ma talmente bella ed elegante che non ho potuto non cedere. Eccola lì allora, nello scatto a ricordarmi quel momento, quella scelta, quell’occhiata e quell’ uscita piacevole in una domenica di sole.

Serve altro per emozionare?

Ah sì, c’è la cosa fondamentale: la torta che devo condividere con voi!

Ma come sempre la ricetta e il soggetto passa in secondo piano… perché quello che conta per me è il contorno.

So che per fare la foodblogger dovrei limitarmi a scrivere la ricetta e basta, quello che alla fine interessa a chi si affaccia qui …ma io sono emozioni, sono tanti stati d’animo, sono profumi. Ogni piatto, ogni preparazione, ogni singola ricetta porta con sé tanto e non solo ingredienti e procedimento.

Io voglio farvi arrivare oltre, non solo il semplice piatto. 

Ma ora vi presento questo dolce soffice e goloso, ideale per la colazione o merenda ma anche per un fine pasto se coperta da glassa.

La sofficità è data dallo yogurt e dalla farina di riso miscelata con l’amido di mais.

E’ leggera, senza burro ma allo stesso tempo davvero una coccola per il palato.

Da fare e rifare.

Vi aspetto come sempre nella mia pagina Instagram e nei commenti.

Lasciatemi scritto se vi piacciono le mie ricette.

Se vi piacciono le torte al cacao non potete perdervi:

brownie alle fragole

brownie con farina di mandorle

muffin al cacao

muffin caffè e cacao

un contesto vintage con una tazza di thè antica, con fiorellini , a lato due fette di torta al cacao, delle rose rosse e rosa posate e una teiera sullo sfondo con un vassoio di argento

torta yogurt e cacao

Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 4.8/5
( 4 voted )

Ingredienti

  • 150 g zucchero,
  • 3 uova,
  • 250 g vasetti di yogurt (per me frutti di bosco),
  • 50 g olio di semi di girasole,
  • 200 g farina di riso,
  • 50 g amido di mais,
  • 50 g cacao amaro,
  • 1 bustina di lievito per dolci.

Procedimento

Realizzare questa torta allo yogurt e cacao è davvero molto semplice. Il composto si prepara amalgamando gli ingredienti tutti al frullatore.

Prima di tutto accendete il forno a 180 gradi, modalità ventilata.

Mettete nel frullatore zucchero e uova, potete aromatizzare con un cucchiaio di liquore.

Unite lo yogurt del vostro gusto preferito: io ho scelto 2 vasetti di yogurt intero ai frutti di bosco.

Aggiungete l’olio di semi e miscelate bene.

Infinte mettete nel mixer la farina di riso, l’amido, il cacao e il lievito per dolci, mescolando per bene fino ad ottenere un composto omogeneo senza grumi.

Potete realizzare il composto anche a mano, in una ciotola, miscelando gli ingredienti con le fruste elettriche.

Prima montate uova e zucchero, unite l' olio e lo yogurt e infine le polveri, farina, amido, cacao e lievito.

Versate l’impasto della vostra torta yogurt e cacao in uno stampo foderato da carta forno oppure imburrato e infarinato. Io ho scelto una tortiera da 24 cm, potete optare anche per uno stampo a ciambella.

Infornate nel forno già caldo e cuocete per circa 40 minuti a 180 gradi. Fate la prova stecchino perché ogni forno presenta tempistiche leggermente diverse.

 

 

0 commento
0 FacebookPinterestLinkedinTumblrRedditStumbleuponLINEEmail
Ultimi post

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy