Home Dolci delle feste Crostata morbida di frutta

Crostata morbida di frutta

by Monica Bellin
una crostata morbida vista dall'alto con tantissima frutta colorata, un coltello antico a lato

Non so voi, ma a casa mia fin da bambina, in estate, la torta della domenica si chiamava crostata di frutta.

Immancabilmente padroneggiava a fine di ogni pranzo al centro del tavolo, in bella mostra con a lato piattini e forchettine in attesa di una fetta da servire.

La frutta solitamente variava tra fragole, pesche, banane e kiwi. Quasi sempre noi bambini avanzavamo le fettine di kiwi che finivano a bordo del piattino. 

La caratteristica delle crostate di mia mamma era la tortagel: la colata lucida che veniva distribuita con cura sopra come rifinitura.

Oggi la mia versione di crostata di frutta prevede una base morbida, realizzata senza glutine con la farina di riso (ma volendo potete usare la stessa quantità di mix dolci).

Io non metto la gelatina a chiusura perché preferisco sempre assaporare la frutta al naturale … e ovviamente evito banane e kiwi, ma questo è un gusto mio.

La crostata morbida di oggi ha una crema al cacao aromatizzata al rum e come decorazione: mirtilli, uva, ribes e lamponi.

La disposizione finale è la parte che preferisco. Lasciatevi guidare dalla vostra fantasia e dall’ispirazione del momento. Io nella mia ho voluto far trionfare i colori ma senza seguire un ordine preciso.

Potete tranquillamente prepararla un giorno in anticipo e lasciarla riposare in frigo. La frutta invece vi consiglio di disporla poco prima di portare in tavola il dolce.

Se amate le torte con la frutta vi consiglio anche di provare le mie ricette:

torta paradiso alle fragole”,

cheesecake cotta senza glutine”,

crostata di frutta con crema al cioccolato”,

crostata cheesecake”,

ottime anche le monoporzioni

cestini di frolla con crema allo yogurt” e “tartellette con  crema al limone

 

 

una crostata morbida vista dall'alto con tantissima frutta colorata, un coltello antico a lato

crostata morbida di frutta

Non so voi, ma a casa mia fin da bambina, in estate, la torta della domenica si chiamava crostata di frutta. Immancabilmente padroneggiava a fine di ogni pranzo al centro… Frolle e crostate crostata, dessert, cake of party, torta di compleanno, torta di frutta European Stampa
Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Informazioni nutrizionali 200 Calorie 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

Ingredienti

  • Base morbida :
  • 2 uova,
  • 100 g zucchero semolato,
  • 100 ml di latte,
  • 8 g di lievito per dolci,
  • 150 g farina di riso (ottimo anche un mix per dolci gluten free),
  • 80 g burro morbido
  • Ingredienti per crema facile:
  • 2 uova,
  • 500 g latte,
  • una fialetta di aroma rum,
  • 50 g di amido di mais,
  • 100 g zucchero a velo.
  • ( se optate per una base al cioccolato aggiungete 2 cucchiai di cacao amaro in polvere)

Procedimento

Prepariamo la base morbida.

Montate bene in una ciotola le uova e lo zucchero con le fruste elettriche.

Unite il burro fuso a microonde e il latte, continuando a mescolare.

Incorporate alla fine farina e lievito, setacciandoli.

Amalgamate bene e versate il composto in uno stampo apposito per crostate (quelli furbetti con lo scalino ). Lo stampo deve essere ben imburrato e infarinato, oppure spennellato da uno staccante ovviamente senza glutine.

Cuocete in forno preriscaldato per 20/25 minuti a 180 gradi, io uso modalità ventilata.

Mentre cuoce la base, preparate la crema facile.

Scaldate il latte in un pentolino.

Sbattete a parte in una ciotola con la frusta, le uova con lo zucchero a velo e unite la fialetta di aroma al rum.

Aggiungete la farina al composto di uova mescolando.

Incorporate il latte molto caldo continuando ad amalgamare con la frusta per evitare la formazione di grumi.  (se desiderate la versione al cioccolato aggiungete 2 cucchiai di cacao amaro)

Trasferite tutto il composto in un pentolino e procedete con temperatura moderata mescolando, senza far bollire, fino a quando si addensa. 

A crema pronta, versatela e coprite la vostra crostata morbida.

Quando sarà tiepida potrete guarnire con frutta a vostro piacere…  io la lascio senza gel, non lo amo: come vi ho detto, preferisco assaporare la frutta al naturale.

Se avanzate della crema, versatela in una ciotola e copritela con della pellicola sopra, a contatto della crema, in modo da non far formare la crosticina.

Questa crema è ottima anche come dessert al cucchiaio. Versatela in monoporzioni e guarnite con frutta fresca.

You may also like

Lascia un commento

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terzi. Cliccando su accetto acconsenti all'utilizzo dei cookie Accetto Privacy Policy

Privacy & Cookies Policy